Boldi (Lega): “Sanità piemontese prima della classe? Chiedetelo ai cittadini/pazienti! Per fortuna da giugno cambieremo musica e spartiti”

Boldi (Lega): “Sanità piemontese prima della classe? Chiedetelo ai cittadini/pazienti! Per fortuna da giugno cambieremo musica e spartiti”

“La sanità del Piemonte prima della classe? Non esageriamo con la propaganda pre elettorale sulla pelle dei cittadini/pazienti piemontesi, per favore”. L’onorevole Rossana Boldi, vice presidente della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera dei Deputati, ma anche medico di professione, non ha dubbi, a fronte di comunicati e dichiarazioni dal tono ‘trionfalistico’ fatti circolare nei giorni scorsi da esponenti di spicco del Partito Democratico piemontese.

rossana boldi

“Ho letto di Piemonte modello di eccellenza, sulla base di statistiche elaborate dal Ministero della Salute, e allora forse è il caso di fare un po’ di chiarezza. La classifica a cui immagino si faccia riferimento è quella che misura le performance dei LEA (Livelli essenziali di assistenza), poco significativi rispetto alla soddisfazione percepita dai pazienti per i servizi sanitari erogati. Chiamparino e la sua squadra, nel corso della loro gestione quinquennale della sanità piemontese, hanno tagliato costi. Ma se pretendono che questo significhi che la sanità regionale è migliorata, siamo decisamente al ridicolo”.

L’on. Boldi fornisce alcuni altri strumenti di riflessione: “Basta andare a consultare le classifiche CREA elaborate dall’Università di Tor Vergata, o quelle GIMBE, per rendersi conto che il Piemonte ‘sprofonda’,  a vantaggio di altre realtà come Trentino, Friuli, Veneto o anche Toscana, là dove si cerca di misurare anche il livello di soddisfazione dei cittadini/pazienti, in termini di liste di attesa e di facilità di accesso ai servizi. Altro elemento ‘tragico’, e da non sottovalutare, è la ‘migrazione’, in costante crescita, dei pazienti piemontesi verso altri modelli sanitari: a partire dalla vicina Lombardia e dalla Liguria”. Continua a leggere “Boldi (Lega): “Sanità piemontese prima della classe? Chiedetelo ai cittadini/pazienti! Per fortuna da giugno cambieremo musica e spartiti””

Sozzetti: Infantile di Alessandria, nuovo blocco operatorio nel 2020? ‘Sarebbe un grande risultato’

Infantile di Alessandria, nuovo blocco operatorio nel 2020? ‘Sarebbe un grande risultato’

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

unnamed

“Avere pronto il nuovo blocco operatorio dell’ospedale infantile per il 2020 sarebbe un grande risultato”. Giacomo Centini, direttore generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’, è concreto e pragmatico.

Le idee e i progetti sono chiari. Senza fughe in avanti e con l’onestà intellettuale di riconoscere le difficoltà. “I lavori per la riqualificazione dell’atrio registrano un ritardo perché sono in corso alcuni sondaggi da parte della Sovrintendenza, ma ragionevolmente entro marzo sarà pronto” commenta, per esempio, quando parla dell’intervento in corso per rendere più accogliente e gradevole l’ospedale.

Ogni volta che si mette mano alla struttura, sia quella più antica che si affaccia su via Venezia, sia quella del monoblocco, emergono problemi imprevisti. Ma l’obiettivo resta sempre lo stesso: migliorare il più possibile tutti gli spazi del nosocomio. Poi ci sono i capitoli relativi al potenziamento delle apparecchiature e dei reparti. Tutti con l’identico obiettivo: guardare “in modo corretto al futuro”.

Centini coglie l’occasione della presentazione del fitto programma di appuntamenti per la settimana di Sant’Antonio, con la festa che per la prima volta si sviluppa sull’arco di più giorni (dal 14 al 17 gennaio), per fare qualche annuncio. Continua a leggere “Sozzetti: Infantile di Alessandria, nuovo blocco operatorio nel 2020? ‘Sarebbe un grande risultato’”

Vaccini antinfluenzali esauriti in mezza Italia

Vaccini antinfluenzali esauriti in mezza Italia

Boom di richieste rispetto allo scorso anno. Le regioni finiscono nel mirino: hanno sottostimato la domanda

vaccini

FABIO DI TODARO MILANO

Le scorte, negli studi dei medici di base come negli ambulatori delle Asl, sono agli sgoccioli. Lo stesso è quanto si registra da giorni nelle farmacie di diverse città. Per i dati ufficiali occorrerà attendere la fine di marzo, ma a determinare la penuria di dosi di vaccino antinfluenzale c’è sicuramente una maggiore domanda da parte degli italiani.

A richiederlo sono stati coloro a cui è offerto gratuitamente, ma pure gli adulti in salute che hanno scelto di «ricorrere all’arma più efficace per proteggersi dall’influenza», per dirla con Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg). «Non è tanto un problema che le dosi scarseggino adesso, quanto che siano mancate in alcune aree del Paese a metà novembre: nel pieno della campagna vaccinale, che ormai possiamo definire conclusa».

Quanto questa diffusione «a singhiozzo» possa avere conseguenze sulla salute degli italiani, sarà più chiaro all’inizio del 2019: nei giorni in cui si toccherà il picco dell’epidemia… https://www.lastampa.it/2018/12/17/italia/vaccini-antinfluenzali-esauriti-in-mezza-italia-3mI8TeufXHrwP4kA7fabIO/pagina.html

Dott. Marco Tallone: LASERTERAPIA PULSATA MD-YAG

Dott. Marco Tallone: LASERTERAPIA PULSATA MD-YAG

Parliamo in questa rubrica di un nuovo tipo di Laser innovativo che ha surclassato i laser esistenti.

Si tratta del Laser pulsato md-yag, per i più attenti ne abbiamo sentito parlare alla premiazione dei Nobel quest’anno infatti è andato il premio per la Fisica a tre ricercatori americani-francesi-canadesi che hanno messo a punto questo nuovo tipo di laser che basa la sua innovazione sul fatto di riuscire a essere pulsato.

fisio tallone

Questo, contrariamente agli altri laser che sono continui o solo intermittenti, gli permette di sviluppare grandi potenze (dai 5000 w a 15000 watt) senza lesionare il tessuto in alcun modo.

Infatti la sua caratteristica unica di essere pulsato gli permette di avere delle brevissime pause e di far raffreddare il tessuto fra un picco di luce e l’altro non causando surriscaldamento, ciò senza perdere in prestazioni anzi migliorandole ai massimi livelli.

Gli altri laser continui e intermittenti hanno il loro principale difetto nel poter causare bruciature e surriscaldamenti durante il trattamento fisioterapico, sviluppano basse potenze e hanno minore capacità guaritiva.

Altra differenza sostanziale è la generazione della luce laser, infatti i vecchi fasci laser sono generati da dìodi (da qui il nome laser a dìodò) o addirittura con la combustione di CO2, mentre il laser pulsato è generato da un minerale sporcato col neodimio che rende la sua emissione unica. Continua a leggere “Dott. Marco Tallone: LASERTERAPIA PULSATA MD-YAG”

DOMENICO RAVETTI (Capogruppo PD Consiglio Regionale): “Tutti insieme abbiamo fatto tanto ma per Alessandria la vera sfida inizia ora”

DOMENICO RAVETTI (Capogruppo PD Consiglio Regionale): “Tutti insieme abbiamo fatto tanto ma per Alessandria la vera sfida inizia ora”

GIORNATA SCIENTIFICA ORGANIZZATA DALL’AZIENDA OSPEDALIERA.

Ravetti

Il settore della ricerca scientifica dovrebbe dare slancio e speranze al nostro territorio. L’avanzamento scientifico e tecnologico, frutto della ricerca di base e applicata nei suoi più svariati settori, è volano per lo sviluppo del Paese e stimola il circuito dell’economia, del benessere e della crescita.

Purtroppo dalle dichiarazioni ai fatti, dalle promesse al Governo dei processi, si mette in luce quanto i fondi per la ricerca pubblica siano stati considerati un orpello, un optional, nei bilanci dello Stato e non una necessità basilare della società.

Eppure la fase di recessione economica cui siamo andati incontro in questi anni ha infatti confermato come la capacità competitiva di un territorio sia intimamente e imprescindibilmente legata agli investimenti in ricerca scientifica e tecnologica. Continua a leggere “DOMENICO RAVETTI (Capogruppo PD Consiglio Regionale): “Tutti insieme abbiamo fatto tanto ma per Alessandria la vera sfida inizia ora””

Tumore al seno: anche per questo tipo di cancro si inaugura l’era dell’immunoterapia – La Stampa

NICLA PANCIERA

Già si parla di «una rivoluzione», che apre anche per il tumore al seno l’era dell’immunoterapia. Si tratta del primo risultato positivo per una forma di tumore al seno, quello triplo negativo metastatico o localmente molto avanzato, aggressivo che colpisce donne giovani, anche ventenni e che porta rapidamente alla morte in 12-15 mesi.

In Italia, con 7-8 mila nuovi casi l’anno, il triplo negativo, così chiamato perché le sue cellule non presentano nessuno dei tre classici bersagli contro cui sono dirette le cure più efficaci, costituisce il 15% di tutti i tumori mammari.

Lo studio prospettico randomizzato IMPassion130, presentato a Esmo 2018 e pubblicato in contemporanea sul New England Journal of Medicine, è stato condotto su 902 donne con cancro al senso triplo negativo che non avevano ricevuto alcun trattamento.

Sorgente: Tumore al seno: anche per questo tipo di cancro si inaugura l’era dell’immunoterapia – La Stampa

Al Centro Cuore di Alessandria la sanità sposa la cultura

Al Centro Cuore di Alessandria la sanità sposa la cultura

Successo di pubblico per lo spettacolo Favole napoletane ospitato il 7 dicembre

Sanità e cultura: un binomio vincente al Centro Cuore – Clinica Città di Alessandria, dove venerdì 7 dicembre si è tenuto, a ingresso libero, lo spettacolo teatrale Favole napoletane della compagnia locale “Gli Illegali”. La Sala Congressi del terzo piano si è così trasformata, per un giorno, in un “teatro”, dove i cittadini hanno potuto assistere al monologo scritto e recitato da Luigi Di Carluccio sulla sua esperienza di “immigrato” di seconda generazione da Napoli ad Alessandria.

Una scena di Favole napoletane2Una scena di Favole napoletane1Una scena di Favole napoletane4Una scena di Favole napoletane3

La compagnia teatrale “Gli Illegali”, molto radicata nel territorio alessandrino, ha messo a frutto la propria esperienza decennale facendo ridere, e molto, il pubblico che ha affollato la Sala Congressi della Clinica Città di Alessandria. Puntando sulla mimica e sul dialetto, Favole napoletane non ha mancato di suscitare riflessioni, anche grazie alla scelta di un tema di grande attualità. Un viaggio in treno, per trasferirsi da Napoli ad Alessandria, lungo 800 chilometri, che – almeno all’inizio – non misurano solo una distanza geografica, ma anche una distanza sociale e culturale.

È stato così replicato il successo del debutto dello spettacolo, avvenuto il 22 settembre scorso al Chiostro di Santa Maria di Castello di Alessandria, all’interno della rassegna “Chiostro in una notte di mezza estate”. Ed è stata confermata la scelta del Centro Cuore – Clinica Città di Alessandria di promuovere la cultura. Con l’obiettivo di prendersi cura, insieme al corpo, anche dello spirito delle persone. Un obiettivo che oggi è ancora più forte: dopo la musica, la struttura ha deciso di aprire le porte anche al teatro. Negli scorsi anni, infatti, ha ospitato quattro Concerti del Cuore, ma Favole napoletane è stato il suo primo spettacolo teatrale

Accesso all’insulina a rischio? Il futuro difficile di milioni di diabetici

Studi, ricerche e notizie sul diabete. Leggi sul Corriere della Sera gli approfondimenti e i consigli degli esperti su prevenzione e cura.

Sorgente: Accesso all’insulina a rischio? Il futuro difficile di milioni di diabetici

ASSEMBLEA SINDACALE CSE SANITA’ DIP. FLP PER I DIPENDENTI DEL COMPARTO SANITA’ IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA

ASSEMBLEA SINDACALE CSE SANITA’ DIP. FLP PER I DIPENDENTI DEL COMPARTO SANITA’ IN PROVINCIA DI ALESSANDRIA

assemblea-locandina-001

Manovra, Federico Fornaro (Leu): Più risorse per la sanità pubblica

Manovra, Federico Fornaro (Leu): Più risorse per la sanità pubblica

Manovra, Fornaro (Leu): Più risorse per la sanità pubblica Roma, 1 dic. (LaPresse) – “A quaranta anni dalla nascita del Servizio Sanitario Nazionale la spesa sanitaria in rapporto al PIL è arrivata alla soglia limite del 6,5%, quando in Germania è al 9,6% e in Francia al 9,5%.

Federico Fornaro

Se avessimo lo stesso livello di spesa della Germania la sanità pubblica avrebbe a disposizione 50 miliardi di euro in più.

Nella legge di Bilancio il Governo del cambiamento in tema di sanità non cambia nulla e conferma per il 2019 lo stanziamento del Fondo sanitario nazionale già previsto dai governi precedenti”.

Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro. “Abbiamo presentato un emendamento per aumentare di 2 miliardi il Fondo sanitario nazionale per dare una risposta a una domanda crescente di salute e per fermare il processo di impoverimento della sanità pubblica.

Nel 40º anniversario del Servizio Sanitario Nazionale sarebbe un segnale vero e concreto di cambiamento e di investimento sulla sanità pubblica”, conclude. 

UPO: Presentato lo studio FRAILBRAIN, la nuova ricerca sull’invecchiamento e sulla condizione di “fragilità farmacologica”

UPO: Presentato lo studio FRAILBRAIN, la nuova ricerca sull’invecchiamento e sulla condizione di “fragilità farmacologica”

Un gruppo di lavoro guidato da Cristoforo Comi della Scuola di Medicina partecipa al progetto finanziato con bando AIFA e coordinato dalla Fondazione Mondino di Pavia

upo mondino

È stato presentato ieri, mercoledì 28 novembre, a Pavia nell’Aula Consiliare della Fondazione Mondino Istituto Neurologico Nazionale IRCCS, il progetto di ricerca Frailbrain, mirato a identificare potenziali biomarcatori associati alla condizione di fragilità e chiarire la loro relazione con la condizione di “fragilità farmacologica”.

Lo studio è finanziato da AIFA – Agenzia Italiana del Farmaco (nell’ambito dei progetti di ricerca indipendente) e coordinato dalla Fondazione Mondino di Pavia, che guiderà un consorzio al quale partecipano l’Università dell’Insubria di Varese,l’Università del Piemonte Orientale con l’Ospedale Maggiore di Novara, l’Istituto di Riabilitazione e Cura Santa Margherita di Pavia e l’Erasmus University Medical Center di Rotterdam. Continua a leggere “UPO: Presentato lo studio FRAILBRAIN, la nuova ricerca sull’invecchiamento e sulla condizione di “fragilità farmacologica””

Il Centro Cuore di Alessandria teatro per un giorno

Il Centro Cuore di Alessandria teatro per un giorno

Alessandria: Il 7 dicembre alle 17 porte aperte ai cittadini per lo spettacolo Favole napoletane 

Non solo cura e ricerca: venerdì 7 dicembre, alle ore 17, il Centro Cuore – Clinica Città di Alessandria ospiterà, nella Sala Congressi del terzo piano, Favole napoletane, spettacolo teatrale della compagnia locale “Gli Illegali” a ingresso libero.

I cittadini potranno così assistere al monologo scritto e recitato da Luigi Di Carluccio sulla sua esperienza di “immigrato” di seconda generazione da Napoli ad Alessandria.

“C’era una volta un bambino – così Luigi Di Carluccio presenta la sua favola napoletana –. Si trasferì in una nuova città e, per trasferirsi, fece un viaggio in treno di 800 chilometri. Quando arrivò a casa ad Alessandria, la prima cosa che fece fu andare sul balcone della cucina e cominciare a urlare. Chiamava quelli che aveva conosciuto nell’altra città, a 800 chilometri di distanza, e li chiamava con un linguaggio che a molti, al Nord, pareva incomprensibile, ma che per loro, per i suoi parenti, sarebbe stato comprensibilissimo. Chiamava il nonno, la nonna, gli zii, ma in napoletano…”.   Continua a leggere “Il Centro Cuore di Alessandria teatro per un giorno”

Convegno Nazionale di Diritto Sanitario ad Alessandria, di Lia Tommi

XVI Convegno nazionale di Diritto Sanitario – Prologo

29 novembre 2018 – ore 19:00–22:30
Associazione Cultura e Sviluppo
Piazza Fabrizio De Andrè
15121 Alessandria

Roberto Turno intervista l’onorevole Rosy Bindi su Salute, sanità e società italiana: 40 anni di cambiamenti.

Dopo la pausa buffet Renato Balduzzi, Rosy Bindi, Antonio Brambilla e Giacomo Centini dialogano sul tema Servizi sanitari e sociosanitari tra ospedale e territorio.

Sozzetti: Sanità fra medici (forse) per i ‘codici bianchi’, infermieri che mancano, bandi, codicilli e burocrazia in azione

Sozzetti: Sanità fra medici (forse) per i ‘codici bianchi’, infermieri che mancano, bandi, codicilli e burocrazia in azione

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

sanità

Concorso per infermieri prima pubblicato e poi revocato, cosa è successo davvero ad Alessandria? Senza andare a scomodare la “manina” di turno (succede già fin troppe volte nei palazzi romani), quel che risulta è che nelle pieghe della burocrazia si nasconde sempre qualcosa.

La storia è nota. Il bando per il concorso per l’assunzione di infermieri per l’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria e per le Asl di Alessandria e di Asti è stato pubblicato alla fine di ottobre sul Bollettino della Regione Piemonte. Ma un po’ di giorni dopo è stato revocato.

Nell’arco di breve tempo arriva la protesta sindacale con il Nursind (sindacato delle professioni infermieristiche) che parla di una fatto che ha “scosso sia coloro che avevano già inoltrato la domanda di partecipazione per l’allungamento dei tempi (con ulteriori spese da sostenere visto che molti avevano già prenotato viaggio soggiorno e richiesto permessi per partecipare alla prova preselettiva del 17 dicembre 2018 come da comunicazione del sette novembre 2018), sia i dipendenti delle tre aziende che vedono sfumare la possibilità di ricevere una boccata d’ossigeno”. Continua a leggere “Sozzetti: Sanità fra medici (forse) per i ‘codici bianchi’, infermieri che mancano, bandi, codicilli e burocrazia in azione”

Movimento 5 Stelle Alessandria: portavoce, attivisti e simpatizzanti insieme a Sezzadio per marciare per l’acqua

Movimento 5 Stelle Alessandria: portavoce, attivisti e simpatizzanti insieme a Sezzadio per marciare per l’acqua

M5S

Alessandria: “Il nostro no alla discarica di Sezzadio è sempre stato netto, per questo anche sabato saremo a fianco dei comitati organizzatori per marciare al fine di impedire un ulteriore scempio sul nostro già martoriato territorio: il deposito di rifiuti pericolosi su una delle falde acquifere più importanti del nord Italia – così Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo, portavoce del M5S in Consiglio Comunale – abbiamo invitato tutti i nostri attivisti e simpatizzanti a partecipare e siamo sicuri che, come sempre, non ci deluderanno. Saranno presenti portavoce di tutti i livelli, oltre ai nostri quattro candidati alle prossime elezioni regionali”.

“Con rammarico constatiamo come la tutela dell’ambiente, in fondo, sia sempre catalogata come qualcosa di marginale rispetto ad altre questioni, economiche in primis, nonostante la sempre più alta incidenza di patologie tumorali – aggiungono i Consiglieri – mancano da sempre la volontà politica di andare in questa direzione e di conseguenza la strategia ambientale strutturata che da anni il nostro territorio aspetta. Viviamo in una delle zone più inquinate d’Italia per qualità dell’aria e non solo, ma le scelte degli ultimi anni sembrano ignorarlo. I cittadini ne sono ben consapevoli invece e sabato a Sezzadio, ancora una volta, faranno sentire la loro volontà ”.