SempreAdelantando

Così lenti sono da non saper

viver nemmeno come porci

però furbi quel tanto da studiar

come sorci il rosicar di cacio

: nullatenenti d’intelletto

da Circe fatti suini sonnolenti

assordanti nel grufolare: poi

d’Ulisse compagni resi sordi al canto

delle sirene come si conviene

ad ignoranti forzati del remo

predestinati all’irrilevanza

e dell’evanescenza il fremito

gemito di dolore e ribellione

alla sconnessione: umana dissolvenza

su e giù per la spina dorsale

teatrale proscenio per brividi di scena

:

l’equivalenza d’un battito di ciglia

di certo poco amabile ragion d’esserci

nel riversare fanghiglia in twitter

di molto più lerci d’ingenui porci.

View original post