MILANO È VIVA 

PROGETTO “LA CITTÀ SENZA PORTE”
ROGOREDO/SANTA GIULIA/PORTO DI MARE

A cura di Teatro Menotti, Sunugal Associazione Socioculturale, Associazione Culturale Quattro Aps,  Elikya Onlus, VerdeFestival.

Immaginate un paese dove le case non hanno porte, i negozi sono sempre lasciati senza lucchetti e blocchi alle saracinesche e gli abitanti non si sentono minacciati. Questa città nella realtà esiste ed è in India nello Stato del Maharashtra, si chiama Shani Shingnapur. 

In quella cittadina, ormai diventata meta di pellegrinaggio anche turistico, gli abitanti si sentono sicuri grazie alla devozione del Dio di Saturno, considerato il custode del villaggio. Nell’aderire al grande progetto cittadino, dedicato al riequilibrio territoriale, il nostro teatro ha fatto sua l’idea e la suggestione della CITTA’ SENZA PORTE, identificando la cultura e lo spettacolo dal vivo diffuso e condiviso come strumenti indispensabili ad una nuova e più partecipata visione del vivere comune, senza confini, divisioni, barriere culturali e linguistiche.

Senza porte, perché libera, senza porte perché aperta, senza porte perché condivisa.

Immaginando una città come Milano senza porte mentali, politiche, culturali, viene più semplice ridurre le distanze, guardare un po’ più lontano dal nostro consueto e provare a tracciare una linea di continuità lungo una direzione che ci ha portato, quasi naturalmente, a sud-est nei quartieri di Porto di mare, Rogoredo e Santa Giulia alla ricerca di spazi e incontri con un luogo di grandi contrasti, che, tra nuove visioni architettoniche, paesaggistiche e una realtà meltin’ pot sempre più protagonista riesce a svilupparsi, ma anche a conservare la propria identità grazie al lavoro costante del suo associazionismo dinamico che sarà coinvolto attivamente nel progetto. Le azioni da noi proposte intendono proprio attuarsi in questa logica dell’incontro per un’attività articolata che, partendo dal nostro fare e pensare teatro, vuole confrontarsi, cercare stimoli e sviluppi, anche in una logica bi-direzionale costruendo prospettive per il futuro.

LA VIA DEI NARRATORI

presso C.I.Q. Centro Internazionale di Quartiere, via Fabio Massimo, 19

Dall’11 al 22 settembre

11 SETTEMBRE ORE 20:30

ULDERICO PESCE

MORO: I 55 GIORNI CHE CAMBIARONO L’ITALIA

Scritto da Ferdinando Imposimato e Ulderico Pesce 
Con Ulderico Pesce
Regia Ulderico Pesce

Interventi in video del giudice Ferdinando Imposimato 

Il 9 maggio del 1978, in via Caetani a Roma veniva ritrovato nel portabagagli di una Renault rossa il corpo dell’onorevole Aldo Moro crivellato da 11 colpi, dopo un rapimento durato 55 giorni.  

Il presidente della Democrazia Cristiana venne rapito la mattina del 16 marzo 1978 in via Fani e i 5 uomini della sua scorta vennero uccisi da terroristi armati di mitragliatrici e travestiti con le divise del personale di volo dell’Alitalia.  Gli uomini della scorta erano Raffaele Iozzino, Francesco Zizzi, Domenico Ricci, Giulio Rivera e Oreste Leonardi.  

Raffaele Iozzino, unico membro della scorta che prima di morire riuscì a sparare due colpi di pistola contro i terroristi, era di Casola di Napoli e proveniva da una famiglia di contadini. Raffaele, alla Cresima, aveva avuto in regalo dal fratello Ciro un orologio con il cinturino in metallo. Ciro, quella mattina del 16 marzo era a casa e da un’edizione straordinaria del telegiornale vide l’immagine di un lenzuolo bianco che copriva un corpo morto. Spuntava da sotto al lenzuolo soltanto il braccio con l’orologio della Cresima. Questa immagine è la radice prima del dolore di Ciro, protagonista dello spettacolo. Questo dolore diventa rabbia, e questa rabbia lo spinge a rintracciare il giudice Ferdinando Imposimato, titolare del processo, al quale chiede di sapere la verità. 

Uno spettacolo importante di teatro civile, che commuove e fa riflettere, dove la Storia si intreccia con le storie dei protagonisti e il lavoro documentario ai racconti privati. 

Prezzo € 8,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/moro-i-55-giorni-che-cambiarono-l-italia/187133

12 SETTEMBRE ORE 20:30

ULDERICO PESCE

PETROLIO

IL RACCONTO DEL PETROLIO LUCANO

Scritto e interpretato da Ulderico Pesce
Produzione Centro Mediterraneo delle Arti 

 
Petrolio narra innanzitutto la bellezza mozzafiato della Basilicata, fatta di boschi millenari, mare, calanchi, paesini bellissimi arroccati a strapiombo su fiumi o distese di grano, ma narra anche del giacimento più grande dell’Europa continentale collocato in Basilicata tra Viggiano e Corleto Perticara. 

Ulderico Pesce narra il petrolio lucano partendo da un personaggio, Giovanni, che lavora come addetto alla sicurezza dei serbatoi esterni del Centro Olio di Viggiano, e vive con la moglie e la figlia Maria in località Le vigne, di fronte alla fiamma dell’impianto ENI che da decenni brucia pericolosissimo H2S nell’aria.  

Giovanni scopre che uno dei grandi serbatoi esterni ha una grossa buca dalla quale fuoriesce petrolio che si disperde sottoterra. Ha paura di parlare, di perdere il lavoro. Dopo mesi vede che il petrolio, camminando sottoterra, è arrivato alle porte della Diga del Pertusillo, un bacino artificiale che raccoglie acqua da utilizzare a scopi idrici in Puglia e nella stessa Basilicata nel Metapontino. Giovanni fotografa una enorme chiazza di petrolio nella diga ma continua a non dire nulla per paura di perdere il lavoro e delle reazioni dei suoi compagni di lavoro… prevarranno su Giovanni le logiche della conservazione del lavoro o quelle di conservazione della salute?

Prezzo € 8,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/petrolio/187135

14 SETTEMBRE ORE 20:30

CENA CON GLI AMICI DEL MENOTTI ARTISTI VARI

Una cena a base di cous cous condivisa con gli artisti del Teatro Menotti. Parole, musica e teatro per una serata imperdibile.

Prezzo € 15,00 con cena a base di cous cous inclusa (previsto menu per vegetariani)

Per prenotare: https://www.teatromenotti.org/event/cena-con-gli-amici-del-menotti/#prenota

15 SETTEMBRE ORE 20:30

SAVERIO LA RUINA

ITALIANESI 

Di e conSaverio La Ruina 
Musiche originali Roberto Cherillo 
Contributo alla drammaturgia Monica De Simone 
Disegno luciDario De Luca 
Direzione tecnicaGaetano Bonofiglio 
OrganizzazioneSettimio Pisano 
ProduzioneScena Verticale

Esiste una tragedia inaudita, rimossa dai libri di storia, consumata fino a qualche giorno fa a pochi chilometri dalle nostre case.  Alla fine della Seconda guerra mondiale, migliaia di soldati e civili italiani rimangono intrappolati in Albania con l’avvento del regime dittatoriale, costretti a vivere in un clima di terrore e oggetto di periodiche e violente persecuzioni.

Con l’accusa di attività sovversiva ai danni del regime la maggior parte viene condannata e poi rimpatriata in Italia. Donne e bambini vengono trattenuti e internati in campi di prigionia per la sola colpa di essere mogli e figli di italiani. Vivono in alloggi circondati da filo spinato, controllati dalla polizia segreta del regime, sottoposti a interrogatori, appelli quotidiani, lavori forzati e torture. 

In quei campi di prigionia rimangono quarant’anni, dimenticati.  Come il “nostro” che vi nasce nel 1951 e vive quarant’anni nel mito del padre e dell’Italia che raggiunge nel 1991 a seguito della caduta del regime. Riconosciuti come profughi dallo Stato italiano, arrivano nel Belpaese in 365, convinti di essere accolti come eroi, ma paradossalmente condannati ad essere italiani in Albania e albanesi in Italia.  Ispirato a storie vere. Testo tradotto in francese (Italbanais) da Federica Martucci e Amandine Mélan con il sostegno della Maison Antoine Vitez.  Testo selezionato per il progetto Face à Face / Chantiers d’Europe 2012 e interpretato in forma di lettura scenica da Valerie Dreville al Théâtre de la Ville di Parigi e al festival ActOral di Marsiglia. 
La prima stesura del testo è giunta nella cinquina dei finalisti al Premio Riccione per il Teatro 2011. 
Lo spettacolo è stato trasmesso in diretta radiofonica nell’ambito di Radio 3 in Festival il 13/04/12. 

 
PREMI E RICONOSCIMENTI 

Premio UBU 2012 “Migliore attore” 
Nomination Premio UBU 2012 “Migliore testo italiano” 
Premio Enriquez 2012 per la drammaturgia 
Premio Antonio Landieri 2012 “Migliore attore” 
Menzione speciale al Premio Internazionale Teresa Pomodoro 2012 

Prezzo € 8,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/italianesi/187130

16 SETTEMBRE ORE 20:30

SAVERIO LA RUINA

MASCULU E FÌAMMINA 

Di e conSaverio La Ruina 
Musiche originaliGianfranco De Franco 
Collaborazione alla regiaCecilia Foti 
SceneCristina Ipsaro e Riccardo De Leo 
Disegno luciDario De Luca e Mario Giordano 
Audio e luciMario Giordano 
OrganizzazioneSettimio Pisano 
ProduzioneScena Verticale

L’idea di base è che un uomo semplice parli con la madre. Una madre che non c’è più. Lui la va a trovare al cimitero. Si racconta a lei, le confida con pacatezza di essere omosessuale, “o masculu e fìammina cum’i chiamàvisi tu”, l’esistenza intima che viveva e che vive.  Non l’ha mai fatto, prima. Certamente questa mamma ha intuito, ha assorbito, ha capito tutto in silenzio. Senza mai fare domande. Con infinito, amoroso rispetto. Arrivando solo a raccomandarsi, quando il figlio usciva la sera, con un tenero e protettivo “Statti attìantu”.

Ora, per lui, scatta un tipico confessarsi del sud, al riparo dagli imbarazzi, dai timori di preoccupare. Forse con un piccolo indicibile dispiacere di non aver trovato prima, a tu per tu, l’occasione di aprirsi, di cercare appoggio, delicatezza.  E affiorano memorie e coscienze di momenti anche belli, nel figlio, a ripensare certi rapporti con uomini in grado di dare felicità, un benessere che però invariabilmente si rivelava effimero, perché le cose segrete nascondono mille complicazioni, destini non facili, rotture drammatiche.  Nei riguardi di quella madre, pur così affettuosa e misteriosamente comprensiva, si percepisce comunque qualche rammarico, qualche mancata armonia. Ma tutto è moderato, è fatalistico, è contemplativo. In un meridione con la neve, tra le tombe, finalmente con la sensazione d’essere liberi di dire. 

  

PREMI E RICONOSCIMENTI 

Saverio La Ruina candidato al Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2017 come miglior interprete di monologo per Masculu e fìammina 

Selezione Premio Hystrio Twister 2017 tra i dieci titoli più amati della stagione 2016/2017. 

  

Prezzo € 8,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/masculu-i-fiammina/187132

17 SETTEMBRE ORE 20:30

MODOU GUEYE

AFRICA RACCONTA

Spettacolo di Modou Gueye
Con Modou Gueye e percussionisti

Il viaggio tanto aspettato per le rosse terre d’Africa finalmente si avvicina. Ma come si dice in Africa: “chi è di fretta, non arriverà presto”. Ecco, quindi, un momento di incontro con Modou prima di immergerci nel Senegal più profondo. 

I battiti del tamburo parlante e le vibrazioni della voce del cantante si intersecano nel gioco di parole, azioni e suoni tra artisti e pubblico come nel cerchio sulla piazza del villaggio o nelle stalle durante le veglie invernali. Le storie raccontano i sentimenti di tutti noi con i linguaggi di alcuni di noi: un momento di intimità tra pubblico e artisti che si deposita con dolcezza nel nostro animo. 

Prezzo € 8,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/africa-racconta/187129

18 SETTEMBRE ORE 20:30

MONI OVADIA

LAUDATO SI’

Di e con Moni Ovadia

Produzioni Corvino produzioni

Moni Ovadia legge e commenta l’enciclica di Papa Francesco

Laudato si’ è la seconda enciclica scritta da Papa Bergoglio nel suo pontificato e risale al 2015. 
Moni Ovadia, scrittore, autore, uomo di cultura agnostico ma da sempre vicino alla spiritualità e agli interrogativi propri degli uomini di fede ha deciso di farne un Reading in cui si potesse evidenziare la forza rivoluzionaria di questo scritto ovvero la denuncia dell’attuale crisi ecologica e l’assoluta necessità di un mutamento radicale nella condotta dell’uomo. 

L’umanità non può più permettersi uno sfruttamento sconsiderato della natura finalizzato ai propri interessi economici ma necessita più che mai di un rinnovamento nel segno di una conversione ecologica globale

“Un’ecologia Integrale, vissuta con gioia e autenticità” 
 

Prezzo € 12,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/laudato-si/187131

19 SETTEMBRE ORE 20:30

LIVIA GROSSI

NONOSTANTE VOI

STORIE DI DONNE CORAGGIO

Reportage teatrale di e con Livia Grossi

Musica dal vivo di Andrea Labanca

Foto di Alex Majoli, Alberto Roveri, Jacopo Barsotti, Emiliano Boga

Regia Gigi Gherzi

Con il patrocinio di Amnesty International

Un reading che tra parole e musica s’interroga sull’identità individuale e pubblica, sull’informazione e la sua reale condivisione. 

In scena riflessioni e testimonianze di donne italiane e straniere e un ironico monologo sui requisiti necessari per ottenere la Carta d’identità di Donna. Storie di resistenza al femminile raccolte sul campo da Livia Grossi, giornalista del Corriere della Sera, qui proposte in un unico reportage teatrale, pagine di Giornale Parlato. 

Le protagoniste sono tre donne con cui la giornalista è venuta a contatto per motivi professionali. Pushka, 66 anni, albanese, è «una vergine giurata». Ovvero: una donna che da quarant’anni ha deciso di diventare “uomo” per difendere diritti e dignità. Funziona così dalle sue parti, quando non si hanno eredi maschi. Si cambia identità, sul piano sociale, per evitare soprusi e godere della giusta considerazione.

Maria, sudamericana, è una rifugiata politica che Grossi ha incontrato a Milano. Una donna arrestata con l’accusa di terrorismo e liberata in seguito alla sua riconosciuta innocenza soltanto dopo otto anni di carcere. La sua è una storia di abuso di potere che supera confini geografici e temporali: e che riporta all’Italia degli anni di piombo, dove bastava muoversi in gruppo per essere accusati di radunata sediziosa. Con Marietù, invece, l’incontro è avvenuto in Senegal. La donna, dopo aver visto morire le sue figlie per infibulazione, ha deciso di ribellarsi a questa “tradizione” da cui non sfuggono tutte le bambine che si avvicinano alla pubertà. Missione compiuta: in soli dieci anni di lavoro, è riuscita a creare un movimento di donne che ha fatto cambiare le leggi del Parlamento di Dakar.

Lo spettacolo è andato in scena al Teatro Franco Parenti, al Lac di Lugano e in forma di radiodramma sulle frequenze della Rsi- Radio Svizzera Italiana. 

Livia Grossi: giornalista, collaboratrice storica del Corriere della Sera, si occupa di teatro, cultura e reportage. Da qualche tempo i suoi servizi realizzati in Africa, Albania e Sud America sono diventati “reading teatrali” o meglio pagine di “Giornale Parlato”: una nuova forma di giornalismo detto in scena, come se il palco fosse una pagina di un magazine con contributi fotografici, interviste in video, musica dal vivo e la giornalista che “dice il pezzo” guardando negli occhi il lettore. I suoi lavori sono stati oggetto di servizi d’approfondimento di RaiTg3 e ospiti in importanti teatri e Festival.

Prezzo € 8,00

https://www.vivaticket.com/it/ticket/nonostante-voi-storie-di-donne-coraggio/187134

20 SETTEMBRE ORE 20:30

PAOLO ROSSI
RECITAL

AGIDI presenta

Di e con Paolo Rossi

Musiche dal vivo Emanuele Dell’Aquila e Alex Orciari

Un happening che mescola la realtà con l’immaginazione, una serata di improvvisazione disorganizzata che mette al centro il contatto diretto con il pubblico.
I rimandi continui dal passato al presente, come è nello stile di Rossi, uniti alla sua capacità di essere sempre imprevedibile e attuale, rendono questo recital un evento unico e sempre attuale.

Paolo Rossi, accompagnato in scena dalle musiche di Emanuele Dall’Aquila e Alex Orciari, ci racconta la contemporaneità nel modo che da sempre lo contraddistingue: irriverente, rivoluzionario, pirotecnico, incontenibile.

Prezzo € 12,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/pane-o-liberta-per-un-futuro-immenso-repertorio/187210

22 SETTEMBRE ORE 20:30

KENTO

L’INCENDIO BRUCIA ANCORA

Di e con Francesco Carlo 

 
Come un podcast ma meglio. E dal vivo!  

Il rapper e scrittore Francesco “Kento” Carlo racconta alcuni episodi chiave in cui la storia del rap si è incrociata con la Storia con la S maiuscola, sia negli Stati Uniti che in Italia.  

Aneddoti, riflessioni e curiosità per capire al meglio la musica che, più di ogni altra, rappresenta e racconta i nostri anni. 

Prezzo € 8,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/l-incendio-brucia-ancora-talkin-rap/188679

ROGOREDO SOTTOSOPRA

ChapiteauMenotti Piazza Tina Modotti
Santa Giulia – Rogoredo

Dal 23 settembre al 2 ottobre

Chapiteau Menotti è un luogo magico ed evocativo per un teatro del tempo presente. Un’immagine del passato che si trasforma per il futuro. Un segno concreto e simbolico del nostro fare e pensare teatro. Uno spazio aperto tutti i giorni e a tutte le ore per una Città senza Porte che prova a cancellare confini e pregiudizi.

23 SETTEMBRE 

ORE 17:30

LA SFILATA. LA MAGIA DEGLI UNICORNI DANZANTI

Cavalieri sfilano sulla promenade Santa Giulia-Via Bruno Cassinari, a sorpresa dispiegano dai loro corpi delle sculture luminose di seta a forma di enormi unicorni, iniziando così una danza eterea ed elegante. Eseguono assoli, duetti e terzetti, con interazioni tenere e potenti in forme geometriche ed eleganti.  
Ingresso libero

ORE 19:00

HAVANA ACROBATIC ENSEMBLE

¡FIESTA! IL CUORE DELL’AMERICA LATINA 

ConHavana Acrobatic Ensemble

Scritto e diretto da Alejandro Plàcido 
Con Neoglys Arzola Rodriguez, Humberto Javier Coureoneaux Alcántara, Edenia Hernández Ledesma, Yorbanis Martínez Palmero, Eddy Enoide Napoles López, Sheila Suárez Yero Scenografie Siegfried Preisner e Studiobazart 

Light designer Andrea Escobar

Consulenza artistica Alejandra Dalmàs

¡Fiesta! è uno show di puro circo che fonde atmosfere latinoamericane e suggestioni pop, per un risultato sorprendente. Un turbinio di esercizi acrobatici in una serata ricca di emozioni e divertimento. Uno spettacolo acrobatico, così come acrobatiche sono le azioni che l’amore fa compiere all’uomo. Ispirandosi alle opere di Gabriel García Márquez, a partire dal capolavoro Cronaca di una morte annunciata, un gruppo di artisti cubani narra con il proprio corpo una storia che racchiude tutte le sfaccettature di questo sentimento, dalle più nobili alle più oscure. 

Passione, rabbia, desiderio, tradimento, gelosia, vendetta e perdono.  Il realismo magico del premio Nobel colombiano viene espresso con una varietà di tecniche circensi (salti a terra e con la corda, mano a mano, giocoleria, diabolo, ruota tedesca, altalena), ognuna delle quali rappresenta simbolicamente un passaggio della trama in un vero e proprio racconto per immagini.  
¡Fiesta! si fonda sulla commistione di suggestioni, forme artistiche e culture differenti, coniugando il virtuosismo fisico alla drammaturgia del circo contemporaneo.  

¡Fiesta! è un omaggio acrobatico in forma di prodezze ai chiaroscuri di un intero continente. Uno show sorprendente che restituisce il cuore dell’America Latina.  

Prezzo € 15,00 
https://www.vivaticket.com/it/ticket/fiesta-amor/187737

ORE 21:30

OMAR PEDRINI

DAI TIMORIA AD OGGI 

Con Omar Pedrini, Simone Zoni, Davide Apollo 

Omar racconta, accompagnato dal suo trio elettroacustico (chitarre elettriche Simone Zoni, alla voce Davide Apollo) le canzoni dei Timoria, di cui era autore di testi e musiche, e le canzoni del suo percorso solista (5 album all’attivo) raccontando aneddoti, storie, ispirazioni, leggendo o recitando poesie e racconti. In queste occasioni spesso Omar Pedrini canta qualche cover dei suoi autori preferiti (Young, PFM, Lennon, Ciampi e tanti altri) in un concerto “senza scaletta” ogni volta diverso. 

Prezzo € 15,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/dai-timoria-ad-oggi/187736

24 SETTEMBRE 

ORE 19:00

I SACCHI DI SABBIA

SANDOKAN 
o la fine dell’Avventura 

da “Le Tigri di Mompracem” di Emilio Salgari 

Scrittura scenica Giovanni Guerrieri  
Con la collaborazione di Giulia Gallo e Giulia Solano 
Con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano, Rosa Maria Rizzi 
Tecnica Federico Polacci 
CostumiLuisa Pucci 
Produzione I Sacchi di Sabbia/Compagnia LombardiTiezzi  
in collaborazione con Teatro Sant’Andrea di Pisa, La Città del Teatro, Armunia Festival Costa degli Etruschi 
Con il sostegno di Mic, Regione Toscana 

Il luogo in cui si svolge l’azione è una cucina: attorno ad un tavolo si raccolgono i quattro personaggi che, indossato il grembiule, iniziano a vivere le intricate gesta del pirata malese. Perno dell’azione è l’ortaggio, in tutte le sue declinazioni: carote-soldatini, sedani-foresta, pomodori rosso sangue, patate-bombe, prezzemolo ornamentale. E poi cucchiai di legno come spade, grattugie come cannoni, una bacinella piena d’acqua per il mare del Borneo, scottex per cannocchiali, e ancora sacchetti di carta, coltellini, tritatutto…Il racconto si affaccia alla mente degli spettatori, per poi esplodere con una frenesia folle che contagia.

 La cucina è casa di Sandokan, nave dei pirati, villa di Lord Guillonk, foresta malese, spiaggia di Mompracem. Fedele all’ideale di un ironico esotismo quotidiano (Salgari non si avventurò mai oltre l’Adriatico) lo spettacolo – attraverso la rifunzionalizzazione di semplici oggetti d’uso – è un elogio all’immaginazione, che rischia di naufragare nel blob superficiale dei nostri tempi e al tempo stesso una satira di costume. Piccoli uomini (noi) e i loro grandi sogni si scontrano in un gioco scenico buffo ed elementare. Chi avrà la meglio?  

Prezzo € 10,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/sandokan-o-la-fine-dell-avventura/187746

ORE 21:30

HAVANA ACROBATIC ENSEMBLE

¡FIESTA! IL CUORE DELL’AMERICA LATINA 

ConHavana Acrobatic Ensemble

Scritto e diretto da Alejandro Plàcido 
Con Neoglys Arzola Rodriguez, Humberto Javier Coureoneaux Alcántara, Edenia Hernández Ledesma, Yorbanis Martínez Palmero, Eddy Enoide Napoles López, Sheila Suárez Yero Scenografie Siegfried Preisner e Studiobazart 

Light designer Andrea Escobar

Consulenza artistica Alejandra Dalmàs

¡Fiesta! è uno show di puro circo che fonde atmosfere latinoamericane e suggestioni pop, per un risultato sorprendente. Un turbinio di esercizi acrobatici in una serata ricca di emozioni e divertimento. Uno spettacolo acrobatico, così come acrobatiche sono le azioni che l’amore fa compiere all’uomo. Ispirandosi alle opere di Gabriel García Márquez, a partire dal capolavoro Cronaca di una morte annunciata, un gruppo di artisti cubani narra con il proprio corpo una storia che racchiude tutte le sfaccettature di questo sentimento, dalle più nobili alle più oscure. 

Passione, rabbia, desiderio, tradimento, gelosia, vendetta e perdono.  Il realismo magico del premio Nobel colombiano viene espresso con una varietà di tecniche circensi (salti a terra e con la corda, mano a mano, giocoleria, diabolo, ruota tedesca, altalena), ognuna delle quali rappresenta simbolicamente un passaggio della trama in un vero e proprio racconto per immagini.  
¡Fiesta! si fonda sulla commistione di suggestioni, forme artistiche e culture differenti, coniugando il virtuosismo fisico alla drammaturgia del circo contemporaneo.  

¡Fiesta! è un omaggio acrobatico in forma di prodezze ai chiaroscuri di un intero continente. Uno show sorprendente che restituisce il cuore dell’America Latina.  

Prezzo € 15,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/fiesta-amor/187737

25 SETTEMBRE 

ORE 17:30

I SACCHI DI SABBIA

7 CONTRO TEBE

Compagnia Lombardi-Tiezzi / I Sacchi di Sabbia
da Eschilo
Uno spettacolo de I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica
ConGabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Iliano
Produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi
In co-produzione con I Sacchi di Sabbia
Con il sostegno di Mic, Regione Toscana

L’argomento è noto. Sui figli gemelli di Edipo, Eteocle e Polinice, grava il funesto destino del padre: i meschini – essendo gemelli e non potendo vantare un diritto certo sul trono – si accordarono per regnare a turno; Eteocle fu il primo, ma a Polinice non toccò mai: Eteocle, infatti, lo fece catturare e allontanare dalla città.

L’esilio forzato portò Polinice a stringere un patto d’alleanza con il Re degli Argivi per vendicarsi di Tebe e del fratello. La tragedia di Eschilo inizia qui, con l’esercito argivo alle porte di Tebe: per ciascuna delle 7 porte un guerriero terribile e un altrettanto terribile guardiano. Chi avrà la meglio?

Prezzo € 10,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/7-contro-tebe/187740

ORE 21:30

TRATTORIA MENOTTI 

ProduzioneTieffe Teatro  
Ideato e diretto da Emilio Russo 
ConMarco Balbi, Enrico Ballardini, Paolo Bessegato, Gianna Coletti, Claudia 
Donadoni, Helena Hellwig, e “Musica da Rispostiglio” 
RegiaEmilio Russo 
CostumiPamela Aicardi 
 

Dopo il grande successo delle scorse stagioni, riapre la Trattoria Menotti a Rogoredo, con nuove storie, canzoni e ricordi.  

Ci son quattro dischi, due tanghi una polka, un’antica mazurka, due mosci foxtrot, e il twist non c’è nel trani a gogò. Si passa la sera scolando barbera. Nel valpolicella la vecchia zitella cerca l’amor nel trani a gogò… 

Con la sua grande ironia Giorgio Gaber ci ha regalato con questa “cartolina” un’immagine della Milano degli anni 60 alla quale vorremmo ispirarci per la nostra TRATTORIA MENOTTI, un salto in un passato che ci appartiene, anche se non scritto nelle antologie e nei libri di storia, tracce di una città che voleva cambiare, e quel cambiamento avveniva soprattutto nei luoghi di condivisione, scuole, fabbriche, università, ma anche, e forse soprattutto, nei locali dove si “tirava mattino”, tra un bicchiere, o molti bicchieri, di vino, un risotto e un uovo sodo, a cantare, raccontare, a parlare di politica, ma non di potere, semmai di contro potere. Luoghi dove la tolleranza non era una moda, ma una pratica di vita quotidiana. Palcoscenici minimi, che diventavano le “palestre” per una grande stagione di comici, musicisti e cantautori, ma anche pittori e poeti. Tavolate di puttane, intellettuali e giornalisti ognuno con i propri abiti da lavoro, mentre la notte si faceva giorno, con ancora la voglia di scambiarsi esperienze e giudizi sul mondo e forse tutti ad immaginare una vita e una città probabilmente molto distante da quella di oggi, o chissà.  

Prezzo € 15,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/trattoria-menotti/187747

26 SETTEMBRE

ORE 17:30

EL NIÑO DEL RETRETE

CARTOON TOYLETTE. DELIRIO DI UN CLOWN 

con Nicolas Benincasa 

El Niño del Retrete esprime il bambino dentro. Invitando il pubblico nel suo mondo umoristico. Per scoprire uno spettacolo pieno di emozioni e giochi insoliti, interpretato da un personaggio delirante. 

Questo spettacolo viene presentato in un linguaggio che tutti comprendiamo o che almeno abbiamo compreso in un punto della nostra vita.  Nel suo spettacolo dal linguaggio universale, il Niño Retrete lascia esprimere il bambino che porta dentro sé. Invitando il pubblico a entrare nel suo universo umoristico. Così si scopre uno spettacolo pieno di emozioni e di gioco dallo stile insolito, interpretato da un personaggio delirante. L’umorismo, le acrobazie, I numeri adeguati al ritmo della musica e la partecipazione del pubblico provocano 50 minuti di risate a crepapelle.  

Lo spettacolo “Cartoon Toylette” è stato rappresentato in numerosissimi festival internazionali: Spagna, Austria, Italia, Croazia, Portogallo, Brasile, Argentina, Francia, Perù, Olanda, Belgio, Finlandia, Polonia, Nuova Zelanda, Svizzera, Lussemburgo, Slovenia, Cile, Colombia, Russia, Finlandia e Cina. 

Prezzo € 10,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/cartoon-toylette/187742

ORE 21:30

TRATTORIA MENOTTI 

ProduzioneTieffe Teatro  
Ideato e diretto da Emilio Russo 
ConMarco Balbi, Enrico Ballardini, Paolo Bessegato, Gianna Coletti, Claudia 
Donadoni, Helena Hellwig, e “Musica da Rispostiglio” 
RegiaEmilio Russo 
CostumiPamela Aicardi 
 

Dopo il grande successo delle scorse stagioni, riapre la Trattoria Menotti a Rogoredo, con nuove storie, canzoni e ricordi.  

Ci son quattro dischi, due tanghi una polka, un’antica mazurka, due mosci foxtrot, e il twist non c’è nel trani a gogò. Si passa la sera scolando barbera. Nel valpolicella la vecchia zitella cerca l’amor nel trani a gogò… 

Con la sua grande ironia Giorgio Gaber ci ha regalato con questa “cartolina” un’immagine della Milano degli anni 60 alla quale vorremmo ispirarci per la nostra TRATTORIA MENOTTI, un salto in un passato che ci appartiene, anche se non scritto nelle antologie e nei libri di storia, tracce di una città che voleva cambiare, e quel cambiamento avveniva soprattutto nei luoghi di condivisione, scuole, fabbriche, università, ma anche, e forse soprattutto, nei locali dove si “tirava mattino”, tra un bicchiere, o molti bicchieri, di vino, un risotto e un uovo sodo, a cantare, raccontare, a parlare di politica, ma non di potere, semmai di contro potere. Luoghi dove la tolleranza non era una moda, ma una pratica di vita quotidiana. Palcoscenici minimi, che diventavano le “palestre” per una grande stagione di comici, musicisti e cantautori, ma anche pittori e poeti. Tavolate di puttane, intellettuali e giornalisti ognuno con i propri abiti da lavoro, mentre la notte si faceva giorno, con ancora la voglia di scambiarsi esperienze e giudizi sul mondo e forse tutti ad immaginare una vita e una città probabilmente molto distante da quella di oggi, o chissà.  

Prezzo € 15,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/trattoria-menotti/187747

27 SETTEMBRE

ORE 19:00

LUCCHETTINO 

LE IMPROBABILI DISAVVENTURE DI DUE ILLUSIONISTI COMICI 

Di e con Luca Regina e Tino Fimiani 

Lo spettacolo di magia sta per cominciare. La valigia e il cappello sono già in scena. Il pubblico entra. C’è proprio tutto, manca solo… il mago! Sarebbe un bel guaio se non fosse che le maschere di turno sono Luca e Tino, alias i Lucchettino, che salgono sul palco nel tentativo di salvare la serata e si ritrovano a improvvisare una sequenza di numeri di illusionismo che puntualmente finiranno per scatenare le risate del pubblico. Lucchettino Classic rinnova la tradizionale coppia di clown mischiando i generi, fondendo comicità e magia, commedia dell’arte e humor anglosassone, cabaret e arti circensi. Ogni gag presenta un numero di illusionismo riuscito e il suo spassoso ribaltamento. Riusciranno i nostri eroi a compiere la loro missione? Probabilmente no, ma il divertimento è assicurato! 

Prezzo € 10,00

https://www.vivaticket.com/it/ticket/lucchettino/187745

ORE 21:30

MUSICA DA RIPOSTIGLO

VIAGGIATORI 

Di e con Luca Pirozzi, Luca Giacomelli, Raffaele Toninelli e Emanuele Pellegrini 

Musica da Ripostiglio, perché da camera…ci sembrava eccessivo. Una realtà musicale nata dal ventennale sodalizio artistico di Luca Pirozzi e del chitarrista Luca Giacomelli, a cui si sono aggiunti successivamente Raffaele Toninelli al contrabbasso ed Emanuele Pellegrini alla batteria, tornano a teatro proponendo un concerto di canzoni originali e di classici italiani e internazionali. Uno spettacolo emozionante e originale, un atto unico in grado di coinvolgere un pubblico di tutte le età.  

Prezzo € 15,00

https://www.vivaticket.com/it/ticket/viaggiatori/188675

28 SETTEMBRE

ORE 21:30

BLUCINQUE

GELSOMINA DREAMS 

Direzione Caterina Mochi Sismondi 

Creazione e Performance Elisa Mutto, Alexandre Duarte, Federico Ceragioli, Vladimir Ježić, Michelangelo Merlanti e Ivan Ieri 

Con la partecipazione di Nina Carola Stratta, Paolo Stratta 

Light design Massimo Vesco 

Musica originale, sound design e violoncello Beatrice Zanin 

Musica originale, violino, tromba ed elettronica Nicolo Bottasso 

Musiche Georges Serge Gainsbourg, Ivanovitch Gurdjieff, Casimir Oberfeld, Charles-Louis Pothier, 

Nino Rota, Albert Willemetz 

Fonica Davide Boido 

Costumi Federico Bregolato e Carla Carucci 

Foto Andrea Macchia 

Produzione Centro di produzione blucinQue Nice 

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo 

Testi d’ispirazione Poesie di Luis Borges 

Immaginario d’ispirazione Il mondo cinematografico di Federico Fellini 

Un dichiarato omaggio all’immaginario di Federico Fellini a 100 anni dalla nascita. 

Un’ambientazione sospesa e senza tempo, che allude a un set cinematografico dismesso di felliniana memoria. Luci e scenografie abbandonate, scheletri di strutture praticabili, oggetti scenici che richiamano l’universo al contempo mitico e profano dell’immaginario felliniano. 

Gelsomina Dreams innesta sul linguaggio del teatrodanza i linguaggi della musica, suonata dal vivo, rielaborando anche melodie del grande Nino Rota.  Lo spettatore viene condotto per mano in una dimensione più profonda, inconscia, sospesa, a tratti spiazzante. La drammaturgia poggia sul sogno di Gelsomina, una giovane donna/bambina eterea e visionaria, portatrice di un sentire in continua evoluzione. Il suo viaggio onirico dà vita ad una proiezione sospesa e mai narrativa di personaggi in bilico tra il glamour in stile dolce vita e il mondo della strada, mescolando visioni circensi ed elementi di teatralità alle coreografie.  

Prezzo € 15,00

https://www.vivaticket.com/it/ticket/gelsomina-dreams/187743

29 SETTEMBRE

ORE 21:30

BLUCINQUE

GELSOMINA DREAMS 

Direzione Caterina Mochi Sismondi 

Creazione e Performance Elisa Mutto, Alexandre Duarte, Federico Ceragioli, Vladimir Ježić, Michelangelo Merlanti e Ivan Ieri 

Con la partecipazione di Nina Carola Stratta, Paolo Stratta 

Light design Massimo Vesco 

Musica originale, sound design e violoncello Beatrice Zanin 

Musica originale, violino, tromba ed elettronica Nicolo Bottasso 

Musiche Georges Serge Gainsbourg, Ivanovitch Gurdjieff, Casimir Oberfeld, Charles-Louis Pothier, 

Nino Rota, Albert Willemetz 

Fonica Davide Boido 

Costumi Federico Bregolato e Carla Carucci 

Foto Andrea Macchia 

Produzione Centro di produzione blucinQue Nice 

In collaborazione con Fondazione Cirko Vertigo 

Testi d’ispirazione Poesie di Luis Borges 

Immaginario d’ispirazione Il mondo cinematografico di Federico Fellini 

Un dichiarato omaggio all’immaginario di Federico Fellini a 100 anni dalla nascita. 

Un’ambientazione sospesa e senza tempo, che allude a un set cinematografico dismesso di felliniana memoria. Luci e scenografie abbandonate, scheletri di strutture praticabili, oggetti scenici che richiamano l’universo al contempo mitico e profano dell’immaginario felliniano. 

Gelsomina Dreams innesta sul linguaggio del teatrodanza i linguaggi della musica, suonata dal vivo, rielaborando anche melodie del grande Nino Rota.  Lo spettatore viene condotto per mano in una dimensione più profonda, inconscia, sospesa, a tratti spiazzante. La drammaturgia poggia sul sogno di Gelsomina, una giovane donna/bambina eterea e visionaria, portatrice di un sentire in continua evoluzione. Il suo viaggio onirico dà vita ad una proiezione sospesa e mai narrativa di personaggi in bilico tra il glamour in stile dolce vita e il mondo della strada, mescolando visioni circensi ed elementi di teatralità alle coreografie.  

Prezzo € 15,00

https://www.vivaticket.com/it/ticket/gelsomina-dreams/187743

30 SETTEMBRE

ORE 17:30

HOTEL TORDÒ – UN ROCAMBOLESCO CABARET DELL’ASSURDO  

Di e con Andrea Ginestra e Gianluca Castellano 

Hotel Tordò è un comedy-show ambientato all’interno di una surreale reception e interpretato dai Fratelli Tordò che, utilizzando i caratteri dei clown, il linguaggio del corpo e della musica, intrecciano una serie di sketch inediti. I due clown rischieranno la vita nel tentativo di domare una piccola e affamatissima belva feroce e costringerla a esibirsi nel pericoloso salto nel cerchio di fuoco. Presenteranno un numero di fachirismo onirico attraversando a piedi nudi letti di patate fritte e sfidando le soglie della tentazione lasceranno il pubblico a bocca aperta e a stomaco vuoto. Nell’imprevedibile Hotel Tordò sparizioni di suocere, preziosismi di micro-magia in lingerie e una serie di imprevedibili errori trasformeranno un tranquillo soggiorno in una catastrofica commedia. Un luogo dove poter mandare in vacanza i pensieri di tutti i giorni e vivere insieme un momento di spensieratezza. Uno spettacolo di teatro comico, raccontato con la poesia e l’allegria del clown. 

Prezzo € 15,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/hotel-tordo/187744

ORE 21:30

PAOLO ROSSI 

PER UN FUTURO IMMENSO REPERTORIO

Musiche dal vivoEmanuele Dell’Aquila, Alex Orciari 

Il nuovo spettacolo di Paolo Rossi che unisce stand-up a commedia dell’arte e commedia greca. “Il titolo Pane o libertà l’ho ripreso da un libro, ma non vi dico qual è. Lo trovo molto emblematico: si impone la scelta tra mangiare, vivere o avere la libertà” spiega Paolo Rossi. “Ma oggi le parole ‘pane’ e ‘libertà’ hanno lo stesso significato di quando quel libro mi capitò tra le mani? Il pane ha lo stesso sapore di quei tempi? e oggi uno è libero di gridare ‘Abbasso la libertà’?” 

Paolo Rossi racconta tra parole e musica, l’incontro fortunato con i grandi maestri del passato – come Jannacci, Gaber, De André, Fo – rievocando, attraverso le loro idee e i suoi sogni, storie che aiutano a resistere, a scegliere, a sperare. Un teatro d’emergenza? Delirio organizzato? Serata illegale? Teatro di rianimazione? Comunque, un teatro di domande.  

Prezzo € 15,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/pane-o-liberta-per-un-futuro-immenso-repertorio/187738

1° OTTOBRE

ORE 17:30

MISTER MUSTACHE

AFFETTO D’AMORE, MANUALE DI SEDUZIONE COMICA 

Scritto da Domenico Lannutti e Franco Di Berardini 

Regia Franco Di Berardino 

Mister Mustache è un uomo sulla trentina mosso da un unico, caparbio obiettivo: trovare l’amore. Vorrebbe essere galante ma risulta impacciato. Vorrebbe essere un novello Casanova, ma di Casanova ha solo la rosa rossa, e l’aria un po’ vintage. 

Lo spettacolo racconta senza parole e a ritmo serrato la storia d’amore tra il nostro protagonista e una donna scelta tra il pubblico. Lungo una via crucis di imprevisti, gaffe e tenaci tentativi di rimediare ad essi con pezze a colori, grazie all’arte dell’arrangiarsi a bizzarre intuizioni e ad un provvidenziale rotolo di scotch adesivo il nostro eroe riuscirà a conquistare la sua amata. 

Ma nei sentieri dell’amore l’imprevisto è sempre in agguato… 

Prezzo € 10,00

https://www.vivaticket.com/it/Ticket/affetto-d-amore/187741

ORE 21:30

LA MACCHINA DEL SUONO

TUTTE LE OPERE COMPLETE DI WILLIAM SHAKESPEARE IN 90 MINUTI 

una commedia scritta da Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield 

uno spettacolo interpretato e diretto da Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci, Lorenzo Degli Innocenti 

ProduzioneTieffe Teatro/Khora Teatro/La Macchina del Suono 

Dopo aver debuttato all’Edimburgh Festival Fringe nel 1987 è stato replicato al Criterion Theatre di Londa per nove anni, diventando uno degli spettacoli più conosciuti al mondo. 

Una parodia di tutte le opere di William Shakespeare eseguita in forma comicamente abbreviata da tre attori, usando le più svariate tecniche interpretative. 

Veloce, spiritoso e fisico, è pieno di risate per gli amanti e soprattutto per gli odiatori di Shakespeare. 

Una sfida teatrale ai limiti dell’incredibile: come condensare l’opera omnia del Bardo, 37 opere, in 90 minuti? O raccontare l’Amleto in 43 secondi?  

Tutto Shakespeare in 90 minuti è un’immersion leggera e stravagante nel mondo shakespeariano, un omaggio divertito e divertente al grande drammaturgo. La potenza e la poesia dei suoi versi vengono prevedibilmente meno ma lo scopo, in fondo, non è altro che divertire il pubblico, incuriosirlo e svelare il lato comico che si cela anche nelle tragedie più cupe. 

Fabrizio Checcacci, Roberto Andrioli e Lorenzo Degli Innocenti (in ordine rigorosamente d’età), dopo tanti anni di amicizia si sono ritrovati e hanno deciso di unire le loro esperienze nel campo della prosa, musica e commedia dell’arte, e darsi al Bardo! 

Prezzo € 10,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/le-opere-complete-di-shakespeare-in-90-minuti/187739

2 OTTOBRE

ORE 21:30

LA MACCHINA DEL SUONO

TUTTE LE OPERE COMPLETE DI WILLIAM SHAKESPEARE IN 90 MINUTI 

una commedia scritta da Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield 

uno spettacolo interpretato e diretto da Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci, Lorenzo Degli Innocenti 

ProduzioneTieffe Teatro/Khora Teatro/La Macchina del Suono 

Dopo aver debuttato all’Edimburgh Festival Fringe nel 1987 è stato replicato al Criterion Theatre di Londa per nove anni, diventando uno degli spettacoli più conosciuti al mondo. 

Una parodia di tutte le opere di William Shakespeare eseguita in forma comicamente abbreviata da tre attori, usando le più svariate tecniche interpretative. 

Veloce, spiritoso e fisico, è pieno di risate per gli amanti e soprattutto per gli odiatori di Shakespeare. 

Una sfida teatrale ai limiti dell’incredibile: come condensare l’opera omnia del Bardo, 37 opere, in 90 minuti? O raccontare l’Amleto in 43 secondi?  

Tutto Shakespeare in 90 minuti è un’immersion leggera e stravagante nel mondo shakespeariano, un omaggio divertito e divertente al grande drammaturgo. La potenza e la poesia dei suoi versi vengono prevedibilmente meno ma lo scopo, in fondo, non è altro che divertire il pubblico, incuriosirlo e svelare il lato comico che si cela anche nelle tragedie più cupe. 

Fabrizio Checcacci, Roberto Andrioli e Lorenzo Degli Innocenti (in ordine rigorosamente d’età), dopo tanti anni di amicizia si sono ritrovati e hanno deciso di unire le loro esperienze nel campo della prosa, musica e commedia dell’arte, e darsi al Bardo! 

Prezzo € 10,00 

https://www.vivaticket.com/it/ticket/le-opere-complete-di-shakespeare-in-90-minuti/187739

LABORATORI

Tutti i laboratori sono gratuiti


10|11 – 17|18 SETTEMBRE

LABORATORIO TEATRO D’OMBRE
a cura di CONTROLUCE – TEATRO D’OMBRE

Il laboratorio avvicinerà i partecipanti alla magia del teatro d’ombra, un teatro artigianale e antico, che si avvale di mezzi poveri, ma che stimola fortemente la fantasia e la socializzazione. 

I partecipanti saranno coinvolti in attività multidisciplinari, dal disegno e la costruzione delle silhouette, al lavoro sul rapporto del corpo con la proiezione della propria ombra (deformazione, ingrandimento…), passando dalla messa a punto di una drammaturgia rappresentabile con le tecniche di teatro d’ombra. 

Verrà stimolata la creatività artistica dei partecipanti, affrontando contemporaneamente gli stimoli più profondi attraverso un approfondimento del significato più personale del proprio rapporto con l’ombra e attraverso un lavoro di gruppo. 

Il laboratorio prevede un momento finale di spettacolarizzazione per il quale sarà allestita una breve rappresentazione da parte dei partecipanti come momento finale di restituzione e condivisione. 

INFORMAZIONI: promozione@teatromenotti.org

QUANDO

SABATO 10 SETTEMBRE – 17.00 /20.00
DOMENICA 11 SETTEMBRE- 17.00-20.00
SABATO 17 SETTEMBRE – 17.00 /20.00
DOMENICA 18 SETTEMBRE- 17.00-20.00

DOVE

Alle Docce – Giardino condiviso (Rogoredo) – via Monte Piana 15 https://www.facebook.com/AlleDocceGiardinoCondiviso/  

14|28 SETTEMBRE

LABORATORIO DI MUSICA CORALE
a cura di ELIKYA 

Il laboratorio di musica corale è destinato a bambini e adulti.

L’Associazione Culturale di Promozione Sociale Elikya opera dal 2012 nei diversi ambiti della società civile e religiosa per l’esclusivo perseguimento di obiettivi di promozione umana e culturale. 
I principi di fratellanza, inclusione e dell’attenzione al più debole sono alla base di ogni attività dell’associazione.  

Il Progetto Elikya si definisce come un laboratorio sociale, culturale e musicale a cui partecipano giovani di diverse età, nazionalità e confessioni, accomunati dalla passione per la musica. 

INFORMAZIONI: promozione@teatromenotti.org

QUANDO
MERCOLEDÌ  14 SETTEMBRE – 18.00 /19.30SABATO 17 SETTEMBRE – 16.30 /18.00MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE – 18.00 /19.30SABATO 24 SETTEMBRE – 16.30 /18.00
MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE –   18.00 /19.30

DOVE

C.I.Q – Centro Internazionale di Quartiere – via Fabio Massimo, 19 Milano  


19|23 SETTEMBRE
LABORATORIO DI SCRITTURA E MUSICA RAP
a cura di KENTO

Il laboratorio è dedicato ad un pubblico giovane e punta a promuovere l’ascolto critico dei ragazzi, la capacità sintattico/espressiva, la concentrazione e la socialità. 

Il primo incontro sarà introduttivo e servirà ad individuare i temi specifici della scrittura, il secondo e il terzo saranno dedicati al testo, il quarto e quinto alla registrazione.  Sarà girato un videoclip durante gli incontri. 

Tramite gli strumenti del rap e della cultura Hip-Hop, si proverà a scrivere insieme una canzone e a registrarla, in modo da avere anche una testimonianza duratura dell’esperienza. 

La conoscenza della musica e la scrittura di una canzone implicano anche la conoscenza e l’applicazione delle regole tecniche, metriche e stilistiche: la creatività da sola non basta se – appunto – non è inquadrata all’interno di regole che la esaltano e non la mortificano assolutamente. 

Molti ragazzi che hanno partecipato ai laboratori di Kento sono diventati dei rapper veri e propri.

INFORMAZIONI: promozione@teatromenotti.org

QUANDO

LUNEDÌ 19 SETTEMBRE – 16.00 /18.30
MARTEDÌ 20 SETTEMBRE –   16.00 /18.30
MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE – 16.00 /18.30
GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE – 16.00 /18.30
VENERDÌ 23 SETTEMBRE – 16.00 /18.30

DOVE

C.I.Q – Centro Internazionale di Quartiere – via Fabio Massimo 19 – Milano https://www.ciqmilano.it/   

26|30 SETTEMBRE

LABORATORIO DI TEATRO “LE BAL”
a cura di EMILIO RUSSO

Un laboratorio dedicato ad attori over 55 di ambo i sessi, anche privi di esperienza teatrale, che sotto la direzione del regista Emilio Russo, realizzeranno lo spettacolo LE BAL, un racconto senza parole, affidato alla musica e agli attori, alla forza comunicativa delle azioni, dei gesti e dei suoni. Uno spettacolo elegante, poetico, divertente.

Per partecipare è necessario inviare i dati anagrafici, i recapiti (telefono e e-mail), una nota motivazionale ed eventualmente un breve curriculum entro il 4 Settembre 2022.

La selezione si svolgerà al Teatro Menotti in via Ciro Menotti 11, nei giorni 12 e 13 Settembre.

INFORMAZIONI: promozione@teatromenotti.org

QUANDO

LUNEDÌ 26 SETTEMBRE – 10.00 /12.30

MARTEDÌ 27 SETTEMBRE –   10.00 /12.30

MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE – 10.00 /12.30

GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE – 10.00 /12.30

VENERDÌ 30 SETTEMBRE – 10.00 /12.30

DOVE

Chapiteau in Piazza Tina Modotti – Santa Giulia – Rogoredo

BIGLIETTERIA

I biglietti possono essere acquistati:

dalle ore 14 alle ore 18 presso

TEATRO MENOTTI

Via Ciro Menotti 11, Milano – tel. 0282873611 –  biglietteria@teatromenotti.org

dalle ore 19 alle ore 20 presso

C.I.Q – Centro Internazionale di Quartiere – via Fabio Massimo, 19 – Milano

un’ora prima degli spettacoli presso

CHAPITEAU in Piazza Tina Modotti – Santa Giulia – Rogoredo

Acquisti online

Con carta di credito su www.teatromenotti.org

UFFICIO STAMPA

Linda Ansalone

stampa@teatromenotti.org