– Interessante. Un ingegnere con la passione della lettura. –

– Diciamo di sì. –

– Nient’altro? –

– Cioè? –

– Forse, hai in mente di farmi concorrenza – dice Gabriele, con il sorriso sulle labbra.

– Non ci penso nemmeno, non ne sarei capace – risponde Francesco.

– Mai dire mai, molti grandi lettori si cimentano con la scrittura, pensando di esserne all’altezza solo per il fatto di essere dei divoratori di libri, ma le cose non vanno proprio così. Ehi, con questo non voglio disilluderti, nel caso vorresti … –

– Scrivere? – No, non fa per me. Ognuno con il suo lavoro. –

– Sagge parole. Hai letto molti miei libri? –

– Sì, quasi tutti. –

– Complimenti! Sono io che devo ringraziarti. Be’, ora non mi dirai che ti sono piaciuti tutti, perché non ci credo. –

– Fanno pensare, riflettere, ma in alcuni casi sono contraddittori e lasciano un senso di …-

– Di vuoto? –

– Sì, è il termine giusto. Ho letto e riletto ogni singola frase e parola, per meglio capirne il significato, dove il pensiero dell’autore volesse arrivare. –

– Non credi che i personaggi possano avere una loro autonomia? –

– Non lo so, a volte sì, in altre invece si vede che sei tu a manovrarli, come se fossero dei burattini. –

– Sono famoso per essere un narratore onnisciente, ma non un burattinaio.

– Non volevo offenderti. –

– Stavo scherzando. Mi hai passato ai raggi x, questo è poco ma sicuro. –

– Già. –

– Un lavoro impegnativo. –

– Sì. –

– Immagino che questo ti abbia portato a una conclusione. Senti, io ho sete, mi prendo qualcosa da bere. Vuoi farmi compagnia? –

– Va bene. –

– Cosa preferisci, un caffè o una bevanda analcolica? Io prendo un succo di frutta all’arancia. –

– Anche per me, grazie. –

Gabriele si allontana e poco dopo ritorna con due bicchieri di aranciata, porgendone uno a Francesco, per poi sedersi.

– Sei sposato? –

– No – risponde il suo ospite.

– Io sono separato da circa quattro anni, e al momento non ho in mente di ricominciare una nuova vita di coppia, mi godo il mio status da single, che non è male. Sei d’accordo? –

– Non lo so, non saprei rispondere, visto che fino ad ora non sono stato sposato e … non ho nessuna esperienza di coppia. –

– È una tua scelta di vita? –

– Non credo, non ho trovato la persona giusta. –

– Hai detto persona e non donna. –

– Credevo che fosse sottinteso. –

– Al giorno d’oggi bisogna stare attenti a quello che si dice, per non rischiare di essere fraintesi. Per carità, non ho nulla in contrario sulle proprie inclinazioni sessuali. –

– Sicuro? – gli chiede sornione, Francesco.

– … Cristo! – esclama Gabriele. – Ho capito a cosa ti riferisci, al mio libro. –