Primo giorno d’agosto, di Brigida Miraglia

Mi sono alzata con un 

Caldo cocente, ho visto

Ho visto un candido  fiore 

Un giglio !, nato in una 

Crepa di cemento era lalba!

Quel fiore rifletteva nei miei 

Occhi con quel raggio di sole 

Che  brilla nell’anima mia

Che  cerca  l’amore perduto 

Che  sogno ogni notte nella 

Mia veglia che  ti cerca ancora 

Non  so  come finirò  i giorni

Miei ma il mio  cuore  non 

Ha pace senza te che mi hai 

Lasciato all’improvviso in un

Di d’autunno  ricordo  l’ultima 

Estate insieme,ma sei volato 

Via come un un’angelo  che 

Non  può far ritorno ma nel mio 

Cuore sei rimasto sampato

E non   ce gomma che  può

Cancellare il tuo ricordo 

Brigida Miraglia