Dallas Buyers Club recensione di Cristina Saracano

screenshot_2018-06-13-13-48-58-1-1692990686.pngUn film del 2013 con Matthew McConaughey e Jared Leto, diretto da Jean Marc Vallèe.

La pellicola ha ricevuto sei candidature Oscar nel 2014.

Una storia ambientata tra il 1985 e il 1988, una storia di Aids e di pregiudizi.

Il protagonista Ron, che contrae la malattia durante un rapporto sessuale con un’eroinomane, diviene in breve tempo isolato dagli amici, perde il lavoro, il virus s’impossessa di lui rendendolo sempre più debole, anche a causa del suo abuso di alcol e droghe.

Le cure prescritte in ospedale non lo aiutano: inizia il suo calvario, ma anche la sua voglia di riscatto.

Qui conosce Rayon, un omosessuale malato come lui: inizialmente Ron mantiene con lui un certo distacco, perchè fortemente omofobo, ma, successivamente, i due diventeranno amici e soci in affari.

Eh, sì, perchè Ron non molla, è un texano resistente: riesce a ottenere nuove cure creando una rete commerciale con case farmaceutiche mondiali, aiutando così anche gli altri malati, Ron e Rayon fondano un club, dove i soci, sieropositivi, pagano una retta per potersi curare come si deve.

Il tutto, ovviamente, illegalmente e all’insaputa dei propri medici curanti.

Una storia che fa riflettere sui pregiudizi, sui problemi dei malati terminali e, soprattutto, sull’enorme speculazione che riescono a mettere in piedi le case farmaceutiche lucrando su chi soffre e cerca solo un po’ di pace.

Ispirato a una storia vera, con scene crude e reali e un’ottima interpretazione dei due protagonisti, tiene col fiato sospeso per tutti i 117 minuti della proiezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...