Gentile Lettore, i miei “Pensieri e Aforismi ” non vogliono avere la pretesa di insegnare qualcosa ma sono solo riferimenti di vita su cui, se lo vorrai, potrai fermare qualche momento della tua riflessione. Grazie!
Eduardo Terrana
***

Spunta un’alba col sole ogni giorno ma non per tutti. Ancora in tanti vivono nelle tenebre della miseria, delle guerre, della povertà.


Combattiamo le guerre con proiettili d’amore. Anziché morti avremo germogli di pace.


L’unico atto cosciente che compirei con vero trasporto di cuore e di mente sarebbe quello di accendere una favilla di pace che sviluppasse fiamme d’amore capaci di incendiare il mondo intero. Sarebbe un atto doloso? No! Sarebbe un atto d’amore verso tutta l’Umanità.



Il sangue dei martiri genererà sempre Profeti di Pace!

Nelle lista delle priorità al primo posto c’è la Pace poi la libertà, non c’è posto per il fucile!

Non c’è altra via che porti alla Pace se non il dialogo!

Non sono i fucili migliori ma le idee migliori a fare la Pace!



Se c’è la pace nel cuore, ci si può sentire talvolta delusi ma mai disperati!



Io non sono vecchio come i miei anni ma sono giovane come i miei sogni e ho ancora tempo per contribuire a costruire la pace.

La scienza, la tecnologia, l’informazione, sono le armi universali della Pace.

I nemici universali della Pace sono: la povertà, la fame, la carenza d’acqua, il terrorismo, il fondamentalismo, la guerra, la desertificazione, i disastri ecologici, la proliferazione delle armi nucleari, le malattie endemiche, la droga, l’aids, l’analfabetismo.

Saranno le povertà, la carenza d’acqua, la fame, le malattie endemiche, le micce della 3/a guerra mondiale!

I testi sacri, ed in particolare la Bibbia, il Corano, la Torah, si trovano in centinaia di milioni di case, ma albergano nella mente e nel cuore di pochi.

I sassi, i fucili, le camere a gas, le sedie elettriche, le torture, possono annientare l’uomo, ma non distruggere i valori, la dignità e la libertà di pensiero della persona umana!

Si scrive in tanti modi: Pace, Peace, Frieden, Paz, ma in pochi ce l’hanno impressa nel cuore, in pochissimi la sanno leggere ed interpretare.

La pace sarà possibile solo se l’umanità rinuncerà a rivendicare il monosillabo “mio”, causa di guerre e conflitti.

Venne al mondo come Salvatore, messaggero di Pace, ma il mondo non ha capito il suo Verbo.

La pace si raggiunge con la forza delle armi: la parola, il dialogo, la persuasione, l’accettazione, la tolleranza, l’Amore!

La dittatura è nociva alla democrazia ma è funzionale alla stabilità; però meglio la peggiore democrazia che la migliore dittatura.

Il lavoro minorile è l’offesa più grave alla dignità della persona. Non va condannato il lavoro bensì lo sfruttamento nel lavoro.

In cielo ci sono tante stelle. Ad una di esse ho dato nome: Umanità. Brilla sempre forte e luminosa e mi indica la strada su cui procedere.

Un popolo ignorante è più facile da comandare.

Il futuro dell’umanità dovrebbe stare nelle mani di persone che siano capaci di dare e di trasmettere alle generazioni di domani ragioni di vita e di speranza.

Uno Stato deve saper amministrare i suoi beni, il primo è dato dall’insieme dei suoi cittadini.

Nessun Paese del mondo può considerarsi moderno se non si colloca dalla parte del rispetto della persona umana e delle sue prerogative.

Non c’è conquista senza morte, violenza, distruzione. Si può uccidere tutto, sterminare anche un popolo, però non si potrà mai uccidere la sua anima, sterminare il suo onore, violentare la sua dignità, cancellare la sua civiltà.


La tutela della dignità e delle libertà fondamentali della donna è un principio che va affermato e perseguito su scala universale perché rientra nella sfera dei diritti umani che sono, per la loro caratteristica specificità, necessariamente universali.

Contro popoli deboli e indifesi le nefandezze di potere del razzismo bianco, che ha colonizzato usurpando ricchezze e lasciando al suo passaggio fame, miseria, povertà, guerre, gridano vendetta dinanzi al tribunale della coscienza dei popoli, della dignità delle persone, del giudizio della storia.

CRISTO ha preso il nome: UMANITA’, Oggi è questa che è stata messa in croce.

Nessun essere umano può rendere schiavo un altro essere umano.


L’acqua non è e non deve essere una fonte di profitto perché essa è una sostanza ben più preziosa: la vita stessa.

Un fiore per ogni arma al macero.


La Donna è Pace! Solo dall’amore delle donne potrà generarsi una vera Pace per l’Umanità.


La guerra è il peggiore sopruso imposto all’Umanità. La forza della guerra soffoca il desiderio e la voce della pace. Nessuna guerra è accettabile e lo è ancora meno quando colpisce donne, bambini e civili inermi.



Dal punto di vista etico ogni vita umana non dovrebbe avere prezzo, purtroppo nella realtà non è così. Da più parti del mondo economico, monetario e politico si sostiene che ogni essere vivente non è unico. La sua diversità è determinata dalla razza, dal luogo d’origine, dall’età, dal genere, dal paese dove vivono.
Questa visione della vita umana appare squallida come idea, ma è la triste realtà. E quando si tratta di migranti è ancora peggio!



Lo stato dei diritti violati e dell’indigenza della povera gente, verso i quali, purtroppo, continua a farsi veramente poco in termini di assistenza e di tutela, è triste realtà del nostro tempo . Ognuno di noi faccia la propria parte al meglio, partecipando con sensibilità perché questo stato di cose possa migliorare il più possibile. Io sono convinto che il bene, prima o poi, prevarrà sul male, che l’amore prevarrà sull’odio, che l’indifferenza cederà il passo all’altruismo ed alla solidarietà. L’Umanità dovrà cambiare se vorrà sopravvivere. E solo l’Amore può garantire un futuro!

Quanto bello sarebbe che venisse approvata una legge e sottoscritta ed attuata da tutti i governanti e i regnanti del mondo che contemplasse le cinque libertà basilari: libertà dalla fame , dalla sete, dal dolore, dalla paura, dalla costrizione e dalla sofferenza, per tutti gli Esseri umani! Ma questo passaggio verso il pieno ed integrale riconoscimento della dignità umana è proprio difficile per tanti da realizzare. Io spero sempre che gli esseri umani sappiano mettere fiori nel loro cuore rimuovendo i sassi che vi allignano. C’è tanto bisogno di amore nel mondo! Ma c’è sempre meno voglia di darne, a giudicare dalle realtà che il mondo ci mostra. Che un raggio di luce d’amore si posi sul cuore di tutti!


“Tutto ciò che è in natura costituisce insieme di risorse della Terra e appartiene ai suoi abitanti. Tutte le persone della Terra hanno il diritto di goderne equamente della proprietà e dei frutti per il soddisfacimento dei propri bisogni e per la propria crescita personale, familiare e professionale. I Governanti sono meri amministratori di tali beni e risorse e sono chiamati ad operare nell’ esclusivo interesse dei loro cittadini che ne sono i legittimi proprietari naturali, che eserciteranno il loro diritto di uso e di consumo secondo le regole che la comunità mondiale avrà deciso di adottare.

Tutti i trattati internazionali dovrebbero recepire ed adeguare la loro normativa interna a questo principio.”

Eduardo Terrana
Giornalista- Saggista-Conferenziere internazionale su diritti umani e pace
Proprietà letteraria riservata

Pubblicato anche su Verso – spazio letterario indipendente

https://versospazioletterarioindipendente.wordpress.com/2022/02/27/pensieri-e-aforismi-di-pace-di-eduardo-terrana6-gruppo-del-24-02-2022/?preview=true