Momenti di poesia. Cosa resterà, di Silvana Fulcini

Momenti di poesia. Cosa resterà, di Silvana Fulcini

Sivana Fucini

Cosa resterà

Capirò, forse un giorno,
perché mi sento come una trottola
che gira in tondo,
come il mondo
che gira dentro al tempo.
Vivo e rivivo,
vedo e rivedo,
mi perdo nelle solite stanze,
mi trovo negli stessi occhi
che dallo specchio mi guardano,
senza risposte.
Però, non son più quella che ero,
ho seguito il tempo,
lasciando scie di pensieri.
Forse, ho perso qualcosa,
o forse, non l’ho mai avuto.
In fondo,
chi ero? Chi sono? Chi sarò?
E poi,
cosa resterà
di un mio pensiero scritto,
al ritmo del cuore che batte?

Silvana Fulcini

20/09/2019

Diritti riservati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...