Momenti di poesia. Terra Poesia, di Maria Di Loro

Momenti di poesia. Terra Poesia, di Maria Di Loro

terra

La terra fa fiorire la vita, un filo d’erba… La terra sua madre.

La terra un bimbo che rotola… l’odore della terra…

La terra come un grembo. La terra mia madre.

Terra polvere magica, una goccia di pioggia…

è vita.

Momenti di poesia. Lei era molto cattolica, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Lei era molto cattolica, di Giuliano Saba

Lei era molto cattolica,
Fedele e devota…
Ma un giorno in paese, arrivo’ un giovane prete..lei lo guardava con sguardi di miele..
E nei suoi sogni lo copriva di baci..
Lei si innamoro’ di lui e glielo confesso’..
Si incotrarono una sera in una chiesetta di campagna.. Dentro alla macchina di lei
Le molle del sedile posteriore,furono messe a dura prova..fecero l’amore per ore…
Lui dopo la confesso..lei disse tutti I suoi peccati,lui la perdono’ e insieme recitarono
L’ Atto di dolore…
Furono amanti per molti anni..
Dopo fatto l’ amore lei si confessava
E lui l’ assolveva….
Pregavano insieme
E poi davano la colpa
Al demonio tentatore…..
Cattolica,fedele cristiana e devota….
Che viveva un amore pulito
E senza peccato…

Momenti di poesia. DOLORE, di Ambramarina

Momenti di poesia. DOLORE, di Ambramarina

52898512_1100803530102703_8078800021685796864_n897

Entrarci dentro, riconoscerlo.        

Non diveniamogli amico, affrontiamolo… giorno dopo giorno!

Non chiudiamogli la porta in faccia per cercare di cancellarlo…

se non vogliamo che un giorno futuro venga a bussare alla vostra “porta”…

… In un giorno felice della vostra vita…

Allora potremo dirgli : 

” No dolore, ti ho pagato con lacrime amare, non ho più debito con te. Ora sono felice! “

Momenti di poesia.FUTURO, di Ambramarina

Momenti di poesia.FUTURO, di Ambramarina

54224931_1109599729223083_4943707537531731968_n876

Futuro  poesia di Maria Di Loro/Ambramarina

Noi Viviamo di ricordi scrissi un giorno…

Senza di essi non potremmo avere un futuro, noi siamo l’essenza dei ricordi

nostri compagni di avventura…

A volte il nostro sguardo si perde nel vuoto, che vuoto non è anzi…

mai spazio è più coperto di immagini suoni e odori,

e ci devono chiamare più volte per riportarci nella realtà di tutti i giorni!

Mia Poesia…Mia Foto Mia Grafica

Maria Di Loro/Ambramarina…Io i ricordi li immagino “Farfalle”Immagini ferme flash.

Momenti di poesia. L’AMORE, di Donatella Barbieri

Momenti di poesia. L’AMORE, di Donatella Barbieri

54517134_341585926703527_3352094869265842176_n

L’AMORE

L’amore è un
piccolo
germoglio
che porta
speranza
nel cuore.
Arriva con
una danza
come un
albero a
primavera
che sorride
al sole.
L’amore
mostra tutto
il suo splendore
anche se
mancano
poche ore
alla sua
fine.

@. Barbieri Donatella
23.3.2019

Momenti di poesia. C’e una cosa … Anna Bernone

Momenti di poesia. C’e una cosa … Anna Bernone

54515039_421052025317596_3290036942640513024_n 

C’e una cosa
che fa
il mare per me…..
ascolta I miei silenzi.
Mi culla con il suo canto,
accarezza il mio cuore
bacia le mie lacrime,
siano esse di gioia,
di tristezza
o nostalgia.
Mi conforta,
mi coccola,
mi da forza,
mi da calma.
C’e’ una cosa
che fa
il mare
per me…….
Mi da
se stesso
intriso
di me.

Anna Bernone

Momenti di poesia. Silenzio primordiale, di Grazia Denaro

Momenti di poesia. Silenzio primordiale, di Grazia Denaro

29497371_1582970658447577_6525860647702364160_o

Silenzio primordiale

Il tuo solitario andare sulla riva del fiume
tra i canneti e le piante di papiro
che smorzano la luce declinante del crepuscolo
mentre il vento suona rapsodia
sulle foglie delle piante.

Il sole cala all’orizzonte,
ti attira l’acqua ed impatti sulle pietre:
stordita ti lasci trascinare dalla corrente
e la tua vita vola nell’apogeo del cielo
scevro di suoni e nel rigore del vuoto.

Ginestre e tamerici testimoni del folle gesto
tendono i rami al vento in un flebile lamento,
si zittisce il canto delle cicale
ed aleggia nell’aria un silenzio primordiale.

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. BENVENUTA PRIMAVERA, di Guido de Marco

Momenti di poesia. BENVENUTA PRIMAVERA, di Guido de Marco

54419859_2124310824292751_2716148772668178432_n

BENVENUTA PRIMAVERA

Oggi l’aria ha un odore diverso :
è il profumo di fiori di campo
con la luce d’un cielo più terso.

I boccioli del mandorlo in fiore
ci annuncian che è Primavera
e promuovon la gioia del cuore.

Nel celeste sereno del cielo
qualche coda di nuvola bianca
lo coloran d’un candido velo.

La Terra rinnova sua vita
nel rincorrersi delle stagioni,
e di Nuovo si mostra vestita.

Più dolce diventa la sera,
in un magico arcobaleno …
benvenuta sia Primavera !

gdm

Momenti di poesia. Quante si bella Napule, di Laura Neri poesie

Momenti di poesia. Quante si bella Napule, di Laura Neri poesie

55698661_2307107959307719_5650814593614741504_n

Quante si bella Napule
te guarde e m ‘annammore
Tu duorme ncopp a l ‘onne
e t’ accarezza o mare
e a musica è fatta ‘e manduline.
Chesta è Napule antica
chella ca ogni mumento
s’ annammora pure do’ viente
ca l accarezza ‘o core
e dice
Vulesse turna’ a nascere
pe’ nun vede ‘ e tempeste
Sta guerra de’ guagliune
‘ che scuorno
nun va bene
Napule scetate
e canta
canta l’ ammore
ca t’ a fatta Regina
e danza ‘ nzieme a me
chesta danza d’ ammore
©Laura

Momenti di poesia. ORNELLA, di Gregorio Asero

Momenti di poesia. ORNELLA, di Gregorio Asero

ORNELLA

Come zingaro monello
un improvviso soffio di vento,
che mi pareva un refolo capriccioso,
soffiava fra i tuoi bizzarri capelli.

Sembrava volesse scapricciarsi con la tua allegria,
e tu regina per un sol giorno
scuotevi la rossa chioma,
come se fosse bacchetta magica,
che tra mille e mille scie dorate
spandeva per l’aere il tuo dolce profumo.

Forte come un acero
e delicata come piume di falena,
la tua soave persona camminava innanzi a me
con piccolo passo di danza,
e dallo scrigno del tuo fardello
aprivi il cuore a un uomo verde d’età.
Che fu compagno solo per un giorno
del tuo così ospitale cuore.

Se le magie non son concesse agli uomini
accordami almeno di sognarti fata
così ch’io possa, se non altro, sorridere nei sogni.
.
da “Poesie sparse”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

Momenti di poesia. SI CHIUDERANNO GLI OCCHI, di Gianfranco Isetta

Momenti di poesia. SI CHIUDERANNO GLI OCCHI, di Gianfranco Isetta

SI CHIUDERANNO GLI OCCHI

Si chiuderanno gli occhi
al dunque rinunciando
a perforare l’aria.
Per un intero inverno
non si vedranno nuvole
e si procederà
in silenzio cercando
idee per il rientro
in casa e poi scoprire,
per dirlo a tutti gli ospiti,
che non ci sarà più
nessuna estate in vista
ma torneremo nulla
senza la presunzione
d’essere mortali.

Gianfranco Isetta
(fu premiata qualche anno fa al premio Babuk-Proust di Roma)

Momenti di poesia. Click 2019… Daniela Cobaich Mascaretti

Momenti di poesia. Click 2019… Daniela Cobaich Mascaretti

54799296_860753407589497_7684242829563920384_n

Click 2019

Nel labirinto
non c’è veduta più ampia
Cammini da un sabato all’altro
da nessun punto cercando giorni
biglietti strappati…
Il varco è impossibile
cerco il suono…
è lì librato in alto…
Mi ascolta…lo ascolto…
dovrò restare qui
in tutto ciò che è stato
Sola, mi attraversano immagini…
Ho spinto barchette nel lago

Daniela Cobaich Mascaretti

SP24marzo2019
Diritti riservati

Photo di Francesco Paci Salerno
@Francesco Paci Salerno