mi richiami 
mi conduci in un
luogo di non ritorno
a strapiombo sulla tua occasione

c’è tanta gente attorno
guarda di sottecchi
e non sta ferma
come si muovesse da qualche parte dell’odio

penso:
chissà da quanto è qua
l’andirivieni di questa carne 
e mi accovaccio
sulle loro agitazioni:

il mio pianto ti ama
il mio cadavere mi spara addosso
e un poco muoio