Una parola tira l’altra…

Bucaneve, simbolo, fiore, primavera, neve, inverno, speranza, leggenda

Rubando le parole allo scrittore e giornalista Giovanni Domenico Stuparich, dettoGiani(Trieste,4 aprile1891–Roma,7 aprile1961):

“I bucaneve nascono tra l’ultimo brivido dell’inverno e il primo bacio della primavera”.

Trovo quest’espressione bellissima, vedendo il loro chino capo muoversi sotto le carezze di una brezza mattutina immagino davvero sia un brivido di freddo, come un tremolio improvviso che fa danzare piccole campane, piccoli fiocchi di neve; campanelle che poi magari si quietano perché rasserenate dal bacio di un timido raggio di sole primaverile. Quanta dolcezza nelle parole di Stuparich!

Ma torniamo a noi… sapete perché nel titolo ho scritto: Fiore di latte e neve?

Se da alcuni vien chiamato Stella di neve, Lacrima di neve, Lacrima bianca, Stella del mattino, Galatino, Fior di neve, tutti lo riconosciamo di certo indicandolo come Bucaneve e il suo nome scientifico è “Galanthus nivalis”, nome greco composto da “Galathus = lattefiore + Nivalis = di…

View original post 973 altre parole