Luciano Del Priore – poeta

Luciano Del Priore nato il 30 agosto 1942 a Orsara di Puglia e residente a Castelluccio dei Sauri, Puglia, Italia, professore, poeta – scrittore

Danza d’amore

leggiadra
danza la fata
con fantasia creatrice
accende il cielo

carezze di luci
espande per ogni dove
brillio di stelle
geroglifici

voci ricamate
gimcane colorate
sogni d’amore
cullati da musiche di fiaba

in girotondo
cromosomi impazziti
fiori notturni fecondati
esplosione finale

e il cuore del cosmo
culla di cielo
innamorato
esulta

Cast. d. S. 23 luglio 2019 LDP

https://fb.watch/eGfC6jJFGM/

Arcobaleno

Dopo il diluvio,
arcobaleno
fra cielo e terra,
fra mare e spiaggia,
monti e fiumi,
prati e boschi,
campi e selve;
uomini e belve,
cadaveri e vite,
dolore e conforto,
nell’abbraccio della solidarietà.

Arcobaleno:
sospiro di pace,
alleanza di cuori.

Tu sei l’Arcobaleno,
prisma di colori
nella luce senza tramonto
del Verbo fatto carne.

Anche tu,
piccolo uomo,
amato da Dio,
sei chiamato ad essere
Arcobaleno
in questa nostra storia
talvolta annegata
in diluvi di malvagità.

Forse ormai
tutto volge alla fine,
e noi scopriremo
una nuova Umanità
in un nuovo patto d’amore.

Castelluccio dei Sauri,
4 gennaio 2005-23 luglio 2020,

Luciano Del Priore.

Se cerchi il paradiso
sulla terra,
guarda la natura
nella sua veste lussureggiante,
considera  l’intelligenza
e la fantasia dell’Artista,
lo splendore del firmamento
trapuntato di stelle,
la grandiosità degli oceani,
il brulichio nei suoi fondali,
la molteplicità degli esseri viventi;
la vastità dei pensieri e degli affetti,
l’insondabilità della gioia
come quella del dolore…
Ti scoprirai novello Adamo
estasiato e imbarazzato
confuso ad assegnare il nome
a ogni essere vivente,
all’incalcolabile numero
delle esistenze create.
T’inginocchierai
e non saprai dire altro se non:
SEI GRANDE, SIGNORE!
Cast. d. S. 23 luglio 2019-20

TRA MARE
Tra mare il sole declina
rosso fuoco si attenua in rosa
poi in una fascia dorata.
Saluta lo specchio di acque inquiete
leggermente increspate
che zefiro carezza
e dolcemente attenua.
Più tardi una falce di luna
e le prime timide stelle
adornano il silenzio della notte.
Stanchi si naviga
verso porti sospirati
di calda accoglienza.
Scompare la diurna fatica
tra braccia amorose
di bimbi festosi.
Cresce serena
una dolce speranza
approda l’amore
in sogni di pace.
Cast. d. S. 22/07/2020 LDP

Tappeto smeraldo
morbido
in folta vegetazione
lussureggiante
le più lunghe passeggiate
mi farei
al riparo della calura
unire
i miei pensieri silenziosi
al canto alternato
richiamo di uccelli tra i rami
o nei tronchi
il frinire di cicale mimetizzate
lento incedere
a pieni polmoni
gustare
il profumo di erbe e fiori
fragole e funghi
solo
o in compagnia
mano nella mano
sottobraccio
nella discrezione degli alberi
cogliere
nella natura libera
un meraviglioso
non programmato
sogno d’amore…

Cast. d. S. 21 luglio 2019 LDP


IN TUO ETERNO RICORDO, CARO LUCIANO, I TUOI STESSI BELLISSIMI VERSI …

Koimetérion

Koimetérion,
luogo di riposo,
domina ovunque
il sonno della morte.

Mi aggiro in silenzio tra volti di cari,
amici, semplici conoscenti,
tutti sempre più numerosi.
Chi sorride, chi è serio,
chi con foto falsate
nasconde gli anni
(celata speranza d’eternità?).
Comunque il tempo, livella impietosa,
è chiuso per tutti, piccoli e grandi,
di ogni età.

Fiori e luci, baci fugaci,
saluti distratti,
preghiere rinchiuse tra le labbra,
e via.
Non puoi soffermarti a pensare più di tanto
che ormai conosci
quasi più persone al cimitero che al paese…

Anche per te oltre l’orizzonte incalza il tempo,
parabola che nessuno sa quando si chiude.

Luogo di riposo, tempo di preparazione.

Anche tu nelle viscere della terra
sarai seminato.
Si semina nel pianto, si raccoglie nella gioia.
Geme la creazione, geme l’uomo,
geme lo Spirito,
sospira l’attesa.

Si semina corruttibile
e risorge incorruttibile,
si semina ignobile
e risorge glorioso,
si semina nella debolezza
e risorge pieno di forza.

Marcisce il seme,
germina la vita.

È vinta la morte,
è la liberazione!

Castelluccio dei Sauri, 2 nov. ’03, comm. Defunti.        
Luciano Del Priore.

Le immagini sono quelle pubblicate sul profilo di Facebook dall’autore delle poesie Luciano del Priore. 🙏