Dopo l’interruzione dovuta all’emergenza covid Arezzo ha dato il via alla sesta edizione di “Arezzo città del Natale”che dal 20 novembre2021 fino al 9 gennaio 2022 vede nel fine settimana ,  il centro storico trasformarsi in un ambiente fiabesco, che desta l’ammirazione sia dei bambini che degli adulti. Infatti questa città, che annovera già luoghi e opere d’arte di notevole interesse,ha dato vita a questo  progetto, ideato e voluto dal comune stesso e organizzato dalla fondazione Arezzo intour, con la partecipazione di varie associazioni culturali e di categoria, aziende del territorio e artisti .

La più bella piazza della città, piazza Vasari,(così denominata per le logge, opera del Vasari ivi presenti)diventa una piazza incantata grazie a particolari istallazioni luminose che cambiano l’aspetto dei già bellissimi edifici storici che vi si affacciano. La piazza,inoltre,ospita il  famoso mercatino tirolese: 32 casette di legno che ripetono l’atmosfera d’oltralpe con oggetti e manufatti natalizi tipici, mentre in piccole “baite” si possono gustare birre e piatti di tale zona.

Oggetti vari realizzati in vetro, stoffa, legno intagliato ma anche palle di natale e addobb,i sciarpe,capelli, peluche, se ninnoli vari: ce n’è per ogni tasca e ogni gusto.

Non manca l’angolo del verde con il Christmas Gardner dove trionfano abeti e piante da regalare e regalarsi. Il palazzetto della Fraternita dei laici risalente al 1300, con le sue sale affrescate,è la “casa di babbo natale”,dove trovare l’albero parlante, la renna dal naso rosso, un enorme Babbo Natale di 5 metri di altezza illuminato a led  e l’ufficio postale del Circolo polare artico dove il babbo Natale stesso accoglie le richieste dei piccoli visitatori.

Proseguendo si arriva al chiostro della biblioteca dove si possono ammirare i prodotti degli artigiani orafi e non solo e ancora oltre, si arriva al “Prato “ un grande parco verde dove si può salire su una enorme  ruota panoramica illuminata e avere dall’alto una suggestiva visione del centro storico ma anche trovare il “Mercato delle meraviglie” costituito da piccole casette in legno che offrono manufatti e prodotti gastronomici vari  e vedere il “Christmas Brick o villaggio natalizio” (fino al 26 dicembre )”realizzato con i più famosi mattoncini della storia .

In Piazza San Jacopo e in piazza Risorgimento si trovano altre casette che offrono oggetti vari che spaziano dalla bigiotteria ai formaggi, dalla maglieria agli accessori quali sciarpe,cappelli e guanti.

Anche in Piazza Guido Monaco ci sono altre casette con prodotti hand made e ninnoli .

Tutte le chiese del centro,inoltre, senza contare la chiesa della Badia che allestisce  il suo tradizionale presepe in movimento,hanno oltre ad affreschi antichi e statue di rilevo, presepi degni almeno di una visita.

Novità saranno  infine il festival del “teatro della figura” del 31 dicembre e del 1 e 2 Gennaio 2022 che vedrà Teodor Borisov conosciuto in arte come “il lupo bulgaro” mettere in funzione il suo teatro di marionette e il 26 dicembre i simulatori di corse rally per gli appassionati del settore delle corse.

Del resto, la città presenta già di per sé  ambiti di rilievo: strade su cui si affacciano palazzi d’epoca e chiese ,come quella di san Francesco dove ammirare i dipinti di Piero Della Francesca o la Pieve romanica,con il suo campanile dalle colonne scolpite o ancora la riproduzione della famosa chimera etrusca nella fontana della stazione…

Ed allora perché non fare un weekend alla scoperta di questa città toscana, dove si celebra un Natale di luce e di suggestioni toscane e d’oltralpe?

 Tutte le informazioni reperibili su http://www.arezzocittadelnatale.it

panoramica di Piazza Vasari di AREZZO