Silla Maria Campanini e la sua Arte

Titolo dell’opera  ” L’albero nudo” ,
presentata dal prof. Alfredo Pasolino
Eclettica e poliedrica artista affermata in diverse discipline artistiche, per la Pittura si presenta con opere di assoluta originalità, tra memoria e inconscio dipingendo il sogno visionario. Un viaggio nella fantasia e dell’astrazione metafisica onirica, fuori dal tempo e dallo spazio,
e del tempo reale a indagare nei meandri della drammatizzazione delle forme pensiero assemblate all’inconscio collettivo circostante. In dimensione umana, nei suoi aspetti più reconditi ricchi di partecipazione emotiva, più fantastici e immaginosi . così si presenta la tematica di SILLA CAMPANINI, sorgente, memoria, e drammatizzazione incipiente, realtà e Simbolo trasfigurati a Simbolismo, metafora e allegoria, si assemblano  a questo appuntamento  con  cime tempestose dei picchi ondosi dell’anima.. Una composizione scenica e iconale del caos e partecipazione della Luce divisionista dell’iride delle emozioni sconvolto e rutilante di vorticoso malestrom; il segno e le pennellate divisioniste ne sono la frammentazione in tracce di vistose scalfitture  focali della donna che, come un albero impazzito si dibatte nel mezzo della tormenta psicoemotiva.
La ribellione  è la componente più evidenti della metafora simbolista.
La donna  fulcro spirituale dell’Universo, spogliata e vilipesa , vulnerata dalle continue violenze, spogliata come un “Albero Nudo”, delle sue virtuose espressioni di Madre della  Vita, compagna, datrice di frutti del suo grembo fiorito, compagna ancella della casa e della famiglia, per  supplire alla fragilità umana dell’uomo,  e rigogliosa di fronde della pace  e dell’armonia, ritmica pacata, obbediente a pulsioni superiori in modo perpetuo, per una forza arcana che tutto guida, è sconvolta da occhi, nel mito perenne adamitico, che sono ciechi.
Occhi  forza primordiale  istintiva che non vedono, privi di ogni caratterizzazione umana, esprimono la tensione irrazionale dell’uomo  che incarna spirito atavico, vizi, e aspirazione dell’uomo di sempre, che personifica la metafisica surreale di violenza che provengono dagli angoli più disparati della sua mente., tra reale e astratto,  elementi simbolici figurali della lacerazione di ogni equilibrio umano.
Un’opera, quella di Silla, fatta di epocali miti classici sulla sudditanza e dell’asservimento oggettivo della donna, cui il subconscio in forte dinamismo di emulsione, porta in affioramento reminescenze del passato della condizione della donna, affondi nella memoria  e scambi tra passato e presente.una pittura  gravida di simboli evocativi, tra reale  astratto,  che ne accrescono il ruolo traumatico  della donna in progress, determinata, provvista  di siicuri mezzi culturali, e di risposte autointerrogative, alla propria condizione  di fragilità fisica.
La scena di fondo  resta la rievocazione  in sogno della violenza e sopraffazione  dell’uomo adamitico antropoide e presuntuoso, ancora schiavo della propria  sensualità istintiva,  alle rimostranze difensive e legittime. 
Un  sentimento tattile e febbrile accompagna l’osservatore filtrando i colori vibranti di forza  e di phatos  dell’opera, che saggia luminescenze e riflessi per conferire tonalità  e sfumature ed  il segno,  che si presenta come lacerazione, sfregio e scorticatura, quasi che artigli acuminati  cui l’artista ha voluto evidenziare, nel forte dinamismo della turbolenza tempestosa dell’anima, il bisogno di percorrere le profondità più recesse affidandosi all’intuizione e al simbolismo dei moduli figurali dell’inconscio junghiano. 
Le sue immagini perciò si trovano in sospensione, di equilibrio difficile.
  Silla pilota i contrasti con rigore e sensibilità come una medium lucida, pertanto il contrasto risulta vitale.!
Il suo è un viaggio avventuroso e un terreno fertile per nuove esperienze, per una ricerca del tutto individuale, e per qualche dialogo da comunicare a qualche alter ego, specchio infedele nel suo viaggio senza riposo verso  il riscatto liberatorio dignitoso di ogni donna  che  vi si identifica.
(Alfredo Pasolino critico intern.le e storico dell’arte  antica e moderna – Ricercatore ).
Di Silla Maria Campanini

Panorama International Arts Festival 2022: SCADENZA ESTESA!

Tenendo conto delle richieste che stiamo ricevendo da artisti di tutto il mondo, abbiamo deciso di estendere l’ultima data di presentazione delle opere al 30 giugno 2022. Ci auguriamo che questo aiuti gli artisti ad avere più tempo per completare il loro lavoro.

SU PIAF 2022

Il programma firmato dalla Writers Capital Foundation, che si dedica alla diffusione dei potenti valori dell’umanità attraverso le arti e la letteratura, il Panorama International Arts Festival (PIAF) ha lo scopo principalmente di aiutare lo scambio culturale e di consentire agli artisti di espandere i loro orizzonti di comprensione del mondo.

A differenza di altri festival artistici, PIAF è concepito come santuari artistici in cui i delegati hanno l’opportunità unica di visitare vari luoghi nell’area in cui si svolge il festival e avere un’esperienza approfondita del luogo e della vivacità culturale che riteniamo aiuterà in plasmare il futuro di un artista.
A causa della pandemia, PIAF 2022 si svolge virtualmente, tuttavia è progettato in modo da garantire un maggiore impatto tra i partecipanti.

TEMA: GUERRA E PACE

Dopo il completamento unico di The Sphere Of Freedom (Esposizione di poesia e arte) nel 2021 e dopo aver ottenuto il riconoscimento globale con il PANORAMA International Literature Festival 22, vincitore del record mondiale, come il Festival internazionale di letteratura multilingue più lungo, meglio strutturato e presentato, che unisce le culture in 6 Continenti e unendo più di 60 nazioni in tutto il mondo, torniamo ora con l’annuale Panorama International Arts Festival 22 per illuminare ancora una volta l’umanità; per ispirare le persone verso il sentiero della luce e della pace, lontano dalla violenza e dalle tenebre.

Voltando una nuova pagina dai mali della guerra alle conquiste luminose e miracolose della Pace, abbiamo bisogno che tutti voi stiate al nostro fianco, a sostegno della nostra nobile causa. In un’epoca in cui il nostro pianeta sta soffrendo per la piaga della guerra, noi della WCIF ci dedichiamo più che mai all’instaurazione della PACE in tutto il mondo. Noi, come ferventi umanitari, ci sforziamo per un futuro migliore per tutti noi, soprattutto per le prossime generazioni.

TEMA: GUERRA E PACE
DATA: 1-31 luglio 2022
MODALITÀ: virtuale
Scadenza: 30 GIUGNO 2022

REGISTRAZIONE:
Globale: https://rzp.io/l/piaf2022
India: https://rzp.io/l/PIAFIndia

Unisciti a noi nel grande festival delle arti per il bene dell’umanità!
ESSERE l’ispirazione – ESSERE il cambiamento!
Fondazione del capitale degli scrittori

http://www.writersedition.com
http://www.wcifcentral@gmail.com

arts #piaf #PanoramaFestival2022 #humanity #WritersCapitalFoundation #WCF #athens #painting #sculpture

Panorama International Arts Festival 2022: DEADLINE EXTENDED!

Taking into account the requests we are receiving from artists across the world, we have decided to extend the last date of submission of works to June 30, 2022. We hope that this will help artists to have more time to complete their work.

ABOUT PIAF 2022

The signature programme of the Writers Capital Foundation which is dedicated to spreading the mighty values of humanity through the medium of arts & literature, the Panorama International Arts Festival (PIAF) is intended primarily to help cultural exchange and to enable artists to expand their horizons of understanding of world.

Unlike other arts festivals, PIAF is envisioned as arts sanctuaries where the delegates have a unique opportunity to visit various locations in the area where the festival is being conducted and have an in-depth experience of the place and cultural vividness that we believe will help in moulding the future of an artist.

Due to the pandemic, PIAF 2022 is conducted virtually, however, it is designed in a way it will ensure a greater impact among the participants.

THEME: WAR & PEACE

After the unique completion of The Sphere Of Freedom (Poetry and Arts Exhibition) in 2021 and after having obtained global acknowledgement with World Record Winning PANORAMA International Literature Festival 22 as the longest, best-structured and presented multilingual International Literature Festival, bridging cultures in 6 Continents and uniting more than 60 nations all over the world, we now come back with annual Panorama International Arts Festival 22 in order to enlighten humanity once more; to inspire people towards the path of light and peace, away from violence and darkness.

Turning a new page from the evils of war to the bright and miraculous achievements of Peace, we need all of you to stand by our side, in support of our noble cause. In an era when our planet is suffering from the plague of war, we at WCIF are more than ever dedicating ourselves to the establishment of PEACE worldwide.
We as ardent humanitarians strive for a better future for us all, most of all for the next generations.

THEME: WAR & PEACE
DATE: 1-31 July 2022
MODE: Virtual
Deadline: JUNE 30, 2022

REGISTRATION:
Global: https://rzp.io/l/piaf2022
India: https://rzp.io/l/PIAFIndia

Join us in the grand festival of Arts for the sake of humanity!
BE the Inspiration – BE the Change!

Team Writers Capital
Presidente Preeth Nambiar
Segretaria Generale Irene Doura-Kavadia
Coordinatrice Globale Silla Maria Campanini
Coordinatrice Italia Elisa Mascia