Io sono la tua carne / la carne eletta del tuo spirito ( Ada Merini )

La carne non ha più parole,

solo quisquiglie tra scartoffie

disperse senza più like

tra rime baciate sull’web,

leggenda morta senza allori

alle ferite nei sacchi neri

della raccolta indifferenziata,

senza conforto neppure alla terra

che la riprende dopo il sonno

di una fiaba di pace.

©️Cipriano Gentilino