COMUNICATO STAMPA

Gli adolescenti degli anni zero, usciti da un’infanzia ovattata e ricca di privilegi, non utilizzano più il conflitto e la trasgressione per affermare se stessi. Sono invece ostaggio di ideali presto disillusi e aspettative smisurate e scontano la mancanza di figure autorevoli capaci di guidarli nel loro percorso evolutivo. Il cyberbullismo, il ritiro sociale, l’autolesionismo, la bulimia e l’anoressia sono solo alcuni dei modi in cui si manifesta una sofferenza nascosta e trascurata.”

Venerdì 25 novembre, a partire dalle ore 20.30 nel nuovo incontro del Progetto Genitori, presso Associazione Cultura e Sviluppo, in piazza F. De Andrè, 76, ad Alessandria, Matteo Lancini, psicoterapeuta con anni di esperienza clinica, presidente della Fondazione Minotauro di Milano, docente presso il dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, indagherà con semplicità e chiarezza il tema dell’adolescenza, spiegando perché gli adolescenti di oggi sono così diversi da quelli di ieri, offrendo chiavi di lettura che permettano agli adulti di mettersi all’ascolto per capire cosa serve davvero ai nostri ragazzi, sviluppando nuove capacità di comprensione del funzionamento profondo dell’adolescente.

L’incontro, organizzato in collaborazione con Associazione Lessico Familiare, Centro GAPP – FIDA Alessandria, CSVAA – Centro Servizi Volontariato Asti e Alessandria, Associazione La voce della luna, fa parte del Progetto Extragram “Gettoni per crescere”, di cui la Fondazione Compagnia di San Paolo di Torino è il maggior sostenitore.