Dal blog https://parolelibere.blog/2022/06/15/ah-le-sanzioni-e-le-armi/

Dalla pg FB di

Mario Ferrandi-The Seneca Effect

“In Belgio, i birrifici stanno andando in bancarotta perché stanno finendo le bottiglie di vetro, l’87% delle quali fornite dalla Russia, perché è troppo ad alta intensità di energia per produrre cristalli in Europa. Queste bottiglie non torneranno. I birrifici volevano passare alle lattine di alluminio, ma questo richiede ancora più energia, e l’alluminio proveniva anche dalla Russia “

Non importiamo solo energia DIRETTA, combustibili fossili, importiamo semilavorati contenenti energia a basso costo che ammontano ad altra energia non determinata al momento ma determinabile: quanta parte dell’enorme occultamento del vero pri ces delle cose ci è sfuggito, a causa di olio di picco?

I semilavorati sono PORTATORI DI ENERGETICA e bisogna sapere quanta energia c’è per determinare il costo e poi poterlo indicizzare, non alla presunta legge dell’offerta e della domanda, ma a quella del, mbuh, QECP, Quantità di Energia Cont ained nel Prodotto .

La barra di ferro per la costruzione che abbiamo preso da Azovstal ha raddoppiato il prezzo, il legno, l’alluminio, il manganese, per non parlare dei concimi. È tutto il primario che si vendica. Ed è più grande di quanto sembri: niente costruzione, per dire, niente lavoro, niente stipendi; niente fertilizzanti non significa solo aumenti dei prezzi, significa la scomparsa del prodotto. Non è povertà, è miseria, non c’è roba anche se hai i risparmi per comprarla.

E questo vuol dire che i SEMIFINITI VECTOR non possono essere realizzati da nessuno, quindi se uno non te li dà, qualcun altro lo fa: eravamo ignoranti, e forse non era del tutto chiaro nemmeno a loro prima, alle nazioni post-sovietiche. La Cina è la fabbrica mondiale dei lavoratori delle grandi fabbriche e dei bassi salari, quelle post sovietiche sono l’energia mondiale, e nessuno può sostituirle solo perché hanno salari bassi, perché non c’entrano le ore di lavoro contenute nel prodotto, ma l’energia a basso costo che c’è dentro e la filiera industriale adiacente per la semilavorazione che c’è o no.

E se così fosse, il sistema occidentale non salta in 10 anni ma in due, il tempo di esaurire le scorte e mandare i piccoli paesi sostitutivi a picco.

E sai cosa significa questo?

Che attaccheremo la Russia per dividerla e rubare pozzi, miniere e acciaio, e piuttosto ci smusseranno le armi nucleari, ma non chissà quando, ma entro un anno o due. Questo era il mistero Azovstal, non i nazisti dell’Illinois dentro…