https://vittorianoborrelli.blogspot.com/2022/01/pareti-di-ghiaccio.html

E sei caduto da solo
in questo spazio del mondo
con un’allegria indifferente
Così per niente sicuro
cammini in mezzo alla gente
con un sorriso in tasca e il gelo dentro
In cerca di una tenerezza che hai scordato
nel tuo cuore ormai drogato

Ma che sbaglio
stare tra queste pareti di ghiaccio
vinto e senza coraggio
Che voglia di essere una canzone
per scivolare sopra un’emozione

Ma forse è meglio
addolcire piano il tuo risveglio
Forse è verità
Non prolungare quest’esitazione
se vuoi cambiare ed essere migliore

Ritorni a casa in silenzio
nella tua stanza e quel letto
su cui hai posato le tue debolezze
E cerchi una ragione magari la più banale
per spiegarti il tuo lasciarti andare
Le mani nei capelli la disperazione in te
diventa ribellione

Ma che sbaglio
stare tra queste pareti di ghiaccio
vinto e senza coraggio
Che voglia di essere una canzone
per scivolare sopra un’emozione

Con coraggio
brucia le tue pareti di ghiaccio
e guarda intorno a te
Ci sarà magari anche qualcuno
che vorrà abbattere lo stesso muro

No non morire!
La tua anima non può finire
nella stupidità
Nel giardino grigio ci sarà
un po’ di verde per la tua eternità

Vittoriano Borrelli

(Tratto da “Le parole del mio tempo”)

(Puoi ascoltare il brano anche cliccando qui: “Le mie canzoni sono differenti“)