Sul Reale, di Filippo Fenara

Allibita abilità.

Ho la testa che mi gira.

Mi gira intorno

e m’osserva con i miei stessi occhi.

Immagine sbiadita

d’un qualunque sbadato,

sbandato sullo sbadiglio sbagliato.

Il gatto mimetizzato

come lancetta d’orologio

ruota attorno

al sonnacchioso pomeriggio.

Un po’ è l’età,

un po’ è un poeta a metà

che confessa d’aver inventato un alibi

con allibita abilità.

 

© 2zero19 – lemiecosepuntonet

 

Abilitami su lemiecosepuntonet

 

Un’ Orchestra speciale: “MagicaMusica” in concerto ad Alessandria, di Lia Tommi

Alessandria: Domenica 8 settembre la Chiesa alessandrina di Santa Maria di Castello ha ospitato lo splendido concerto dell’ Orchestra ” MagicaMusica”, composta da ragazzi disabili e non, diretta dal maestro Piero Lombardi.

Conosciamo meglio questa orchestra, come è nata, le sue caratteristiche e i riconoscimenti ricevuti.

L’associazione “MagicaMusica” nasce nel 2008 da una brillante intuizione del Maestro Piero Lombardi, già direttore dell’orchestra di fiati di Castelleone e Casaletto Ceredano, con l’obiettivo di offrire a disabili e normodotati momenti di divertimento e di confronto. Bandita dal principio la parola “terapia”, gli educatori si rapportano ai ragazzi diversamente abili con normalità, guidandoli alla scoperta dei loro limiti e delle loro abilità, aiutati dalla magia della musica.

Durante le lezioni settimanali i ragazzi imparano a suonare gli strumenti musicali, migliorando il proprio grado di autonomia ed autostima e vivendo importanti momenti di condivisione. Aspetti, questi, che, uniti alla soddisfazione di essere acclamati durante i concerti, conferiscono loro dignità.

Agli stessi valori si ispirano anche i laboratori di arte e danza, cui i ragazzi prendono parte settimanalmente.
Nel promuovere attività integrate, l’associazione, infatti, non intende dare una visione distorta della disabilità. Bandendo qualsiasi forma di pietismo, la lezione viene concepita come un momento in cui conoscersi davvero, a ritmo di musica.

Quella che li ha condotti, dopo soli quattro mesi dall’avvio delle attività, su un palco, davanti ad un pubblico capace di emozionarsi e di lasciarsi guidare alla scoperta della diversità. Da lì i magici musicisti, diretti dal Maestro Piero Lombardi, cominciano ad animare feste, eventi, dimostrazioni in tutta l’Italia settentrionale. Continua a leggere “Un’ Orchestra speciale: “MagicaMusica” in concerto ad Alessandria, di Lia Tommi”

Luci e colori del cielo prima del temporale, di Pier Carlo Lava

Luci e colori del cielo prima del temporale

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Un video che immortala le luci e i fantastici colori del cielo poco prima del temporale sulla città. Pochi minuti dopo il termine di questo video si è scatenato un temporale infernale.

video: https://youtu.be/ZCHsZCdKo_8

Alessandria, Città, Temporale, Luci, Colori, Cielo,

Saharawi: il popolo dimenticato

Expenion: dove trovare esperienze, opinioni e racconti

Hai mai sentito parlare della popolazione Saharawi? Posso scommettere che 9 persone su 10 non sanno di cosa stia parlando.

Nemmeno io avevo mai sentito nominare questa popolazione fino al 2015, anno in cui ho iniziato a collaborare con una Onlus che si occupa di supportarne la causa politica e di tutelarne le condizioni di salute.

“Sì aspetta! Saharawi… Sahara… deserto del
Sahara, no?”

Esatto! La popolazione Saharawi è un gruppo di persone che oggi vive nel
deserto del Sahara. Purtroppo però non si tratta di scenari cinematografici o
di grandi dune di sabbia da sfondo del desktop che sembrano create artificialmente
ma stiamo parlando di un luogo soprannominato l’hammada: il giardino del
diavolo.

In questo angolo del pianeta fatto di rocce e sabbia a sud dell’Algeria, dove le temperature sfiorano i 50 gradi d’estate e scendono sotto lo zero nelle notti invernali, vive la popolazione Saharawi che…

View original post 517 altre parole

L’arrivo all’aeroporto di Tindouf

Expenion: dove trovare esperienze, opinioni e racconti

09/02/2019
Sono partito da Milano Malpensa alle 12.15 e sono atterrato ad Algeri alle ore 15.30 circa. Qui ho ritirato i miei bagagli e mi sono recato allo scalo nazionale poco distante dove ho incontrato una commissione medica spagnola diretta proprio alla struttura di Bol-la, dove sarei stato ospitato anche io. Decolliamo da Algeri poco prima di mezzanotte e arriviamo circa alle 02:30 a Tindouf – l’aeroporto più vicino agli accampamenti Saharawi – con gli occhi lucidi per il sonno e la stanchezza dopo un viaggio che sembra non finire mai.

L’aeroporto non è molto grande e ci si arriva a piedi dalle piste d’atterraggio.
Due poliziotti algerini in divisa ci fanno compilare il foglio d’ingresso ma per noi che siamo diretti nei campi profughi c’è anche un uomo, un rappresentante della RASD (Repubblica Araba Democratica Saharawi) che ce ne fa compilare un altro scritto in spagnolo. 

Poco dopo abbiamo…

View original post 275 altre parole

Presentazioni di circostanza

Expenion: dove trovare esperienze, opinioni e racconti

Ciao! Come all’inizio di una qualsiasi relazione mi sembra opportuno e doveroso partire dalle presentazioni.

Mi chiamo Marco e sono originario della provincia di Brescia, figlio di papà catanese e mamma siracusana. Mi sono laureato nel mese di luglio 2019 in Scienze Sociologiche presso l’Università degli Studi di Padova e ora continuerò il mio percorso all’Università di Milano-Bicocca.

Perché un blog? Fondamentalmente sono stato mosso da principi egoistici, ammettiamolo. Mi sono reso conto, durante l’elaborazione del mio progetto di tesi, di quanto possa essere complicato riuscire a mettere insieme delle frasi di senso compiuto e dunque, annotando qualche frasetta sui quaderni, sulle note dello smartphone o semplicemente pensando e sguinzagliando l’immaginazione, ho deciso di cimentarmi nella realizzazione di questo Blog.

Ciò che mi preme dunque non è tanto educare, insegnare a svolgere dei compiti né tanto meno fare “il giornalista opinionista” quanto piuttosto… condividere.

Condividere esperienze, racconti e – perché…

View original post 148 altre parole

ALMANACCO D’UN SOGNO BREVE, di Silvia De Angelis

almanacco d'un sogno breve

Evoluzione nella cabala della mente

quando nella piazza immensa

riappare

trasparente

la memoria della vita

Scalpitano aromi incontaminati

tessuti sulla sofficità di dita infanti

insieme all’eco d’un pianto

silenziato da un sillabare dolcissimo di voce

Via le bende nell’adolescenza

dipinta dal blu cupo d’estate

mosso dal mare e infinito inganno

Fragore di luce nell’esaltazione d’amore

adulata dalla nudità d’un palmo sul viso

e un ciocco di vento tra i capelli

per l’almanacco d’un sogno breve

che non s’arrende

@Silvia De Angelis 2019

Racconti e Storie. Mi ero decisa… di Monica Pasero

Racconti e Storie. Mi ero decisa… di Monica Pasero

il varco.jpg

Mi ero decisa a ritornare laddove tutto era iniziato e concluso al tempo stesso. Dicono che il tempo ti porti a vedere le cose in modo diverso che solo lui possa, in qualche modo, placare il dolore vissuto o, almeno in parte, renderlo meno presente nei nostri giorni.

Monica Pasero

Solo l’amato e odiato tempo ha il potere di riportare ogni cosa al giusto posto. “Tempo: la grande illusione umana!” Ed io lo sapevo bene! Come sapevo che il destino aveva deciso per me un cammino bellissimo e spaventoso. Uno di quei cammini che leggi solo nei fantasy di arditi scrittori, dalla grande immaginazione; ma in cuor mio sapevo, con certezza, che ciò che mi era avvenuto non sarebbe mai potuto essere scritto da mano d’uomo. Al di là di tutto, solo Dio poteva scrivere la mia vita rendendola Magica.

#ilvarcofraiduemondi

#monicapasero

Il varco 2

Il Varco fra i due Mondi, di Monica Pasero

Il Varco fra i due Mondi, di Monica Pasero

Il varco 2.jpg

Questa volta la mia penna ha viaggiato fino a Praga e si è soffermata sul suo magico e antico orologio; quale simbolo migliore per questo tiranno tempo che ci accompagna durante la nostra permanenza terrena.

Ma se un giorno questo tempo cessasse di esistere e questo varco che divide la vita dalla morte si aprisse e noi diventassimo consapevoli di quale sia il nostro vero scopo su questa Terra? Il varco fra i due mondi porta a riflettere sull’ importanza di aprire tra noi e l’oltre il cuore, affinché la terra non ci renda schiavi. e l’infinito invece suoi figli …

All’ ottavo rintocco dell’ antico orologio astronomico di Praga, in un giorno d’eclissi, un uomo e una donna, innanzi all’amore consapevole, quello dell’ anima, apriranno il varco che ci separa dalla verità… il varco si aprirà ?
A voi scoprirlo leggendomi…

#Ilvarcofraiduemondi

Riprendono le serate musicali al Cappelverde, di Lia Tommi

Alessandria. Bargioni Giacobbe Jones live @Cappelverde B-Side

Giovedì 19 settembre 2019 dalle ore 21:00 alle 23:00
Trattoria Cappelverde
via san pio V 26, 15121 Alessandria

Si ricomincia, da quest’anno di giovedì. Per l’apertura di stagione, tre alessandrini doc sul palco del Cappelverde, ci racconteranno la loro musica, i loro brani, le loro emozioni. Dado Bargioni, Chiara Giacobbe, Eleonora Jones sono pronti per la Songwriters Night!
info e prenotazione tavoli: 345 996 8548

Momenti di poesia. “La mia parte saggia” di Patrizia Caffiero

539310_336060993108667_174271600_n

Oggi le mie diverse identità sono in equilibrio.
Una tavolozza sporcata di colori contrastanti che è piacevole guardare.
Un gruppo di amici che si conosce da poco, ma che va molto d’accordo.
Una fila di bicchieri che tintinnano con grazia.

Oggi tutte le mie diverse personalità sono in armonia.
Una di loro, quella che le altre chiamano “l’abbastanza saggia” non ha potuto fare a meno d’invitarmi a sedere,
offrendomi un calice di bianco.
Mi ha fatto promettere, mano sul cuore, di non perdermi più
nel rumore di fondo, nelle sottigliezze del nulla.

Ha concluso tutti i suoi discorsetti con la frase:
– “Il diavolo è soltanto, alla fine, perdersi nel labirinto di azioni senza importanza”.
Io le ho creduto, e ho cominciato ad eseguire le sue indicazioni alla lettera.
Io le ho creduto, e ho deciso di non perdere da quel momento
neppure un battito.

Momenti di poesia. Non esistono bambini difficili, di Giuliano Saba

Momenti di poesia. Non esistono bambini difficili, di Giuliano Saba

non esistono

Non esistono
Bambini difficili da gestire
e da educare.
I bambini vivono
in un mondo non loro
Fra genitori
troppo impegnati al telefono
Nella vita mondana ,
nel mangiare disordinato
E nello stress quotidiano
Di diete senza risultato…
Non esistono bambini difficili
Nelle sedie dei ristoranti
Ma clienti silenziosi e pazienti
Con genitori troppo indifferenti


Giuliano Saba Sculture

Momenti di poesia. I miei sogni sono in bianco nero, di Donatella Camatta

Momenti di poesia. I miei sogni sono in bianco nero, di Donatella Camatta

69993733_10220664274896448_8264123870483578880_n.jpg

I miei sogni sono in bianco nero

mi ritrovo sempre con l’animo sospeso.

Aggrapparsi al risveglio con il cuore piangente

pensare e ripensare perché

Nei miei sogni sono arrampicata.

dolore che al risveglio sento forte al petto

Avvolgo le mani quasi tremanti.

Perché..

Diritti Donatella@Camatta

Disegno Assia Noris

Lei si chiamava Rag Time Josey, di Pier Carlo Lava

Lei si chiamava Rag Time Josey, di Pier Carlo Lava

Si chiamava Rag Time Josey era un Quarter Horse black e proveniva dal Wisconsin ,era arrivata insieme ad altri quindici Quarter Horse in aereo in un allevamento in provincia di Parma. La vidi in mezzo agli altri, me la fecero provare nella zona circostante e fu subito amore a prima vista. 

Rag Time Josey.jpg

All’epoca cercavo un cavallo affidabile per le passeggiate in campagna per staccare la spina dal lavoro prevalentemente a fine settimana quando tornavo a casa. Diventò subito l’unico motivo di svago perchè appena avevo un momento libero correvo al maneggio, a volte anche solo per strigliarla mi piaceva tenerla pulita e verificare se la lettiera del box era ben fatta, se il fieno era  di qualità e poi la lasciavo libera nel paddock, dove si faceva delle grandi sgroppate

Altre quando avevo più tempo, gli mettevo la sella per la monta western, le briglie e poi facevamo delle lunghe passeggiate in campagna nella zona vicino al maneggio.  Non mi ha mai dato problemi (c’erano cavalli che fuori in campagna si spaventavano e creavano non pochi problemi) lei era equilibrata, mi capiva al volo quando volevo partire al galoppo, al trotto o semplicemente al passo. 

Quando la presi aveva appena tre anni, furono tredici anni bellissimi, nei quali la vidi crescere e maturare ulteriormente, ma purtroppo come sempre succede nella vita prima o poi tutto finisce… a volte anche per scelte sbagliate delle quali poi ti penti, ma a quel punto non c’è più niente da fare!… ci siamo lasciati… e non ho mai più saputo che fine ha fatto… ogni tanto ci penso… e mi rammarico della decisione che stupidamente avevo preso!. Da allora sono passati molti anni, perciò non credo che sia ancora in vita. Questa è la prima volta che riesco a scrivere di lei, ciao Rag Time Josey ti immagino lassù a correre felice nei pascoli del cielo… e perdonami… Continua a leggere “Lei si chiamava Rag Time Josey, di Pier Carlo Lava”

“IntrArtenimento” il nostro secondo libro raduno battente bandiera Libereria

“IntrArtenimento” il nostro secondo libro raduno battente bandiera Libereria

Gianluca Sonnessa

70381449_866434340424090_6588713950731304960_n.jpg

Possiamo chiamarlo libro, per semplificare.
Ma possiamo anche dire che ventisette autori si sono uniti per comporre un altro tassello di questo progetto ampio, e d’ampio respiro di cui noi per primi abbiamo bisogno, e forse anche qualcuno di voi.
Siamo reali, attivi e motivati.
Dopo “Grazieeprego” nasce “IntrArtenimento” il nostro secondo libro raduno battente bandiera Libereria.
Un libro aperto, che rispecchia il nostro modo di essere e quindi di fare.
Poesia, illustrazioni sul tema, appunti di quelli presi a mano, come si faceva un tempo ed evidentemente qualcuno fa ancora, voci e musica da ascoltare scansionando un codice qr ( perché la tecnologia è cattiva se non sai farne buon uso) e passione.
Qui non manca mai, per nostra e vostra fortuna.
Se sentite il bisogno di starci vicino, di essere accolti e accoglierci, se volete entrare a casa nostra, ordinate una copia scrivendo qui, oppure sulla nostra pagina ufficiale o ancora inviando una mail a libereria2017@libero.it.

A presto.

Libereria