Da giorni c’era qualcosa nell’aria, di Giusy Del Vento

Da giorni c’era qualcosa nell’aria

nei colori delle foglie 

Movimenti strani, brusii 

refoli di vento improvvisi

Il mondo si rassettava 

puliva gli angoli 

Perché arrivavi, da lontano 

sulla strada di pietra bianca 

E la poesia 

senza che io le chiedessi nulla

pompò sangue al cuore 

che da allora lavora per due

È per questo che ancora 

mi vedi arrossire quando sorridi

Tutte le parole d’amore 

di tutte le poesie del mondo 

mi affiorano alle guance 

Solo colpa tua, della poesia 

del cuore, che non si abitua 

ancora al peso dei tuoi sorrisi

Giusy Del Vento  (inedita)