Alessandria, post pubblicato a cura di Pier Carlo Lava 

Social Media Manager – https://alessandria.today/

alessandriatoday@yahoo.com

OPEN MIND.22”

L’Onda sulla Baia” – Aldo Pedron

2° appuntamento con Books&Blues

Le Muse Accademia Europea d’Arte nell’ambito della Rassegna “Open Mind.22” 

presenta 

Domenica 22 gennaio alle ore 17.00, il2° appuntamento di Books&Blues. 

Nelle aule dell’accogliente Polo Artistico Musicale a Salabue di Ponzano, dove si svolgononon solo corsi, ma presentazioni librarie e attività divulgative e di avvicinamento alla musica, Paolo Bonfanti, dopo la tappa alla scoperta della storia del Rock con Ezio Guaitamacchi, ci guida ad un nuovo incontro musicale.

Per questa tappa, ci spostiamo a San Francisco alla scoperta della Beat Generation guidati dal vulcanico 

Aldo Pedron  che presenta il libro 

“L’Onda sulla Baia: Sound, Poeti e Silicon Valley” 

Ed. Arcana, scritto in collaborazione con Maurizio Galli.

Pedron è un giornalista ma soprattutto un vero appassionato di musica, collezionista di dischi e autore di diversi libri. Il dialogo a colpi di aneddoti e chitarra verterà intorno al movimento non solo musicale, ma culturale e di costume che si sviluppò nell’area della Baia di San Francisco

Questo libro è una dichiarazione d’amore per una città. A San Francisco, infatti, tra l’estate del 1965 e l’inizio del 1967, il quartiere di Haight-Ashbury diventa il cuore pulsante di una nuova filosofia di vita, basata su un concetto semplicissimo, ma rivoluzionario al contempo. Un gruppo relativamente minuto di musicisti rock fornisce la colonna sonora per una bizzarra e nuova cultura dettandone e diffondendone il linguaggio, i comportamenti e persino il modo di vestire: in pratica cambiando per sempre le regole del gioco fin lì conosciute. L’idea stessa del Peace & Love trascende il significato delle parole, trasmettendo ai giovani un messaggio di rilevanza sociale e culturale, con un fascino assoluto. La Summer of Love vede contestualmente anche diverse iniziative uniche e singolari, come la marcia delle donne, la sanità autogestita, il Comitato per la legalizzazione dell’aborto in California e il Monterey Pop Festival, primo grande happening musicale dove si è riunita la gioventù d’America. 

La musica rock è indubbiamente l’elemento più evidente, con i Jefferson Airplane, i Grateful Dead e Janis Joplin, ma “L’onda sulla Baia” ci fa incontrare anche tanti poeti e artisti che consideravano San Francisco la loro casa, o comunque il loro approdo sicuro dopo tanto girovagare. Menti visionarie che hanno contributo a forgiare il mondo moderno così come lo conosciamo oggi.

Il libro è ben congegnato e coniuga l’enciclopedica cultura musicale nonché lo straordinario archivio di informazioni detenuto da Pedron con le capacità metodologiche, di ricerca e approfondimento delle parti storiche e sociologiche fornite dall’apporto di Galli. Ne esce un testo che, partendo dalla dotta introduzione di Carlo Massarini, affronta l’inquadramento territoriale e storico analizzando la nascita della Beat Generation come fenomeno letterario, il suo legame con il jazz, l’evoluzione verso le varie forme del rock, per poi passare alla stagione dei grandi festival, alla narrazione della tanto mitizzata Summer of Love, baricentro musical-culturale del ’67, ed inoltrarsi verso la parte squisitamente legata alla musica che individua, con analitica precisione e buona descrizione, movimenti musicali, gruppi e artisti, luoghi, locali in cui tutto il movimento socio culturale si è sviluppato.

Ci sono anche quattro  recentissime e pregevoli  interviste a David Bennett Cohen (tastierista dei Country Joe and the Fish), Tom Costanten (ex tastierista Grateful Dead) Denise Kaufman (chitarrista delle Ace of Cups) e il grande Jorma Kaukonen (chitarrista estraordinarie  di Jefferson Airplane e Hot Tuna).

La prefazione del libro è a cura di Carlo Massarini, mentre la Postfazione è curata da Omar Pedrini.

Ingresso libero con offerta, fino ad esaurimento posti.

Per info: www.accademialemuse.org – 366 4065862

L’autore: Giornalista musicale, pubblicista, dopo numerose fanzine a cui ha partecipato nei primi anni ’70 tra cui Happy Trails nel 1973 e 1974 e il mensile Suono Stereo Hi-Fi, nel 1977 diventa socio e collaboratore in una delle prime emittenti e Radio private della sua zona, Gallarate in provincia di Varese, la radio si chiama RG6 (1976). Collabora e conduce programmi per altre radio, una su tutte Radio Popolare di Milano nonché Radio Lupo Solitario di Samarate (Va). La musica è la sua passione, la missione della sua vita. Ex manager e responsabile dell’ufficio della UPS-SCS all’Aeroporto di Milano Malpensa. Ora in pensione, è soltanto un appassionato, autentico rocker, critico, collezionista, nonno rock e giornalista musicale.E’ tra i fondatori della rivista mensile a carattere nazionale IL MUCCHIO SELVAGGIO e  redattore dal primo numero nel 1977 (anno della sua fondazione) sino al 1980. Dal Dicembre 1980 al 1992 è invece Direttore Responsabile del mensile di rock ULTIMO BUSCADERO.Lascia la rivista e come giornalista freelance, collabora a diverse testate sempre nell’ambito musicale: Hi-Folks, Jam (Viaggio nella musica), Feedback, Appunti Di Viaggio, Out of Time, Dynamo (nel 1994), Satisfaction, Musikbox, Vintage,Calciomania (articolo su K.H. Rumenigge!), Blast, Jamboree, Beat Boutique 67, L’Isola che non c’era, (nel 2001), Suono, Outsider, Late for the Sky ecc. ecc.    Ha partecipato e collaborato e alla stesura di numerosi libri ed enciclopedie musicali per Fabbri Editori, Arcana e Editori Riuniti Promoter di concerti ha portato in Italia curandone le tournée numerosi musicisti ed artisti tra cui i Ghosthouse, Paul Mills, Tony Maude, Toni Bird, Lee Fardon, Don Mc Calister Jr., Slim Richey, The Jitterbug Vipers, Ben Vaughn, ecc. ecc. Ha partecipato a numerose conferenze, meeting e dibattiti sulla storia della musica rock in varie città. 

E’ autore o co-autore di 7  libri :

The Beach Boys  (Gruppo Editoriale Fabbri ) nel 1983 

(libretto con annessa una cassetta del disco The Beach Boys – Keepin’ the summer alive)                            

Ry Cooder – Il viaggiatore dei suoni        (Arcana Editrice) nel 1998 (144 pagine)

California  –                     (Guide Rock)      (Editori Riuniti)  nel  2000

(scritto da Aldo Pedron e Roberto Caselli )

New Orleans – Louisiana (Guide Rock)    (Editori Riuniti)  nel  2002

(scritto da Aldo Pedron e Carmelo Genovese )

In cerca degli umori di Dave ( I  Dave Anthony’s Moods: dalla Swinging London al Piper Club 

(Edizioni Indipendenti) pubblicato nel Marzo 2013

(scritto da Aldo Pedron e Luca Selvini) non è in edizione cartacea bensì on line.

Good Vibrations- La storia dei Beach Boys  (Arcana Editrice) nel Dicembre 2016 

(scritto da Roberta Maiorano e Aldo Pedron)

Ry Cooder – Il viaggiatore dei suoni (Arcana Editrice) pubblicato nel Gennaio 2018. (379 pagine)