vuoti di memoria

Il Canto delle Muse

Vuoti di memoria, pagine rimosse
per pochi istanti o per sempre,
tenti di ripescarli e finisci
in un oceano di date e volti
sciupati dal tempo. Resta un nome
solitario, senza agganci precisi,
tutto si confonde nella palestra
delle onde cerebrali, difficile
orientarsi in quel galleggiare
di ritagli di fotografie sbiadite.
Se desisti, al primo rimescolìo
encefalico d’un non si sa quando
tutto si farà nitido. Forse.

– Daniela Cerrato

Pavel Filonov “Self portrait”, 1911
Self-portrait, 1911, Pavel Filonov.jpg

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...