Il suo paesaggio disegnava
corpi e suoni
una storia diversa dentro ogni dito 
di quelle mani
giorno dopo giorno affisse a 
un muro d’aria diverso
di questa città apparente

A partire dalle dita vedeva il suo corpo
e poi le altre dita
tra terra e cielo
È curioso come le dita vedano il corpo 
cui appartengono
si muovano in lui
mentre cercano un proprio
destino
sapendo che non hanno 
mai scelto la forma
delle loro unghie

È curioso come le dita tocchino
l proprio corpo e non ne sappiano
l nome