A NINI’, di Vittorio Zingone

A NINI’    

CON TE SAREBBE BELLO CORRERE   

SU PRATI IN FIORE;   

CON TE SAREBBE BELLO VIVERE   

TRA MILLE PROFUMI   

CHE VAGANO NELL’ARIA.   

VORREI LA PRIMAVERA   

NON VEDER SVANIRE     

PER NON VEDER SFIORIRE   

PURE TE.   

CHE MAR PROFONDO   

LE TUE PUPILLE NERE!   

SE IN TALE ARCANO PELAGO   

DOVESSI FINIR NAUFRAGO   

REPUTEREI ME FELICE GIOVANE

MA SE PUR NEGASSI APPRODO   

AL VIVER MIO INUTILE   

TI PREGHEREI UGUAL FATO BENEVOLO.

foto pexels