All’alba di un nuovo anno, pare che tutto cambi e tutto sia diverso, o almeno lo si spera tanto, ma certamente niente avrà quel risultato, e forse è giusto che così sia lo scorrere della vita, certo vorremmo qualche cosa di più meno doloroso, un giusto ed equo alimento monetario, un vivido e libero respirare meglio e quel naturale senso dell’amore che forse, al momento, ci sta mancando tanto. E ci auguriamo allora reciprocamente che tutto questo prenda davvero il sopravvento, e lo facciamo con il più assoluto sentimento, sapendo tuttavia che il risultato non sarà poi così eclatante, ma la speranza, quella parola che adesso ancor di più ha la sua notevole sostanza, ebbene essa non può e non deve mai mancare. Saranno giorni e notti come sempre, saranno giorni sereni con un sole caldo e altri un poco nuvolosi, saranno notti con la luna piena e purtroppo anche quelle dove pare che anche le stelle cessino di brillare, saranno scambi di parole e gesti d’amore e pure lacrime sulle guance e forse anche forte dolore, saranno baci misti a carezze dolci ma anche schiaffi nel morale e parole contro, saranno giorni e notti da salute piena e pure li stessi ma di naturale o assurda malattia.

E allora cosa rimane a me, umile umano come voi tutti quanti, che possa donarvi perchè tutto sia migliore davvero? Rimane augurarvi con sincero affetto che questo anno che sta quasi alzando il primo sole, possa davvero donarci tutta la forza di una speranza senza limitazioni, che sia per ognuno di noi lo scorrere naturale e senza infrangimento, dolore e gioia, amore e odio correranno sempre insieme, ma si accetteranno o si combatteranno con la speranza della salute e dell’amore insito. Amici, chiunque siate e ovunque vi troviate, che il mio messaggio sia per voi l’augurio che volevate sentire, fatene uso del meglio che vi pare e non sciupate quel pizzicore che nel cuore vi fa tremare e una lacrima abbandonare sul solco delle guance ancora vive all’anno nuovo che arriva.

Auguri a tutti quanti, e a tutti quelli che non sono presenti.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web: David Grossman – Stained Glass Sky