L’autore del mese – 8 curiosità su George R.R Martin – Il Trono di Spade

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Come alcuni di voi sapranno, tra meno di un mese andrà finalmente in onda la nuova stagione di Game of Thrones. Ho scoperto questa serie un paio di anni fa, e me ne sono subito innamorata! Recentemente ho anche iniziato la saga letteraria di George R.R Martin e ho quindi pensato di dedicare l’appuntamento dell’autore del mese, proprio a lui.

Autore di una delle saghe più amate al mondo, George R.R Martin in questo periodo sta subendo le ire dei fan, ormai rassegnati all’attesa per l’uscita di Winds of Winter, il sesto capitolo della serie. Scopriamo quindi qualche curiosità, estrapolata dalle interviste allo scrittore!

george.jpg

Morte Prematura

Che cosa accadrebbe se l’autore morisse improvvisamente, senza completare la saga?

In caso di morte prematura, Martin ha dato l’ordine di distruggere il suo archivio e tutti i documenti che contiene, impedendo a chiunque di portare a…

View original post 576 altre parole

7 libri sul mondo di Game of Thrones (ufficiali e non)

Il Lettore Curioso

In passato vi ho parlato di tutte le edizioni italiane della Cronache del ghiaccio e del fuoco (che trovate qui). Oggi voglio invece parlarvi di tutti i libri inerenti al magico mondo creato da George R.R Martin, sia ufficiali che non ufficiali.

UFFICIALI

tyrion.jpg∼ L’arguzia e la saggezza di Tyrion Lannister

Questo libretto non è altro che una raccolta delle citazioni di Tyrion Lannister, sparse per i libri, pertanto non aspettatevi chissà che cosa.

È un’idea carina per un regalo, se non altro per la copertina in finta pelle di drago.

Prezzo 10,20€ – acquistabile qui.


∼ Colouring book ufficiale

colo.jpg

Diventa protagonista della saga di George R.R. Martin col primo coloring book ufficiale del Trono di Spade. Nelle 45 illustrazioni realizzate appositamente da famosi disegnatori, vedrete prendere vita la bellezza di Cersei Lannister, l’armatura istoriata di Ser Loras, la terribile Melisandre, la folle eccentricità di Daario Naharis, le…

View original post 587 altre parole

George R.R Martin e la guerra delle due rose ∼ la vera storia che ispirò la saga di Game of Thrones

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti e buon inizio settimana!

Oggi voglio parlarvi de “Le Cronache del ghiaccio e del fuoco” (Il trono di spade), e più precisamente del vero conflitto che ispirò George R.R Martin nella stesura della saga, La guerra delle due rose.

Quali punti hanno in comune la guerra delle due rose e il mondo del Trono di spade? Scopriamolo insieme!

Le basi del conflitto furono gettate con la morte di Edoardo III nel 1337, quando salì al trono il secondogenito Riccardo II, che aveva solamente dieci anni. Riccardo II “scavalcò” i tre figli del fratello primogenito, che era deceduto anni prima, diventando Re d’Inghilterra. Questo fatto fu di fondamentale importanza nel secolo successivo, e divenne la ragione alla base delle rivendicazioni al trono da parte dei discendenti dei figli del primogenito di Edoardo III.

rose1.PNG

In modo particolare i discendenti del terzo figlio di Edoardo, I Lancaster [LANNISTER

View original post 603 altre parole

È uscito il mio libro “Somnium” – un romanzo fantasy di Feliscia Silva e Gloria Credali

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti! Oggi sono felicissima di darvi finalmente una notizia che aspettavo da tanto tempo: è uscito il mio libro!

Ve ne ho già parlato in diverse occasioni, ma per chi si fosse perso i post precedenti vi lascio di nuovo la sinossi e la copertina.

somnium copertina ufficiale (1)«Ora sei una donna-aquila, e oltre a te, altri nove Blazon sono stati chiamati a ricoprire il loro ruolo, ognuno in vece dell’animale che incarna. Il posto nel mondo per un Blazon non è qui, sulla Terra Umana, ma in un’altra dimensione, dove i Blazon vivono, si addestrano e possono ritrovare il proprio habitat ancestrale. Lì è dove risiedono gli Incarnati, gli animali fantastici di cui incarniamo lo spirito. Ed è proprio lì, dove saremo diretti domani.»

Quando Doli è fuggita dal proprio passato per rifugiarsi in una nuova vita, non avrebbe mai immaginato di restare intrappolata in una routine che rispecchia tutto…

View original post 314 altre parole

∼ 5 sottogeneri del Fantasy che probabilmente non conosci

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti e buon fine settimana!

Continua il viaggio iniziato ieri nel mondo del FANTASY. Oggi voglio parlarvi di alcuni sottogeneri di cui forse non avete mai sentito parlare, o che comunque non sapevate si chiamassero in questo modo. Non dimenticate di lasciarmi un commento alla fine del post con le vostre impressioni, buona lettura!

∼ BANGSIAN FANTASY

fa1.jpgIl bangsian fantasy è forse uno dei sottogeneri più sconosciuti e meno esplorati dagli scrittori. Come la categoria madre, anch’esso trova le sue origini nella mitologica antica,  i protagonisti non sono quasi mai inventati, ma si basano su personaggi storici o mitologici. Il bangsian è caratterizzato dall’ambientazione collocata dopo la fine della vita, vengono quindi usati spesso il Paradiso, l’Inferno e l’Ade.

Personalmente non mi è ancora capitato di leggere romanzi di questa categoria, ma tra i più conosciuti mi viene in mente Viaggio in paradiso di Mark Twain.


∼…

View original post 376 altre parole

La mia Wishlist #7

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti, come procede la settimana?

Bentornati al consueto appuntamento con la mia wishlist, ovvero libri che vorrei acquistare in futuro. Anche questo mese il tema è il FANTASY, spero di fornirvi spunti interessanti per i vostri acquisti! Fatemi sapere nei commenti se avete altri suggerimenti!

Se volete aggiungere un titolo qualsiasi alla vostra wishlist amazon, non dovete far altro che cliccare nei vari link sparsi per l’articolo.

∼ Lo Hobbit e Il signore degli anelli

Ammetto di aver sempre avuto un certo timore per questa saga, dopotutto Tolkien è il padre del fantasy. Recentemente però mi è stata consigliata da una persona fidata e ho deciso che è arrivato il momento di iniziarla

Lo Hobbit – La trama in breve: Protagonisti della vicenda sono gli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, che vivono con semplicità e saggezza in…

View original post 632 altre parole

[RECENSIONE] Leggere Lo Hobbit 80 anni dopo l’uscita

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti i lettori del blog! Come state?

Oggi voglio parlarvi di Lo Hobbit, il capolavoro di Tolkien pubblicato per la prima volta 81 anni fa e che ho finito di leggere ieri. Vi lascio alla sinossi e alla mia recensione.

lo hobbit

Protagonisti della vicenda sono, gli hobbit, piccoli esseri “dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari”, che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell’ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell’impresa, inconsapevole che lungo il cammino s’imbatterà in una strana creatura di nome Gollum.

Bilbo Baggins è un hobbit che passa le proprie giornate…

View original post 475 altre parole

50 sfumature di…noia! [La recensione del terzo film]

Il Lettore Curioso

Buona sera a tutti i lettori del blog!

Forse vi starete chiedendo: ancora la recensione di un film? Avete ragione, ma questa sera ho voluto fare un’altra eccezione per parlarvi del film più chiacchierato di questo periodo e che ho avuto la sfortuna di vedere ieri sera! Il gioco di parole del titolo è stato già più che abusato, ma riassume secondo me l’intera pellicola in una sola parola. Ma facciamo un po’ di ordine prima: [questo articolo conterrà spoiler, perciò vi consiglio di astenervi dalla lettura se non volete rovinarvi la visione, non che ci sia granché da rovinare comunque!]

50.jpg

50 sfumature di rosso è il terzo film tratto dalla saga erotica di E.L James, che vede Anastasia alle prese con la sua nuova vita accanto al bel miliardario Christian Grey. In questo terzo e ultimo capitolo, la vita di Anastasia subisce una svolta improvvisa con la notizia dell’arrivo…

View original post 354 altre parole

Che pasticcio, Bridget Jones [RECENSIONE FLASH]

Il Lettore Curioso

Buona sera cari lettori! Oggi torno per parlarvi del secondo volume del diario di Bridget Jones, Che pasticcio, Bridget Jones! (Trovate la recensione del primo qui)

51mAF39gSkL._SX317_BO1,204,203,200_.jpgLa vita della single trentenne Bridget Jones è completamente cambiata: fidanzata con Mark Darcy, l’uomo dei suoi sogni, ha finalmente vinto la battaglia contro la bilancia. Innamorata e dimagrita, Bridget scopre ben presto che la convivenza logora persino le relazioni più romantiche. Non le resta che ricorrere ai manuali di self-help, alla scorta di sigarette e allo Chardonnay in frigo, soprattutto quando all’orizzonte compare Rebecca, filiforme, alta, elegantissima e decisamente troppo interessata a Mark.

Finalmente Bridget Jones ha lasciato da parte i vizi (più o meno) per godersi la nuova vita insieme all’affscinante avvocato Mark Darcy. L’idillio dura però poco, perché i guai sono dietro l’angolo, e tra un lavoro che inizia a starle stretto e la bellissima Rebecca, troppo interessata a Mark…

View original post 272 altre parole

Cure per i nostri amici animali

Creando Idee

Chi possiede un animale da compagnia, è portato a ricercare cure più dolci e naturali anche per il proprio animale, L’uso della fitoterapia in campo veterinario nasce dall’osservazione degli animali in natura, che sanno per istinto quali piante possono loro giovare: chi non ha mai visto un gatto “brucare” periodicamente l’erba selvatica, allo scopo di ripulire lo stomaco dai peli che ingoia leccando a lungo il mantello durante la sua accurata toilette? Dopo l’ingestione dell’erba, infatti, il gatto la rigetterà insieme a succhi gastrici e a un bolo di pelo agglutinato, liberando così lo stomaco dall’ingombro. Sempre il gatto adora la pianta Nepeta cataria, chiamata anche “erba gatta”, che possiede blande proprietà digestive e calmanti e agisce sull’animale anche come euforizzante: vediamo infatti che esso l’annusa, la lecca, la mastica ripetutamente, ci gioca e ci si sdraia sopra e persino i gatti anziani, dopo averla ingerita, sembrano riacquistare le forze…

View original post 203 altre parole

Caratteristiche di un rapporto sano

Creando Idee

Nel linguaggio popolare, quando incontriamo una persona di cui ci innamoriamo, diciamo che “ci fa impazzire”, ma è chiaro che in ogni rapporto ci deve essere un po’ di ragionevolezza. E a quel punto possiamo chiamarlo “rapporto sano”, fatto da persone che si comprendono, o possiamo dargli altri mille nomi diversi. Ma soprattutto va detto che in un rapporto del genere è possibile trovare un equilibrio, o almeno questo è ciò che sostengono alcuni esperti. Un punto importante per avere una relazione di coppia sana è che ogni membro sia responsabile della propria felicità. È fondamentale che l’amore verso l’altro nasca da un solido amor proprio e da una forte autostima che rafforzi l’idea che abbiamo tante cose preziose da apportare alla relazione.Ricordate che se vi sottovaluterete, potreste finire per incolpare il vostro partner o per dipendere troppo da lui/lei. È per questo motivo, che il rapporto deve essere…

View original post 250 altre parole

Intervista: Barbara Appiano – Adelante Palabra

Anna & Camilla

La casa editrice Kimerik, mi propone sempre autori di grande caratura e libri molto valevoli, sinceramente alcune volte mi trovo in imbarazzo a sottolineare, a voi lettori, la bellezza di questi scritti. Così è per la poetessa Barbara Appiano, artista poliedrica e narratrice esperta. Adelante Palabra è un libro di poesie, le parole sono essenziali, gli argomenti pure, ma dietro a tutto questo c’è un mondo che noi lettori dobbiamo scoprire e che l’autrice ci induce a scoprire. L’intervista è meravigliosa, si scopre un’autrice che ama definirsi pensatrice, produttrice di cultura, quale altra garanzia possiamo richiedere per comprare e leggere questo libro? Scopritela e amatela, se ancora non lo avete fatto.

Adelante Palabra è il titolo del suo libro di poesie, cosa significa? Significa in italiano “vai avanti parola”. Io amo le lingue, ho studiato inglese, francese, spagnolo, russo tedesco. Ho lavorato anche all’estero nel campo dell’automazione industriale per…

View original post 1.314 altre parole

Il pane fatto in casa è un esperienza da fare

Creando Idee

Fare il pane in casa da soli è un’esperienza che va provata almeno una volta. Certamente il suo profumo durante la cottura inonderà la vostra cucina e sulla vostra tavola farà la differenza accompagnando le vostre squisite pietanze. Ecco alcune accortezze da seguire, sono molto semplici e la pratica attraverso la quale è possibile ottenere una buona sicurezza nel risultato è davvero alla portata di tutti. La farina è importante: sceglietela sempre di qualità. Ricordate che mescolare diversi tipi di farina, con criterio, può dare al pane un gusto e una friabilità ancora migliori. Provate, per esempio, a mescolare in parti uguali farina 0 per panificazione e farina di manitoba  La compattezza dell’impasto deve essere morbida ma consistente: se l’impasto è troppo duro, aggiungete acqua tiepida a piccole dosi, altrimenti faticherà a lievitare. Se, al contrario, l’impasto è troppo morbido, aggiungete a poco a poco della farina. Lasciate sempre lievitare…

View original post 104 altre parole

Il sale e il sangue/2

Le avventure di tutto

34479099_365438340634083_7136465900382715904_nCapitolo 2

Il vento soffiava forte.

La nave oscillava a destra e a sinistra, rischiando di ribaltarsi.

“Tenete duro!  Tenete duro!” gridava qualcuno dal ponte, ma lui… lui fissava gli occhi verdi di Jane, impauriti e imploranti aiuto. E poi scivolò sul pavimento scivoloso.

“Afferra la mano, forza!” gridò lui, col cuore in gola. Non poteva perderla, non quella sera, non in quel momento. Jane si era aggrappata al parapetto. Fra lei e la furia del mare c’era solo qualche metro, che sembrava anche meno a causa del vento che giocava tentando di farle scivolare le gelide mani intorpidite della ragazza; e c’era la pioggia e le onde del mare che frustavano le già pesanti vesti delle povere vittime di quella tempesta.

“Jane! Per favore!” supplicò lui, tenendo fissi gli occhi della ragazza, che in altri tempi li aveva definiti gli smeraldi più belli del mondo, al punto da volerla…

View original post 1.383 altre parole

Anno Astrale 2856

Le avventure di tutto

Questa è una storia ambientata nel Far West futuristico. Un esperimento se vogliamo, che poi era da tempo che volevo scrivere una storia con pistoleri e polvere sulla strada.

Anno astrale 2856.

Il vento soffiava da Ovest, portando con sé un enorme quantitativo di polvere.

Era mezzogiorno, a Bear Moon River, ma tutto era fermo. Jack era di fronte a John, si trovavano a cinquanta passi di distanza l’uno dall’altro. A metà strada, lo sceriffo Anthony con aria stanca, che era stato interpellato per quella disputa.

Tutto attorno a loro era stato chiuso. Le case sprangate, le finestre prive di ogni peonia, non c’era altra traccia di essere umani o viventi a parte loro tre.

“Per l’ultima volta, John Partridge” disse aspro Jack, pronto a estrarre la sua pistola. “Non vuoi arrenderti o chiedermi scusa?”

“Scusa per cosa, Jack?” chiese John, anche lui pronto a estrarre la sua. Per la…

View original post 1.964 altre parole

Le ricette di Sandra.

Le avventure di tutto

Immagine

Questa domenica abbiamo un ospite speciale!

Salve a tutti! Sono Sandra, L’ANCORA DA NAVE!

Ma sì, tutti i capitani mi conoscono: mi calate e mi tirate su tutte le volte che volete, ma in tutti questi anni anche io ho pensato a quale hobby poter coltivare e alla fine ho deciso per la sacra arte culinaria!

Ebbene, oggi credo di fare un fritto misto. Forse per sorprendervi avrei dovuto preparare un buon agnello con la polenta, ma in effetti come prima ricetta mi sta bene preparare qualcosa di più congeniale, ossia, appunto, il fritto misto.

Io sono un’ancora, e come tale ogni giorno ho a che fare col sale, quindi quello c’è. Poi dobbiamo prendere i gamberetti e i calamari, che non sempre si attaccano a me, quelle sono le conchiglie e a quanto ne so le conchiglie non si usano per questa ricetta.

“Come, non si usano?”

La voce…

View original post 274 altre parole

Ernesta e la Principessa Nonmivieneilnome

Le avventure di tutto

Immagine

C’era una volta…

Sicuro?

Vi giuro che l’ho vista!

C’era una volta Ernesta. Ernesta era quel tipo di persona la quale ti veniva voglia di chiedere tutte le domande tipiche per fare conversazione: “Ciao, come ti chiami? Qual è la tua password preferita? Preferisci i tostapane o gli alimentatori? Vuoi un pezzettino di carta?” e allora lei rispondeva “Voglio fare ciò che mi fa stare bene”; oppure, nei giorni pari “Vorrei avere un tetto sopra la testa”.

Sta di fatto che dieci… o trentacinque anni dopo, a seconda del calendario che si usa, ad Ernesta cadde su di sé un tetto enorme dal nulla, e accadde proprio mentre stava andando a passeggiare col cane. “Ehi!” esclamò infuriata Ernesta.

“Ehi” rispose il tetto. “Non eri tu che volevi un tetto sopra la testa?”

E così, la povera Ernesta fu costretta a girare per le via con la definizione di Ernesta, quella…

View original post 383 altre parole

Vale mucho más

Poesía de Lucio Data

Vale mucho más x+ el momento que llega      cuando te sorprende sin cita previa -y no lo esperas- al que te invitan/tenías apalabrado ya sin remedio... Vale mucho más imaginarte el saldo/ saludo de un beso en el rostro del cariño evocado... que mil abrazos del mismo tras el rastro de su deseo esclavizado. Vale mucho más cien sueños, -los mismos gritos que diste al silencio-, aquella tarde cálida mientras el sol calentaba tus sesos... que cientos de realidades que te dejen después perplejo. Valen los mismos pájaros, que en su vuelo, con su canto alegran la pesada carga/ -tarea en la colmena- colgando de sus nidos la atragantada desazón que se convierte cada mañana en una celda. Valen igual tus cálidas añoranzas navegando sin rumbo... náufragas entre las naves esquivas, que intuitivas conquistaban a más enemigos de los que huían. Vale mucho más el fiel suspiro que…

View original post 200 altre parole

#ReadChristie2019: una reading challenge col morto (quasi)

- Radical Ging -

Diciamolo, se ci seguite con assiduità saprete sicuramente che Agatha Christie è una delle nostre scrittrici preferite in assoluto. Abbiamo parlato della sua vita prima di diventare scrittrice, del viaggio intorno al mondo, della misteriosa scomparsa nel 1926, del circolo di scrittori di cui faceva parte e del quale è stata anche presidente. Tuttavia, non abbiamo parlato delle opere in modo esaustivo, pur citandole spesso su Instagram. Ed ecco che entra in gioco l’Agatha Christie Limited, la società, creata dalla stessa scrittrice, che dagli anni ’50 si occupa di gestire la proprietà intellettuale e i diritti d’autore sulle opere, originali e derivate, di Agatha Christie.

Per il 2019, le menti allenate della ACL hanno creato una reading challenge che, distribuita su 12 mesi, stimola il lettore a scegliere (e leggere) un libro diverso per ogni mese. Ogni mese ha un tema particolare, così…

View original post 759 altre parole

Sabahattin Ali e la sua Madonna col cappotto di pelliccia: invecchiare con stile

- Radical Ging -

A volte si sentono domande complesse e a cui è impossibile dare risposta come “qual è il libro migliore che hai letto quest’anno?” È impossibile rispondere a una domanda del genere perché ogni libro, proprio come le persone, è diverso dall’altro e se è pubblicato significa che ha superato il giudizio di molte persone e che è stato sottoposto a un lavorìo intenso (poi, ovviamente, entrano in gioco anche altri fattori di cui non mi metto qui a discutere). In questo caso, Madonna col cappotto di pelliccia, di SabahattinAli si avvicina molto a qualcosa di simile al concetto del “libro migliore letto quest’anno”, perlomeno si potrebbe dire che è uno dei più potenti. Il volume, uscito qui in Italia al principiare dell’anno nuovo per Fazi nella traduzione di BarbaraLaRosaSalim, presenta una storia alquanto curiosa.

Nella sua terra natia, in Turchia, venne pubblicato…

View original post 544 altre parole

The Queen is Dead, Long Live the Queen: 43 anni dalla morte di Agatha Christie

- Radical Ging -

Il 12 gennaio 1976, 43 anni fa, moriva Agatha Christie. Lasciava al mondo 74 romanzi (+1, Addio Miss Marple, che venne pubblicato postumo), 28 raccolte di racconti, 3 raccolte di poesie, 16 sceneggiature teatrali, 7 adattamenti per radio e 1 autobiografia (l’altra uscì postuma). Insieme a questa eredità letteraria, con un denouement degno di Poirot, Agatha lasciava il palcoscenico della letteratura inglese  e non solo, sistemando ogni bandolo della matassa che aveva lasciato dietro sé, ricomponendo un quadro ordinato, all’apparenza perfetto, pieno di luci e ombre.

Chiamata da Poirot nei fumi d’un illeggibile aldilà, Hercule Poirot non ha voluto restar solo e ha chiamato a sé l’autrice che per innumerevoli anni l’aveva fatto vivere sulla pagina e infine l’aveva « ucciso » in un ultimo romanzo. […]

Giovanni Arpino, La Stampa, 13 gennaio 1976.

Proprio come uno dei suoi protagonisti, Agatha aveva messo in moto le celluline grigie

View original post 1.399 altre parole

Ursula K. Le Guin e la saga di Terramare

- Radical Ging -

Quando si parla di letteratura di genere, tanto più se fantasy, ci sono ancora troppi pregiudizi. Che si tratti di chi ostinatamente continua a ritenere che il genere non sia letteratura (parlo di quell’atteggiamento del tipo “oddio, ma in questo libro ci sono i draghi?!”) o di chi confina la letteratura fantastica ad ambienti politici estremisti deformandone i tòpoi, poco cambia. Nella realtà dei fatti, i romanzi in questione attingono a canoni differenti dai romanzi di narrativa o dai classiconi che vengono fatti leggere a scuola, e questo è indubbio, ma non per questo hanno dignitàletteraria inferiore.

Frugò nella memoria, sforzandosi di ricordare tutte le formule magiche e gli incantesimi che aveva imparato, in cerca di qualcosa che potesse dare a lui e ai suoi compagni un vantaggio, o almeno una qualche opportunità di cavarsela. ma il bisogno di per sé, non è sufficiente a scatenare il potere…

View original post 943 altre parole

Vita notturna, di Antonio Meola

Vita notturna, di Antonio Meola

Vita notturna.jpg

Vita notturna

Ombre
che nella notte
ricamano i muri
dei vicoli bui
della città che dorme
Ombre
che solitarie vanno,
strette l’una all’altra
come fossero innamorate,
scivolando lentamente
sull’umido cammino.
Ombre
che si allungano,
che cambiano forma
per non farsi imprigionare
dagli sguardi sfuggenti
di chi
al passo le segue.
Ombre
che nella notte
prendono vita
da ogni lampione,
da ogni flebile
fiamma di candela
Ombre
che prendono coraggio
dalla luce delle stelle,
dalla magia
di mille
raggi di luna.
Ombre
che hanno vita
e mai una fine,
spariscono
per poi ricomparire
dove prima
erano sparite.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

L’arabis

Spotjardin.com

PRÉSENTATION L’arabis appelé également arabette vous permettra d’obtenir un très beau tapis fleuri de couleur blanche, parfois rose. Cette plante convient très bien aux terrains secs ainsi qu’aux racailles mais a une capacité de s’adapter assez facilement à d’autres situations comme dans le sable par exemple ou encore dans les joints des dallages.

View original post 521 altre parole

– Una cosa sola –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Ogni tanto mi perdo a guardarti, nelle tue immense qualità, nella tua spigliatezza, nella tua voglia di parlare al mondo, un po’ come me. Alla fine è come un bisogno, ma sai qual è il bello? Il bello è che al centro di questo mondo tu sei con me, mio secondo corpo, mio primo cuore. Il tuo talento ed i tuoi sogni portano del dolce in mezzo all’amarezza, della speranza in mezzo alla rassegnazione. Hai una voce ereditata dalla luna ed una mente ereditata dal sole. E quando tutto questo un giorno ti sembrerà di perderlo, io sarò lì a ricordarti chi sei, sempre. Il tuo volto intero lo riservo a me, sono protettiva in amore e tu mi hai reso una donna innamorata dell’essere madre. Non è mica sempre tutto roseo, ma che mondo sarebbe se fosse composto da un solo colore?. E tu sei un intero arcobaleno, infinito…

View original post 119 altre parole

Bipolarmind … poesia

Il Pikaciccio

Il nostro poeta .. era noi piacciono sempre di più !

Ero stanco
Per questo,
Lo incatenai,
Doveva essere l’ultima bruciatura.
Restavo esterrefatto
Davanti alla sua tenacia,
Nei vani tentativi di riprovare,
Avrebbe dovuto capire.
Non potevo più tollerare
Quel dolore
Ad ogni fallimento,
Non rimaneva spazio sul corpo.
Mi sarei accontentato,
Di una grigia
Quiete,
Sospeso in una fredda nebbia.
Eppure continuava,
Imperterrito, ad aspettare
Un’altra scintilla,
Lo credevo spento.
Eppure quel giorno
Un fulmine ruppe
Le catene
Le sue fiamme si riaccesero
E battendo forte
Venne da me
E mi sussurrò
quella sarà l’ultima bruciatura.

View original post

Bello dirselo tutti i giorni ….

Il Pikaciccio

Abbiamo trovato quest’immagine su Facebook, e ci è piaciuta proprio tanto ….

Sappiamo bene che è un pezzo di una canzone di Vasco Rossi….. ammettiamolo ci piace pure lui…

E’ stato però lo spunto di riflessione su quanto sia importante dirselo tutti i giorni …..

Mi piaci tu, mi piace stare con te, mi piaci e basta …

Anche quando si sta insieme gia da qualche anno …

o quando come noi in questo momento stiamo anche lavorando insieme…..e le discussioni sono all’ordine del giorno … ops all’ordine del minuto….

Eh si siamo due belle testine … ognuna convinta delle proprie idee… e quindi per ogni cosa si battaglia …. ma poi è bello fermarsi e dirsi …. ma lo sai che sei bella quando ti arrabbi ? …. oppure sei un rombiballe ma mi piaci un sacco ….

e nelle bostre coppie come funziona ??

View original post

Simon Urban, Piano D. E se il Muro di Berlino non fosse mai crollato?

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

La vita è l’unico gioco d’azzardo legale nella DDR e l’omicidio nella DDR un gioco d’azzardo in cui ogni giocatore porta in aggiunta anche una pistola da roulette russa, dunque tenete a freno le aspettative, solo chi non si aspetta niente può vincere qualcosa.

Piano D, di Simon Urban, Keller editore 2018, traduzione di Roberta Gado, pagg 535. Prima pubblicazione 2011

Se decidete di leggerlo, mettete in conto qualche notte in bianco, soprattutto se avete l’abitudine di leggere allungati sul letto, per conciliare il sonno. Il romanzo di Urban vi terrà ben svegli. Le oltre cinquecento pagine non vi sembreranno impossibili da domare in breve tempo, una volta lette le prime, finendo risucchiati dentro questo romanzo ucronico di altissimo livello letterario. Un romanzo che ha in sé diverse anime: un thriller dove gli omicidi non mancano, una spy novel, un romanzo a sfondo fanta-politico. Il tutto confezionato con…

View original post 1.354 altre parole

SMETTILA DI GIUSTIFICARTI

miriammessina

Mi sono scoperta libera il giorno in cui parlando con qualcuno, non mi sono applicata più a giustificare la mia vita.
Giustificare il mio modo di pormi,  il posto in cui abito, il lavoro che ho scelto, le mie amicizie , la mia casa, le mie abitudini, i vestiti che indosso.
Quanto tempo ed energie perdiamo nel giustificare noi stessi agli occhi degli altri?
Una persona libera ha come punto di riferimento soltanto il proprio percorso e i propri obiettivi.
Tanto per gli altri non andrai mai bene.
Se hai un figlio, ti chiedono perché non ne hai due, se hai due femmine, ti chiedono perché non provi ad avere un maschietto, se non ne hai proprio, ti fanno sentire mutilata, come se solo i figli ci rendessero felici e completi.
Se sei single, ti chiedono perché non ti fidanzi, se convivi, ti chiedono perché non ti sposi, se hai…

View original post 136 altre parole

Pasta fullada amb crema pastissera i fruites

Celler-Adocse

Ingredients:

Per a la pasta fullada:

  • 200 gr de farina,
  • 4 gr de sal,
  • 60 gr de mantega,
  • 100 ml d´aigua
  • 90 gr més de mantega

Crema pastissera:

  • 250 ml de llet,
  • un trosset de vaina de vainilla,
  • 3 rovells,
  • 50 gr de sucre,
  • 15 gr de maizena,
  • 20 gr de mantega
  • Fruites del temps (per exemple kiwis i maduixes)

Preparació:

Per fer la pasta fullada heu primer de desfer amb les mans els 60 gr de mantega en els 200 gr de farina amb sal. Tot seguit ho mulleu amb l´aigua, i aquesta massa l´haurem d´estirar i que quedi més o menys com un quadrat. A continuació treieu de la nevera els altres 90 gr de mantega i amb el corró l´aneu xafant fins que quedi quasi xafada del tot. La posem al mig de la massa estirada i ho envoliquem seguint les agulles del rellotge. Estirem la massa…

View original post 288 altre parole

Polenta gratinata con funghi Cardoncelli al sugo

InTheNameOfSeitan

Al mio segnalescatenate l’inverno” 😜… e qual’è uno dei tipici piatti invernali?
La polenta… che oggi vi presenterò in una gustosissima versione cruelty-free.
Per gustarla a tutto tondo, a mio avviso, bisogna che sia affiancata da un succulento contorno di funghi. Se questi poi sono dei Cardoncelli allora la pietanza può raggiungere livelli top! Siete pronti? Procediamo…

Ingredienti (per 2 persone):

400gr di funghi Cardoncelli

200gr di farina di mais per polenta

2 spicchi d’aglio

1 ciuffetto di foglie di carote

2 mestoli di passata pomodoro

Vino Bianco

Paprika affumicata

Olio evo

Sale

Vi consiglio di portartvi avanti con la cottura dei funghi nel mentre faremo in modo che la nostra polenta prenda forma.

Procuriamoci innanzitutto 400gr di funghi Cardoncelli e dell’ottimo aglio.

Dopo averli spazzolati accuratamente e privati da eventuali impurità li andremo ad affettare.

In una padella con un…

View original post 284 altre parole

Sopprimibili resti

SempreAdelantando

sopprimibili resti umani sono

solubili in poca acqua: quella giusta

e misera d’un rigagnolo di fogna:

e qui è la sufficienza a che si diano

trasformandosi letteralmente in vittime.

Eccoveli: anime compresse al suolo

finzione d’innocenza fine, in pochi attimi

sgonfiandosi come palloni

sibilare ricordi.

Forse colpevoli o solo di non-vita

puniti e smunti

che di male anch’essi ne fanno e subiscono:

carnefici al punto dimessi

da rimettersi in mano ai generali: paciosi

costoro, ravananti l’impasto d’essi fragili

fortunosità remote desposte a riva

in scalpiccio brulicante scomposto

dalla battigia muovendolo a battaglia

da vallo Adriano,  a vallo Atlantico

a Kursk!

A Kursk: obliata l’arancia sanguinella

cruenta, tumultuante, rossa nel trascendere

fraterni cadaveri, motili perchè galleggianti

della stessa sostanza messa a purgatorio

 

d’essi umili della certezza privati e fragili

d’essi arroganti seppure dai corpi deboli

le menti succubi ottenebrate tumide:

sottomesse alla famiglia

alla patria

ad un credo e ad…

View original post 88 altre parole

🎵 Bohemian Rhapsody 🎵 (2) – commentary

words and music and stories

 

 

“Bohemian Rhapsody”was written by Freddie Mercury for Queen’s 1975 album “A Night at the Opera”. The song is unusual for a popular single and consists of several sections combining disparate musical styles: it is a six-minute suite without a chorus, which begins with an introduction, then goes into a ballad segment, an operatic interlude, a hard rock part, and it concludes with a coda.

In 1975 Mercury had reached a turning point in his personal life: after living with Mary Austin for seven years, he had embarked on his first love affair with a man. Therefore, the song provides an insight into his emotional state at the time.

When it was released as a single, it became a commercial success, and it reached number one again in 1991 when it was re-released after Mercury’s death. It remains one of Queen’s most popular songs and may be considered…

View original post 466 altre parole

Happy birthday S.Hawking.. 🎂🎂

Bacial

Happy birthday to my greatest ever inspiration … Stephen Hawking…

Very few people wanted him to achieve success and very very few people wanted him to live till such a great age…

But none of you can imagine how hard he had strugled with intense courage andstrong determination to understand his and our universe….

His mind changed his world and his brain changed our universe…

Celebrating 100 years of general relativity…. 😊

A sketch by me for him…..

1942 – infinity…

View original post

Comune Casale. Sequestro dei Nas: Il Comune e la ditta addetta alla mensa non hanno nessuna responsabilità

Comune Casale Monferrato. Sequestro dei Nas: Il Comune e la ditta addetta alla mensa non hanno nessuna responsabilità

Casale Monferrato: Il servizio mensa per le scuole cittadine si rivolge agli studenti della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di Primo Grado (circa 1.800 pasti giornalieri).

casale_monferrato-palazzo_del_credito_italiano1

I pasti sono preparati e confezionati nelle cucine della Casa di Riposo da personale qualificato e competente in ambiente separato ed esclusivo per gli studenti destinatari del servizio.

Per le scuole dell’infanzia e primarie, i pasti vengono consegnati e consumati direttamente nelle mense presenti all’interno degli istituti mentre gli alunni delle scuole secondarie di primo grado usufruiscono dei seguenti refettori:

– Self Service Casa di Riposo (scuola Media Leardi)

– Scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri (scuola Media Dante Alighieri)

– Scuola dell’infanzia e primaria Martiri della Libertà  (scuola Media Trevigi)

Tutte le mense nelle scuole utilizzano piatti in ceramica e posate metalliche.

In merito al recente sequestro di piatti e stoviglie operato dai Carabinieri dei Nas al Self Service della Casa di Riposo spiegano il sindaco Titti Palazzetti e l’assessore all’Istruzione Ornella Caprioglio: «I Carabinieri dei Nas hanno operato circa un mese fa al sequestro di piatti e stoviglie biodegradabili in uso presso il Self Service della Casa di Riposo in quanto sprovvisti dell’etichettatura prevista dalla legge. La ditta fornitrice, situata nel cuneese, sarà chiamata a rispondere dell’inadempienza. Precisiamo che il Comune e la ditta che prepara i pasti non hanno alcuna responsabilità in proposito e non erano stati avvisati – come del resto la scuola – della problematica emersa in seguito alla denuncia di una madre che ha portato all’ispezione e quindi al sequestro. Ricordiamo che in ogni istituto esiste la Commissione Mensa formata da rappresentanti dei genitori e docenti di riferimento che sono in contatto diretto con l’Assessorato all’Istruzione. Siamo dispiaciute che l’episodio non sia stato contestualmente segnalato alla scuola, alla commissione e al Comune. Ricordiamo ai genitori che da parte nostra c’è la più sollecita volontà di collaborazione affinché i ragazzi possano usufruire di un pasto di alto livello».

Gara di scienze: Produrre energia pulita per una città sostenibile, ecologica e sicura per la salute degli abitanti

Gara di scienze: Produrre energia pulita per una città sostenibile, ecologica e sicura per la salute degli abitanti

Alessandria: Familiarizzare con il concetto di “energia” e sensibilizzare sui temi del risparmio energetico, dell’uso efficiente delle risorse e della riqualifica dell’ambiente

pro img_0992pro img_0987

3i Group e il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT) dell’Università del Piemonte Orientale hanno organizzato, per l’anno scolastico 2018/2019, la seconda edizione del progetto didattico scientifico ‘Energia in Energia’: Gara di scienze: produrre energia pulita per una città sostenibile, ecologica e sicura per la salute degli abitanti”.

Il progetto le cui finalità rientrano tra le tematiche inserite nell’Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile del 2030 (obiettivo n° 7 “Energia pulita e accessibile” e n° 11 “Città e comunità sostenibili”) ha ottenuto il pieno appoggio dell’Amministrazione Comunale di Alessandria, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Alessandria e di AMAG Reti Idriche attraverso un accordo di cooperazione.

Partecipano a questa seconda edizione anche l’istituto Tecnico Industriale Statale “A. Volta” con progetti di Alternanza Scuola – Lavoro per attività di peer education e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha sostenuto economicamente il progetto. La competizione, rivolta agli alunni delle scuole Primarie e Secondarie di primo grado del territorio, e dedicata al tema dell’energia rinnovabile, consente di sviluppare esperienze in cui la familiarizzazione con il concetto di energia si coniuga efficacemente con la sensibilità ai temi del risparmio energetico, dell’uso efficiente delle risorse e della riqualificazione complessiva dell’ambiente. Continua a leggere “Gara di scienze: Produrre energia pulita per una città sostenibile, ecologica e sicura per la salute degli abitanti”

Nas di Alessandria: sequestrati 4mila piatti di plastica in una mensa scolastica

Nas di Alessandria: sequestrati 4mila piatti di plastica in una mensa scolastica

Questa mattina in una scuola media di Casale Monferrato: analisi in corso

Coldiretti: Non solo preoccupazione per la qualità del cibo: intanto continua sul territorio l’attività di Coldiretti nell’ambito del progetto “Educazione alla Campagna Amica”

mensa-scuola-menu-differenziato-300x225

Partiamo dal dato emerso da un’indagine Coldiretti divulgata qualche mese fa, esattamente in occasione dell’inizio dell’anno scolastico: più di un italiano su quattro (26%) ritiene scarsa la qualità del cibo offerto nelle mense della scuola. E non è un caso che una netta maggioranza, il 71%,  ritiene che le mense dovrebbero offrire i cibi più sani per educare le nuove generazioni dal punto di vista alimentare mentre solo il 12 per cento ritiene che dovrebbero essere serviti i piatti che piacciono di più.

Ma non è solo la qualità del cibo a destare preoccupazione quando si parla di mense infatti, se a sciogliersi assieme alle vivande sono i piatti che i cibi dovrebbero contenere allora la preoccupazione raddoppia. Continua a leggere “Nas di Alessandria: sequestrati 4mila piatti di plastica in una mensa scolastica”

Morire a primavera, di Loredana Mariniello

Morire a primavera, di Loredana Mariniello

morire a primavera

Morire a primavera

per reincarnarmi in te,

nutrirmi del tuo sangue

sentirlo scorrere in me

Ma tu le accoglieresti

queste mie bianche spoglie,

o al vento le rigetteresti

caduche e fragili foglie ?

Non voglio derubarti della tua identità,

neppure spodestare la tua sublime maestà !

Lasciami solo varcare la soglia del tuo corpo

per sollevarti appena appena un ciglio

e trovar poi giaciglio in quel groviglio di braccia

e prospero rigoglio sotto la spessa buccia

Vagire come un infante

usando la tua bocca

Asserragliarmi in te

come in un’alta rocca,

perchè io non conosco

dimora più fulgida e ricca

di questa stramba voglia

che vive folle in me

e che mai mai invecchia !

Le cicale di luglio … di Giusy Del Vento

Le cicale di luglio … di Giusy Del Vento

le cicale di

Le cicale di luglio non bastano
a confermare questa estate
La porta di casa ancora cigola
te ne lamentavi sempre
prima o poi la sistemo giuro!
Ma è azzurra, ed è bella anche così
Il basilico è fiorito
come un bouquet di sposa
anche lui ti aspetta paziente con me
quando arrivi?
Metterò le parole in infusione
i sedimenti poseranno in fondo
Questa sera ne berrò due tazze
pensandoti, così
stanotte verrò in sogno
a leggerti la mia poesia
tieni le ciglia ben strette e se sentirai
una carezza, rendimi un bacio
che . . . sono io

Giusy Del Vento

Giocare a tetris per curare il disturbo post traumatico da stress

ORME SVELATE

Tetris (Elena Semenova)

Una procedura di intervento comportamentale che include il gioco per computer Tetris potrebbe aiutare le persone con disturbo post traumatico da stress (PTSD) ad alleviare ricordi visivi involontariamente ricorrenti di esperienze traumatiche. Questa è la conclusione raggiunta da un team della Ruhr-Universität Bochum insieme a un ricercatore del Karolinska Institutet in Svezia, a seguito di uno studio condotto su 20 pazienti ricoverati con PTSD. A seguito di un intervento che ha coinvolto la riproduzione di Tetris, il numero di flashback per gli eventi stressanti è diminuito. Uno dei sintomi più gravi del PTSD è la ricorrenza involontaria di ricordi visivi di esperienze traumatiche. Il PTSD può essere trattato bene utilizzando le terapie disponibili”, afferma Henrik Kessler, medico senior e terapista traumatizzato, tuttavia, ci sono molti più pazienti che posti di terapia. Ecco perché i ricercatori stanno cercando metodi al di fuori dei trattamenti convenzionali in grado di…

View original post 591 altre parole

L’illusione della Mona Lisa

ORME SVELATE

Mona Lisa (Carmelo Margarone)

Nella scienza, “l’effetto Mona Lisa” si riferisce all’impressione che gli occhi della persona ritratta in un’immagine sembrano seguire lo spettatore mentre si muovono di fronte all’immagine. Due ricercatori del Cognitive Interaction Technology (CITEC) del Cluster of Excellence dell’Università di Bielefeld dimostrano che, ironicamente, questo effetto non si verifica con il dipinto di fama mondiale “La Gioconda” di Leonardo da Vinci – smascherando una leggenda scientifica. I ricercatori stanno presentando i risultati del loro studio sulla rivista scientifica i-Perception. Le persone sono molto brave a valutare se vengono guardate dagli altri. La psicologia percettiva lo dimostrò negli anni ’60. Le persone possono sentirsi come se fossero guardate sia da fotografie che dai dipinti – se la persona ritratta guarda dritto davanti all’immagine, cioè con un angolo di 0 gradi. Con uno sguardo leggermente laterale, puoi ancora sentire come se fossi stato guardato. Questo è stato percepito come…

View original post 490 altre parole

Mare Nostrum, di Giuliano Saba

Mare Nostrum, di Giuliano Saba

Mare Nostrum.jpg

Mare Nostrum .

Portami
Sulle rive dei tuoi sentimenti
Riponi i dubbi
Sulle onde
E affidale alle spume della verità.
Copri il passato
Con la sabbia del presente
Posa le tue carni
Sullo scoglio più sicuro
Lasciale fra le braccia
Dei raggi di quel sole
Perche’ ne illumini il futuro.
Rendimi i silenzi
Di quelle notti insonni
Trascorse ad ammirare
Il tuo corpo
Rilassato e sereno.
Appaga i tuoi desideri
Con la luce nuova del risveglio.
E lasciami naufragare
Nel tuo mare
Senza onde di dubbi.
Nunca Et Semper.
Giuliano Saba