La Salita di Gian Piero

La Salita di Gian Piero

https://appuntialessandrini.wordpress.com 5 agosto 2019

Rita Rossa (per conto dell’Associazione Casa Alpina San Paolo)

La salita.jpg

Alessandria. Quante sono le parole che non siamo riusciti a dirci? Tante? Forse, ma sono tante le cose che ci siamo scambiati negli sguardi, nei gesti, negli abbracci.

Oggi a un anno di distanza da che Gian Piero non è più fisicamente con noi sentiamo ancora viva la sua presenza e sempre più grande è la nostalgia di un uomo come lui.

Abbiamo oggi, pur nel dolore della sua assenza, un porto sicuro perché ci ha lasciato gli esempi e la dignità della sua vita di uomo puro. Partigiano fino all’ultimo dei suoi giorni, ha continuato ad esserlo attraverso le parole che ci ha lasciato. Il suo sguardo severo e arrabbiato per le ingiustizie e l’odio verso l’altro ha continuato a vegliare e alimentare la nostra voglia di reagire.

La foto con le magliette rosse indossate dai ragazzi lo scorso anno a luglio è ancora nella bacheca della Casa Alpina a Gressoney e, nella sua semplicità, è il testamento morale e etico che ha consegnato alle generazioni passate e future. Continua a leggere “La Salita di Gian Piero”

Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led

Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led

Date: 23 luglio 2019

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Le aziende a partecipazione pubblica possono coniugare qualità del servizio e attenzione ai clienti con la necessità di fare utili, essere competitivi, investire in ricerca, sviluppo e innovazione? La risposta è nella gestione industriale, nella qualità manageriale dei vertici e nel ruolo della politica. Che è l’anello più critico della catena.

amag-e1563908323754.jpg

La storia del gruppo Amag di Alessandria è esemplare, come ha dimostrato l’andamento dell’audizione del presidente, Paolo Arrobbio, e dell’amministratore delegato, Adelio Ferrari, da parte delle Commissioni consiliari Sviluppo del Territorio e Programmazione e Bilancio del Comune di Alessandria.

I numeri e i dati di bilancio snocciolati da Arrobbio, le precisazioni sul concorso, poi revocato, per l’assunzione di tre persone con una modalità che equiparava i titoli di studio al possesso della patente, gli obiettivi aziendali, non hanno rappresentato pressoché alcuna novità rispetto a quanto discusso e dibattuto, nelle scorse settimane, dalla politica e a quanto illustrato all’assemblea dei soci in occasione della presentazione del bilancio e del rinnovo delle cariche con l’arrivo di Ferrari al posto di Mauro Bressan.

Ma è dall’analisi dei conti, e dagli interventi in aula, che si capisce quanto la politica possa far compiere balzi in avanti a una azienda partecipata o rendere quasi insostenibile la gestione. Continua a leggere “Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led”

Una passeggiata sul nuovo ponte Meier, di Pier Carlo Lava

Succedeva il5 dicembre 2017…

 

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Premetto che non ero tra i favorevoli all’abbattimento del vecchio ponte della Cittadella, dato che si poteva evitare di farlo realizzando le casse di laminazione, che nel caso di alluvioni consentono un esondazione controllata (ora pare che nonostante il nuovo ponte si debbano comunque fare). 

Va comunque detto che una volta abbattuto era necessario guardare avanti e ricollegare la città alla Cittadella e al vecchio quartiere Borgoglio con un nuovo ponte.

Lo stesso nasce idealmente durante la Giunta Calvo con un progetto dell’architetto statunitense Richard Meier (il primo e probabilmente unico ponte della sua lunga e importante carriera), nell’agosto del 2009 durante la Giunta Fabbio venne abbattuto il ponte della Cittadella, ma i lavori del Meier iniziarono solo nel 2012-2013 durante la Giunta di Rita Rossa.  Continua a leggere “Una passeggiata sul nuovo ponte Meier, di Pier Carlo Lava”

Rita Rossa ex Sindaco, risponde al Sindaco Gianfraco Cuttica sul teatro

Rita Rossa ex Sindaco, risponde al Sindaco Gianfraco Cuttica sul teatro

di Pier Carlo lava

Alessandria, non poteva di certo mancare la polemica fra la vecchia amministrazione di Centro sinistra di Rita Rossa e l’attuale di Centro destra del Sindaco Gianfranco Cuttica, questa volta il tema in questione è il Teatro municipale di Alessandria. Conosciamo tutti per averla vissuta in questi anni la lunga e dolorosa vicenda dello stesso, dovuta all’inquinamento da amianto causata da incompetenza durante l’esecuzione di alcuni lavori e l’impegno profuso in seguito dalla precedente amministrazione per bonificarla. In questi giorni c’è stata una polemica della quale riportiamo la risposta di Rita Rossa al Sindaco Gianfranco Cuttica, del resto questa è la politica…. In tal senso non riteniamo di prendere posizione in merito, anche perchè a nostro avviso i politici dovrebbero evitare polemiche sterili che non portano da nessuna parte e collaborare nell’interesse generale dei cittadini e della città, ma a quanto pare in politica è un utopia.

rita rossa vs cuttica.jpg

Non sono parole che deve dire un Sindaco ma una dichiarazione sbagliata un poco isterica può capitare.
Caro Gianfranco non condivido nulla di ciò che dichiari oggi, non certo nel modo e nel tono e tantomeno nel contenuto. Voglio però partire da un elemento positivo, una scelta giusta che condivido e che anzi avevamo avanzato con l’assessore Oneto e cioè l’utilizzo della sala Grande, ora grezza e spoglia, per eventi di rilievo. Dopo la riapertura che facemmo nel 2016, a seguito della bonifica, sabato sera, per il Concorso Pittaluga, si riapriranno nuovamente le porte della sala grande. Tu non avrai i denigratori dell’iniziativa perché oggi governano con te e ciò che li scandalizzava ieri, ora li esalta. Potenza del tempo.  Continua a leggere “Rita Rossa ex Sindaco, risponde al Sindaco Gianfraco Cuttica sul teatro”