"Strane cose", il blog di Ettore

9788838937491_0_0_0_75.jpg
Per almeno una decina d’anni, la stampa annunciava periodicamente un film di Giuseppe Tornatore sull’assedio di Leningrado. Era stato l’ultimo progetto di Sergio Leone prima di morire, ma in realtà quello che Tornatore insegue per quindici anni, tra sopralluoghi, stesure di copioni e contatti coi produttori, è un film diverso, basato su una ricerca minuziosa, recuperando diari, facendo tradurre libri dal russo, intervistando storici e testimoni. Quel film non è mai stato realizzato, e il regista ha infine deciso di pubblicarne la sceneggiatura ( Leningrado, Sellerio, pagg. 358, 15 euro), scritta insieme a Massimo De Rita nel 2004.
Durante la seconda guerra mondiale, Leningrado fu circondata dai soldati tedeschi e isolata dal settembre 1941 al gennaio 1944. Hitler voleva prenderla per fame, ma gli abitanti resistettero fino allo stremo, con oltre un milione di morti, nutrendosi di aghi di pino bolliti, della farina ricavata dalla colla delle carte da parati…

View original post 250 altre parole