Torino: “Vibrazioni di seta”. Musiche tradizionali cinesi per la Festa di Mezz’Autunno. Venerdì 23 settembre alle 21 

Musica dalla Cina al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. In occasione della Festa di Mezz’Autunno, l’Istituto Confucio dell’Università di Torinocelebra la ricorrenza con una serata dedicata alla musica del “Paese di Mezzo”: venerdì 23 settembre alle 21, concerto Vibrazioni di seta con due musicisti dell’United Kingdom Chinese Music Ensemble, al Conservatorio di piazza Bodoni.  

L’evento, gratuito e con prenotazione obbligatoria, è realizzato in collaborazione con Unione Musicale.

La Festa di Metà Autunno è una delle festività più sentite dai Cinesi in patria e all’estero: per trasmetterne lo spirito nel capoluogo piemontese, ecco quindi uno spettacolo che coniuga l’aria insufflata nel flauto con la seta, materiale con cui tradizionalmente si fabbricavano le corde degli strumenti musicali.

Il guqin, cetra a sette corde, il pipa, liuto a quattro corde, e il flauto in bambù di tipo xiao, sono da sempre associati al raffinato mondo dell’aristocrazia imperiale e sono divenuti nei secoli parte integrante della formazione dei letterati di corte, tipici della musica tradizionale cinese. Gli strumenti si alterneranno in assoli e in duetto, spaziando da partiture del tredicesimo secolo fino a brani contemporanei.

Il concerto, come accennato, è offerto dall’Istituto Confucio a titolo gratuito. La prenotazione è obbligatoria esclusivamente attraverso il sito web dell’Istituto Confucio, al link: https://istitutoconfucio.torino.it/concerto_2309/

Gli artisti

Cheng Yu 程玉 (guqin, pipa, voce)

Nata a Pechino nel 1964, ha iniziato ad accostarsi alla musica sin da bambina. Cheng Yu è stata solista di pipa e guqin per la rinomata China National Orchestra di Pechino. Ha conseguito un dottorato di ricerca con un lavoro di carattere etno-musicologico incentrato sul pipa e il guqin presso la SOAS (School of Oriental and African Studies – University of London); ha fondato il United Kingdom Chinese Music Ensemble, la London Youlan Qin Society e il pluripremiato Silk String Quartet. Vanta collaborazioni con artisti del calibro di Lang Lang, Matthew Barley, Gabriel Prokofiev. A oggi si è esibita in oltre 40 Paesi, ed è autrice di numerose pubblicazioni musicali e accademiche. In anni recenti, 2020 e 2022 è stata ospite del WOMAD, Word of Music Art and Dance Festival, ideato da Peter Gabriel nel 1980. Ha partecipato al progetto Chinese Arts Now Festivals’ Two Temple places (Digital AV, 2021), insignito del premio Arts Council England’s Digital Culture Award. Cheng Yu risiede a Londra, dove insegna e svolge attività di ricerca presso la SOAS.

Dennis Kwong Thye Lee (xiao)

Dennis Kwong Thye Lee, nato in Malesia, si è dedicato allo studio di vari strumenti tradizionali cinesi sin dalla prima adolescenza. Ha avviato la sua carriera musicale come solista di flauto xiao presso la Zhuan Yi Chinese Orchestra. Ora residente a Londra, Lee è specializzato in brani tradizionali e crossover per flauto xiao. È membro della London Youlan Qin Society e si esibisce regolarmente con il United Kingdom Chinese Music Ensemble. Si è esibito per oltre 30 anni in Inghilterra e all’estero; a Londra, si è esibito fra gli altri presso il British Museum, il Victoria and Albert Museum e la Royal Opera House.

________________________________________________________________________

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria solo online, 

a partire da lunedì 12 settembre a questo link: 

Dove e quando: 

Venerdì 23 settembre, ore 21.00

Conservatorio Giuseppe Verdi, piazza Bodoni, Torino

Informazioni: 

Istituto Confucio dell’Università di Torino

segreteria@istitutoconfucio.torino.it

011 670 3913

Ufficio stampa: 

Elisa Cassissa

comunicazione@istitutoconfucio.torino.it