Esordio letterario della poetessa RITA FULVIA FAZIO, di Lia Tommi

NOVITA’ EDITORIALE: Esordio letterario della poetessa RITA FULVIA FAZIO con il volume Metamorfosi e sublimazioni, con prefazione di ENZO CONCARDI edito GUIDO MIANO EDITORE, nella Collana Poesia Elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi.

E’ uscito in questi giorni Metamorfosi e sublimazioni, opera prima di Rita Fulvia Fazio , una scelta dei suoi testi poetici più significativi. Il volume porta la prefazione del noto critico e poeta Enzo Concardi e un giudizio critico di Nazario Pardini.
Alla sua prima prova editoriale, la poetessa Rita Fulvia Fazio si presenta già con significative ‘credenziali’ critiche che ne avvalorano lo spessore poetico, sottolineando la profondità, la complessità e gli specchi d’anima della sua sensibilità lirica: “… Tanta spiritualità in questa silloge, tanta polisemica attrazione, tanta pluralità di voci che chiama alla meditazione sull’essere e l’esistere, tempo, memoria, saudade, nostos, vita. … Tanti interrogativi che l’uomo si pone sulla sua condizione di anima vagante; tanti perché irrisolti e irrisolvibili per noi legati alla terra con lo sguardo rivolto al cielo…” (Nazario Pardini).
Scrive Enzo Concardi nella prefazione: “è indubbio che la poetica della nostra autrice è impostata spesso sulla dinamica significato-significante, ovvero espressioni che rimandano a contenuti da dipanare attraverso l’ermeneutica; su ambivalenze che la rendono, in senso lato, ermetica e criptica, caratteristica che però conferisce fascino ad un verseggiare sovente altalenante tra il piano della realtà e quello onirico; su giochi di parole, rime e ritmi inseriti appositamente per vivacizzare “l’andante con moto” delle scansioni, che è il movimento da lei preferito; ed ancora su un linguaggio che non disdegna d’essere anche esoterico, cifra che induce il lettore ad inseguirla nella cerchia degli iniziati o ad accettare di restare nel mistero.
Nella dichiarazione d’amore alla natura è invece diretta e sorprende questo stacco netto comunicativo del suo sentire interiore: “La natura è / spettacolare ed è / nutrimento alle / nostre emozioni / e l’immaginazione / ci restituisce / il ritmo / per viverle. / Per me è / poesia / e lì c’è tutta la mia vita / e mi commuove pensarlo. / E piango / di gioia e di bellezza / nell’espressione del dolore / che è vita e plauso.” (Ritmo tra sogno e realtà).
Esordio letterario, dunque, di notevole impegno con una poesia ispirata a diversi motivi tra loro intrecciati: da quelli della condizione umana a quelli degli amorosi sensi, fino allo scavo nell’io alla ricerca del senso del tempo.

RITA FULVIA FAZIO, METAMORFOSI E SUBLIMAZIONI, prefazione di ENZO CONCARDI nella collana Poesia elegiaca dei Maestri italiani dal ‘900 ad oggi, Guido Miano Editore – Milano , pag 80, Euro 18,00.
GUIDO MIANO EDITORE – VIA EMANUELE FILIBERTO 12 – 20149 MILANO

Esordio letterario della poetessa RITA FULVIA FAZIO con il volume Metamorfosi e sublimazioni

Esordio letterario della poetessa RITA FULVIA FAZIO con il volume Metamorfosi e sublimazioni

NOVITA’ EDITORIALE: GUIDO MIANO EDITORE – MILANO COMUNICATO STAMPA.

Esordio letterario della poetessa RITA FULVIA FAZIO con il volume Metamorfosi e sublimazioni, con prefazione di ENZO CONCARDI edito GUIDO MIANO EDITORE, nella Collana Poesia Elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi.

Rita Fazio Rita Fulvia 2019 [EL] - Metamorfosi e sublimazioni [fronte]

E’ uscito in questi giorni Metamorfosi e sublimazioni, opera prima di Rita Fulvia Fazio , una scelta dei suoi testi poetici più significativi. Il volume porta la prefazione del noto critico e poeta Enzo Concardi e un giudizio critico di Nazario Pardini.

Alla sua prima prova editoriale, la poetessa Rita Fulvia Fazio si presenta già con significative ‘credenziali’ critiche che ne avvalorano lo spessore poetico, sottolineando la profondità, la complessità e gli specchi d’anima della sua sensibilità lirica: “… Tanta spiritualità in questa silloge, tanta polisemica attrazione, tanta pluralità di voci che chiama alla meditazione sull’essere e l’esistere, tempo, memoria, saudade, nostos, vita. … Tanti interrogativi che l’uomo si pone sulla sua condizione di anima vagante; tanti perché irrisolti e irrisolvibili per noi legati alla terra con lo sguardo rivolto al cielo…” (Nazario Pardini).

Scrive Enzo Concardi nella prefazione: “è indubbio che la poetica della nostra autrice è impostata spesso sulla dinamica significato-significante, ovvero espressioni che rimandano a contenuti da dipanare attraverso l’ermeneutica; su ambivalenze che la rendono, in senso lato, ermetica e criptica, caratteristica che però conferisce fascino ad un verseggiare sovente altalenante tra il piano della realtà e quello onirico; su giochi di parole, rime e ritmi inseriti appositamente per vivacizzare “l’andante con moto” delle scansioni, che è il movimento da lei preferito; ed ancora su un linguaggio che non disdegna d’essere anche esoterico, cifra che induce il lettore ad inseguirla nella cerchia degli iniziati o ad accettare di restare nel mistero. Continua a leggere “Esordio letterario della poetessa RITA FULVIA FAZIO con il volume Metamorfosi e sublimazioni”

E’ USCITA LA MONOGRAFIA “QUANDO FINISCE LA LUCE ”: poesie di FRANCESCO TERRONE accostate a riproduzioni d’arte.

E’ USCITA LA MONOGRAFIA “QUANDO FINISCE LA LUCE ”: poesie di FRANCESCO TERRONE accostate a riproduzioni d’arte.

Prefazione di NAZARIO PARDINI. GUIDO MIANO EDITORE – NOVITA’ EDITORIALE

Pubblicata la monografia QUANDO FINISCE LA LUCE. Un felice connubio tra la poesia di FRANCESCO TERRONE in abbinamento con dipinti di vari artisti tra cui il pittore STEFANO DONATI, edito GUIDO MIANO EDITORE, luglio 2019, nella prestigiosa Collana PARALLELISMO DELLE ARTI diretta da Michele Miano.

Terrone Francesco 2019 - Quando finisce la luce [fronte].png

Nella collana “Parallelismo delle Artil’intento è quello di accostare per somiglianza un gruppo di poeti con la scelta di loro testi più significativi- attraverso fonti di ispirazione parallele con altrettanto gruppo di artisti. La monografia “QUANDO FINISCE LA LUCE” è un felice connubio tra i testi poetici di FRANCESCO TERRONE con vari dipinti, e sculture di artisti significativi. In particolare, la copertina del volume e della collana riporta l’opera “Fiumi di colore” di STEFANO DONATI confermando la volontà di condividere il progetto editoriale di questa casa editrice in una visione più ampia. L’obiettivo è quello di rafforzare la tensione a comuni intenti tra autore e pittore, dove le

tematiche del poeta sono messe in parallelo alla fonte di ispirazione dell’artista: il tema dell’amore, della natura, della memoria, del dolore, della solitudine. Continua a leggere “E’ USCITA LA MONOGRAFIA “QUANDO FINISCE LA LUCE ”: poesie di FRANCESCO TERRONE accostate a riproduzioni d’arte.”

Uscita la raccolta di poesie ” I dintorni dell’Amore, ricordando Catullo ; di Lia Tommi

GUIDO MIANO EDITORE – NOVITA’ EDITORIALE
E’ USCITA LA RACCOLTA DI POESIE “I DINTORNI DELL’AMORE, RICORDANDO
CATULLO ” DI NAZARIO PARDINI CON PREFAZIONE DI ROSSELLA CERNIGLIA

Pubblicata la silloge di poesia I DINTORNI DELL’AMORE, RICORDANDO CATULLO dello scrittore toscano NAZARIO PARDINI . edito da GUIDO MIANO EDITORE, giugno 2019, nella prestigiosa Collana Alcyone 2000 diretta da Michele Miano.

Nazario Pardini ha al suo attivo molte raccolte di poesia. È un personaggio, noto, da decenni nel campo della scrittura. Sulla sua produzione hanno scritto i più qualificati critici letterari. Ha pubblicato con questa Casa Editrice la raccolta I dintorni della solitudine in febbraio 2019 con prefazione di Michele Miano.
I dintorni dell’amore, ricordando Catullo, proposta nella memoria del grande poeta latino, è anch’essa divisa, come la precedente raccolta, I dintorni della solitudine, in tre sezioni; è inoltre preceduta da una Lettera ad un’amica mai conosciuta, testo che ne richiama subito alla memoria un altro. Si tratta della poesia di Luis Cernuda, dal titolo A un poeta futuro dove troviamo gli stessi interrogativi, le stesse incognite, lo stesso bisogno di colmare il vuoto e la solitudine interiore e di trovare un senso alla propria vita che rintracciamo nel testo di Nazario Pardini. Vi compare anche l’immagine di uno stesso fiume che porta in Uno vicende ed esperienze umane – metafora dell’esistente da cui precisamente prende l’avvio il testo in prosa del nostro autore. Ma, al di là di questo, un unanime respiro connette le due scritture: un tono epistolare intimo e confidente che, con movenze accattivanti ed emblematiche, si innesta in una concezione dell’amore fortemente idealizzata, a testimonianza e suggello di una visione poetica e di un credo artistico che rimane a fondamento della loro opera.

A proposito dell’Amore, un tema che riveste vitale importanza in quest’opera, il poeta afferma che non debba mai allontanarsi dall’ideale della Bellezza, e dunque dalla Poesia. L’Amore, infatti, primo attributo divino, è il principio che informa l’universo. È Pneuma, spirito, energia del cosmo, che costituisce anche la nostra parte divina, la quale, tuttavia, nell’attuale civiltà sembrerebbe messa da parte, dimenticata in qualche oscuro canto di noi stessi
Le liriche pardiniane hanno lo stesso andamento tematico, e tutto è rivissuto e rivisitato nello spirito e – per certi versi – nello stile catulliano che è quello amoroso per eccellenza – anche se di un amore che ha i connotati e le sfumature peculiari dell’anima del poeta: connotati e sfumature che indicano una consonanza spirituale che attraversa il tempo per divenire nei due autori, afflato, visione, emblema di uno stile che è misura di vita e immagine di una realtà. I componimenti sono brevi e,
come i carmi catulliani delle Nugae con continui riferimenti alle personali vicende amorose. Si innestano nel tessuto dell’opera richiami più puntuali, e parziali rifacimenti di alcuni dei testi più rappresentativi del poeta latino.

NAZARIO PARDINI, “I DINTORNI DELL’AMORE, RICORDANDO CATULLO” prefazione di ROSSELLA CERNIGLIA, GUIDO MIANO EDITORE, pagg. 119, Euro 10,00 giugno 2019.
Per ordini di acquisto scrivere direttamente alla Casa Editrice.

Pubblicato IL CANTO DELLE MUSE del poeta SERGIO CAMELLINI

Pubblicato IL CANTO DELLE MUSE del poeta SERGIO CAMELLINI con prefazione di Nazario Pardini edito da GUIDO MIANO EDITORE, giugno 2019 nella Collana Poesia Elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi.

NOVITA’ EDITORIALE: GUIDO MIANO EDITORE -MILANO 

Camellini Sergio - Il canto delle Muse [fronte]

E’ uscito in questi giorni Il Canto delle Muse di Sergio Camellini, una scelta dei suoi testi poetici più significativi. Originario di Sassuolo, di professione psicologo clinico, Sergio Camellini, autore pluripremiato, ha pubblicato vari volumi e con questa Casa editrice ha dato alle stampe nella collana “Alcyone 2000” la silloge La pagina della vita (2015), nel 2017 la raccolta Tenero è l’amore pubblicata in seconda edizione nella collana “Analisi Poetica Sovranazionale del terzo millennio” e il volume Opera Omnia con prefazione di Michele Miano in seconda edizione (2018) edita sempre da questa casa editrice.

La poesia di Camellini sembra trovare la migliore esperienza nella ricchezza e varietà dei temi che la ispirano: il sentimento della natura, l’umana solidarietà, il tempo che fugge, la condizione umana, la memoria. Il suo è un atteggiamento positivo che vive in ogni uomo e dell’uomo scruta l’inevitabile caducità, ed è proprio per questo che il poeta esalta le cose più semplici. Continua a leggere “Pubblicato IL CANTO DELLE MUSE del poeta SERGIO CAMELLINI”

Guido Miano Editore. Novità editoriali è uscita la raccolta “Colloquio D’Amore” del poeta Giovanni Scribano con prefazione di Michele Miano

Guido Miano Editore. Novità editoriali è uscita la raccolta “Colloquio D’Amore” del poeta Giovanni Scribano con prefazione di Michele Miano

Pubblicata la silloge di poesia COLLOQUIO D’AMORE, secondo volume dello scrittore GIOVANNI SCRIBANO. edito da GUIDO MIANO EDITORE, novembre 2018 nella prestigiosa Collana PARALLELISMO DELLE ARTI diretta da Michele Miano.

Colloquio d'amore

Il sodalizio tra artisti e poeti si è puntualmente ripetuto in vari momenti storici, in cui l’incidenza del messaggio scritto del poeta coagulava gli intenti artistici e l’immagine visiva ne rivelava nel linguaggio formale le più profonde significazioni. Ma fino a che punto la presenza di un testo poetico può incidere sull’atteggiamento di un artista e viceversa, su parallele e concomitanti fonti di ispirazioni ? Se da una parte sono chiari i limiti di concasualità, in quanto ogni artista e poeta rimane fedele a se stesso, dall’altra non si può ignorare quanto la letteratura del passato e contemporanea abbia sollecitato e illuminato le motivazioni di tanta ispirazione artistica.

L’accostamento analogico tra letteratura e pittura è infatti una costante della cultura occidentale, variamente interpretato da ogni epoca in relazione ai vari contesti artistici e letterari. Letteratura e arte per vari decenni sono stati protagonisti di forme di sperimentalismo come provocazione, di sterili avanguardie, distruggendo quei parametri di classicità che hanno tanto contribuito alla formazione di una fratellanza in nome dell’arte. Continua a leggere “Guido Miano Editore. Novità editoriali è uscita la raccolta “Colloquio D’Amore” del poeta Giovanni Scribano con prefazione di Michele Miano”

“Il provvido cielo”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza

“Il provvido cielo”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza

“Il provvido cielo ”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza edito da Guido Miano Editore, settembre 2018 nella Collana Poesia elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi

Ottorino Pendenza Ottorino - Il provvido cielo

Milano, settembre 2018 – È di recente uscito per i tipi di Guido Miano Editore – Milano, l’ultima raccolta di liriche dell’autore Ottorino Pendenza Il provvido cielo” nella prestigiosa collana Poesia elegiaca dei Maestri Italiani dal ‘900 ad oggi.

Tra i meriti di questa raccolta di liriche non si può escludere certamente il richiamo, che risulta evidente, delle ombre più o meno inusitate dell’essere: “La sorte, spesso inopinata , sfalda/ i tuoi sogni dorati e solo resta/ in te l’amaro anelito di ieri..” (Briciole di cielo).

Il poeta ricorda nello stesso componimento: “Oltre le oscure nuvole risplende / propizio il sole e tacito riscalda..”. E suggerisce al lettore con umana solidarietà: “Raccogli intanto, provvido, nel cuore/ come dall’alto, manna prediletta,/stillante ambrosia, briciole di cielo”. Continua a leggere ““Il provvido cielo”, l’ultima fatica letteraria del poeta Ottorino Pendenza”

Uscito il numero 11 di ALCYONE 2000 percorsi letterari del 2018 edito da Guido Miano Editore – Milano

Uscito il numero 11 di ALCYONE 2000 percorsi letterari del 2018 edito da Guido Miano Editore – Milano

unnamed

È di recente uscito per i tipi di Guido Miano Editore –  Milano,  il Numero 11 dell’Alcyone 2000, Quaderni di studi letterari e d’arte  editi a partire dal 1999, racchiudono l’esperienza editoriale della casa editrice con pubblicazione di testi monografici di autori e inserti di artisti del Secondo Novecento.

La pubblicazione a-periodica rappresenta la prosecuzione ideale dello storico bimestrale  “Davide, rivista sociale di lettere e arti” fondato nel 1951, e da cui si è sviluppata la casa editrice diretta dalla famiglia  Miano.

I vari numeri monografici oggetto di collezionismo contengono saggi e contributi critici di docenti universitari e critici militanti . Continua a leggere “Uscito il numero 11 di ALCYONE 2000 percorsi letterari del 2018 edito da Guido Miano Editore – Milano”