L’Europa dice stop alla plastica monouso. Dal prossimo venerdì, 14 gennaio, entrerà in vigore la legge che vieta l’uso della plastica monouso, oltre all’uso di prodotti non biodegradabili e non compostabili. L’Italia, come gli altri Paesi dell’Unione europea, darà così il via alla direttiva antiplastica Sup, Single Use Plastic, che ha come obiettivo principale quello di mettere un freno all’inquinamento dovuto alla plastica. Per cercare così di salvare in primis i mari, i fiumi, gli oceani e i laghi. E non mancheranno multe salate per chi non seguirà le regole.

© Fornito da Il Giornale

Addio ai prodotti in plastica monouso

In Europa vengono prodotte ogni anno circa 58 milioni di tonnellate di plastica. Questo materiale viene infatti utilizzato principalmente per gli imballaggi (40%), e poi per beni di consumo e articoli casalinghi (22%), edilizia e costruzioni (20%), automobili e autocarri (9%) apparecchiature elettriche o elettroniche (6%) e infine nell’agricoltura (3%). Un bel danno se si pensa che solo il 30% dei rifiuti in plastica è stato riciclato. Il problema è dato anche dal fatto che la plastica non è biodegradabile, ma dura nel tempo, andando ad accumularsi nei boschi e in natura. Quella che finisce in mare, scomponendosi in frammenti minuscoli entra a fare parte della nostra catena alimentare e così, senza rendercene conto, finisce nei nostri piatti.

Continua su: Sorgente: Dal 14 gennaio stop alla plastica monouso: multe da 25mila euro