Giaceva nell’altare solitario

quell’oggetto dimenticato

referto d’un tempo diafano

allacciato al rito genitoriale

in costante orizzonte…

Nella beffa friabile del fato

si disallineano paradigmi di logica

rilasciando insani detriti

e grigi artifici in bilico

sull’orma del  tallone.

In quel capogiro che gira all’inverso

ho ritrovato quel tuo amuleto  obliato

ora cosmico rifugio

nel colpo d’occhio quotidiano

mentre sancisco il mio sollievo

e tu da qualche parte, ridi!

@Silvia De Angelis