Quello che sei, e non più

Sei estate

caldo e vento

ruvidezze di sabbia

tracce d’acqua e tempeste,

onda di scogli

impronta di uragano

sulla rena e sale

a riaprire ferite.

Autunno

sei ebbrezza

nel tuo viso

unisono di tedio e di abbandoni

riponi gli abiti

del senso e della carne

ed estendi in catene

ogni verso d’amore .

Sei inverno

ghiaccio nei miei pensieri

come filo spinato

avvolgi quei sogni di avventura

e rinserri la mente

nel buio dei ricordi.

Ma non sei primavera

sei fine di una storia.

Un pensiero riguardo “Quello che sei, e non più

  1. Ricordi d’un amore finito, che si riaffacciano nel tempo che va, rilasciando, nel profondo, un senso d’amarezza..
    Versi molto apprezzati.
    Un sorriso per te, Salvatore

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...