Facebook
Twitter
Instagram
Website
Email

Cari Amici,

In apertura di questa prima newsletter del 2022 vorrei, prima di tutto, rinnovare i miei più affettuosi e calorosi AUGURI a tutti voi e alle vostre famiglie.

Che il 2022 sia un anno ricco di belle sorprese, ma soprattutto di gioia, salute, serenità e pace.

Vorrei cominciare con le parole pronunciate dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, nel corso del discorso di fine-anno alla Nazione, l’ultimo del settennato.

Ci siamo rialzati, il cammino è iniziato. L’Italia che ce la fa è fatta di tutte quelle persone, famiglie, professionalità, realtà associative – penso ancora allo straordinario contributo del mondo del volontariato  – che hanno saputo in questi 2 anni credere con fiducia nel futuro e mettere prima di tutto il bene comune, di ciascuno di noi e di tutti.

Nella partita contro il virus e contro la pandemia, dobbiamo essere e saremo sempre grati a chi lavora nella SANITA’ e al mondo della SCIENZA che, con sapienza e lungimiranza, ci ha indicato una strada che dobbiamo avere il coraggio di percorrere fino in fondo. Come forse sapete, ieri, l’immunologa italiana Antonella Viola è stata vittima di minacce.

E’ un gesto inqualificabile e vergognoso. Il mondo scientifico va sostenuto, con forza, senza se e senza ma!

Entro nel vivo delle novità introdotte dall’ultimo decreto legge approvato dal Governo.

  • Dal 15 febbraio Super Green Pass per i lavoratori pubblici e privati che hanno compiuto 50 anni.
  • Niente stipendio ma conservazione del posto di lavoro per gli over 50 che si presenteranno al lavoro senza Super Green Pass. L’accesso ai luoghi di lavoro senza certificato che attesti vaccino o guarigione è “vietato” e chi non rispetta il divieto subirà una sanzione amministrativa tra 400 e 1000 euro
  • Tutte le imprese, senza eccezione sul numero complessivo di dipendenti, potranno sostituire i lavoratori sospesi  perché sprovvisti di certificazione. La sostituzione rimane di dieci giorni rinnovabili fino al 31 marzo 2022.
  • Fino al 31 marzo 2022 il Green pass base – quello che si ottiene anche con il tampone, oltre che per vaccino o guarigione – sarà richiesto per accedere ai servizi alla persona, come il parrucchiere ma anche per pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali, fatte salve quelle necessarie per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona. L’obbligo di green pass per i servizi alla persona varrà dal 20 gennaio, mentre per le altre attività dal primo febbraio, previa adozione di un dpcm che individuerà le attività escluse dall’obbligo.
  • Alle scuole elementari, con un solo contagio, la classe resta in presenza con testing di verifica, ma con due contagi la classe va tutta in Dad. Alle scuole superiori e alle medie la Dad scatta solo al quarto caso in classe, mentre con tre casi solo i vaccinati resterebbero in presenza e comunque monitorati (Dad per i non vaccinati).
  • Il Commissario per l’Emergenza ha autorizzato lo stanziamento 92 milioni e 505mila euro fino al 28 febbraio 2022* per l’esecuzione dei test rapidi gratis, per l’attività di tracciamento dei contagi sulla popolazione scolastica delle scuole secondarie di primo e secondo grado, soggette alla auto sorveglianza.

Come sappiamo, la pressione sugli ospedali e sulle terapie intensive sta crescendo.

E’ fondamentale, dunque, intervenire per consentire alle nostre strutture ospedaliere di continuare le proprie attività tutelando quindi il diritto alla salute di tutti.

Le misure più severe e rigorose vanno in questa direzione.

Bisogna tutelare insieme salute pubblica ed economia, e i vaccini sono la strada maestra.

Con il decreto approvato l’altro ieri dal Governo, l’Italia continuerà a rimanere apertatutelando la salute dei cittadini e la tenuta del nostro sistema sanitario.

Al Governo adesso chiediamo di intervenire con un nuovo DECRETO SOSTEGNI per aiutare la nostra economia e supportare con forza il tessuto socio-economico che dà lavoro e fa muovere il Paese. Noi chiediamo all’Esecutivo – e lo faremo con forza nei prossimi giorni – di risarcire quelle attività che hanno subito e subiranno danni economici dalle nuove misure.

Così come torneremo a chiedere nuovi interventi contro iL CARO-ENERGIA. Le risorse stanziate nella Manovra – approvata in Parlamento – (3,8 mld) sono importanti ma purtroppo bisogna fare di più per sostenere soprattutto piccole medie imprese e famiglie.

Chiudo con un’informazione tecnica ma spero utile.

Dall’ 1 gennaio 2022 è possibile fare domanda all’Inps per l’assegno unico e universale, un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni (al ricorrere di determinate condizioni) e senza limiti di età per i figli disabili. CLICCA QUI.

Ecco il simulatore per calcolare l’importo dell’assegno

Penny Market ricerca personale

Nuova edizione del premio “Lissoni”

Stage per neolaureati nel milanese con Snam

Ducati, assunzioni e stage

Transizione verde, nuovo bando europeo per i giovani

Italo ricerca macchinisti e ingegneri

Lavorare in Germania con Hewlett Packard Enterprise

Posti di lavoro nel Nord Italia con Fiege

Comune di Perugia, concorso per istruttori culturali

Tecnico informatico, formazione in Emilia Romagna

Offerte di lavoro in Novomatic Ag Group

Nuova edizione del Premio Sonego

Parma, posti di lavoro con Ocme

Rai Bolzano assume tecnici e programmisti

Pesca e acquacoltura, al via call europea

Lavorare in Unicredit

Sicilia, formazione nel settore turistico

Assunzioni presso ING Bank

Nestlé Startup Program

Lavorare nella Grande Distribuzione Organizzata con Obi

Regno Unito, opportunità di lavoro in GlaxoSmithKline

Vi ringrazio per l’attenzione,

Di nuovo, a tutti voi e alle vostre famiglie, i miei più sinceri AUGURI DI BUON ANNO!

SEGUIMI SU TUTTI I SOCIAL!FacebookTwitterInstagramWebsiteEmailHai ricevuto questa email perché sei iscritto alla newsletter del sito www.antoniodepoli.it o fai parte della rubrica di lavoro del senatore Antonio De Poli. Se non vuoi ricevere più messaggi o vuoi aggiornare i tuoi dati, segui le istruzioni qui sotto:

Cancellami dalla mailing list        Aggiorna i miei dati

Copyright © 2021 –  Antonio De Poli  – Tutti i diritti sono riservati.