© Internet (altro)

«Cleo è una pigrona, quando torniamo da una passeggiata è sempre esausta, non se ne sarebbe mai andata in giro da sola, di notte, a camminare, mai, mai, mai»: Ellie Smith ha scelto di parlare in tv a tutta l‘Australia, con un filo di voce, quasi a implorare che qualcuno, magari solo la fortuna, le riporti Cleo Smith. La piccola di quattro anni è scomparsa nella notte tra sabato e domenica dalla tenda, dove dormiva la famiglia, mamma Ellie, il patrigno Jack, la sorellina di nemmeno un anno.

Cleo Smith, bimba di 4 anni scomparsa in un campeggio: era in tenda con i genitori, sparito anche il sacco a pelo

LA SPIAGGIA

Doveva essere una vacanza di un paio di giorni, al campeggio Quobba Blowholes, in una zona di arbusti e rocce, alle spalle di una spiaggia di sabbia bianca e l’acqua blu dell’oceano indiano della Coral Cost, sulle coste occidentali dell’Australia. Perth è quasi mille chilometri più a sud. I capelli biondi, il volto rotondo, il sorriso di Cleo sono da quasi quattro giorni su tutti i social, le tv, i media. Sotto, il numero della polizia da comporre se qualcuno l’ha vista, o ha visto qualcosa che possa aiutare a trovarla. Ma nessuno ha visto niente. Il racconto della madre si ripete all’infinito: le ha dato da bere all’una e mezza di sabato notte, poi è andata a dormire: nella stessa tenda, ma separata in due vani, da una parte i genitori, dall’altra le bambine. Alle sei e mezza Ellie si è alzata: la più piccola la chiamava.

Continua su: Sorgente: Cleo Smith, la mamma della bimba scomparsa dal campeggio: «Si è svegliata all’1.30 di notte. E’ l’ultima volta che l’ho vista»