​Nigeria: auto su folla in processione, 10 morti – Rai News

Dieci persone sono morte e 30 bambini sono rimasti feriti dopo che una macchina si è lanciata su una processione per Pasqua a Gombe, nel nord-est della Nigeria. L’uomo alla guida, un poliziotto fuori servizio, è stato aggredito e ucciso dalla folla inferocita.

Secondo alcuni testimoni, l’agente, che non era in divisa, ha lanciato deliberatamente l’auto sulle persone dopo aver avuto una discussione con coloro che partecipavano alla processione, bloccando la strada.

“L’automobilista ha avuto una discussione accesa con i bambini prima che questi lo facessero passare, ma lui, in un impeto di rabbia, ha fatto inversione e si è lanciato su di loro”, ha riferito Isaac Kwadang, precisando che l’uomo “l’ha fatto apposta”.

Sorgente: ​Nigeria: auto su folla in processione, 10 morti – Rai News

Il romanzo “Letarghya” di Andrea Di Bartolo, di Lia Tommi

Il romanzo deriva dalla sceneggiatura di un cortometraggio finalista ad un importante concorso nazionale “Best Short” indetto dalla importante rivista di settore Best Movie e dalla Inside di Luca Argentero, ed è stato anche in finale negli Stati Uniti alla “Back in the box competition 2016“, organizzato dalla Fernleif Productions.

Partendo proprio da quelle pagine, Di Bartolo ha voluto espandere l’universo così creato ed esplorare più approfonditamente i personaggi e le loro storie personali,
cercando di regalare al lettore l’impressione di non leggere soltanto un romanzo , ma di vedere un film, che è il fine ultimo per cui Letarghya è stato scritto.

Le vicende narrate nel romanzo sono ambientate nel prossimo futuro, quando la razza umana verrà modificata geneticamente da un nuovo tipo di farmaco l’LW426 e sottoposta a periodi di letargo forzato di 6 mesi. Il tutto per poter sfruttare il meno possibile le ridottissime risorse naturali del pianeta terra.

Letarghya è la storia di Jonathan Bane, un poliziotto addetto al recupero degli umani in fuga dal loro stato artificiale di letargici, che si imbatte in un’organizzazione terroristica dalla cui sconfitta dipende il destino dell’umanità.

“LA GRANDE GUERRA ” di Monicelli al Circolo del Cinema; di Lia Tommi

Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria

STAGIONE 2018-2019
PER LA RETROSPETTIVA CLASSICI,
UN GRANDE CAPOLAVORO DELLA STORIA DEL CINEMA
NELLA VERSIONE RESTAURATA

MARTEDI’ 23 aprile 2019, ore 21,15
proiezione del film:

“LA GRANDE GUERRA”
di Mario Monicelli
con:
introduzione e commento al film
di Andrea Pellizzari e
Franco Zanello

Possono assistere alla proiezione anche i non iscritti
La proiezione unica avverrà come di consueto presso la
MULTISALA KRISTALLI

Nel corso della serata sarà possibile iscriversi al Circolo del Cinema
(Onde evitare code, si consiglia di presentarsi con qualche anticipo)

La tessera per la nuova stagione del Circolo del Cinema costa euro 12,00
Per gli studenti fino a 25 anni la tessera costa euro 6,00
Il costo del biglietto d’ingresso per i tesserati è di euro 5,00. La tessera della nuova stagione dà anche diritto alla riduzione (euro 6,00) per tutti i film della programmazione normale del Cinema Multisala Kristalli (sale Kubrick e Kurosawa) e del Cinema Teatro Alessandrino.
I non tesserati possono accedere alla visione del film acquistando il biglietto normale (euro 7,50).

GORA, romanzo autobiografico, di Miriam Maria Santucci

48954527_336469090280353_8333241464918114304_n

#GORA – #stralci_qua_e_là

[…] “Gora venne iscritta alla Scuola Elementare della vicina città. L’edificio scolastico era al centro cittadino, nel corso principale, brulicante di persone indaffarate che si recavano al lavoro negli uffici, nelle poste, nelle banche o nelle scuole.
Le classi erano molto numerose: si arrivava anche a quaranta scolari, solo maschi o solo femmine. Gli insegnanti, per tenere la disciplina e con il pieno consenso delle famiglie, utilizzavano le note e le punizioni e se il bambino a casa reclamava, riceveva doppia dose dai genitori.” […]

Appuntamento letterario di Tessere Le Identità alla Mondadori, di Lia Tommi

Evento di Tessere Le Identità
Libreria Mondadori Alessandria
Via Trotti, 58 – ang. Via Bergamo, 15121 Alessandria

Non poteva mancare il nostro appuntamento letterario nel percorso verso il primo Alessandria Pride!

Con “Una vita come tante” di Hanya Yanagihara, ci immergiamo nella New York di quattro ragazzi Willem, JB. Malcolm e Jude.
Un romanzo che ha colpito per l’enorme profondità dei suoi personaggi e per la carica emotiva che trasmette al suo lettore.

Vi aspettiamo venerdì 27 aprile alle ore 16.30 alla Libreria Mondadori Alessandria, via Trotti 58 per avventurarci assieme in questo vasto romanzo!

I 3 Musi live al Mephisto Alessandria, di Lia Tommi

Mercoledì 24 aprile 2019 , ore 22,30   – I TRE MUSI Mephisto APS Alessandria
Tre voci, Tre stili, Tre MUSI!!!
Andrea Amisano (Utopia, Clan Banlieue),
Massimo Max Charlie Chiarlone (Anime in Plexiglass),
Gian Luca Giolo “JoJo” (Asilo Republic).

si canta si balla si sballa

Super Apericena preparata da Loco Bar !

Apericena 20 € su prenotazione con ingresso e spettacolo!
10 € spettacolo con una consumazione!
INFO LINE:389 4219425

Chi è Luca Morisi, il guru del web che ha postato la foto di Salvini con il mitra

Finito nell’occhio del ciclone, con tanto di accuse di incitamento alla violenza e richieste di dimissioni, il consigliere strategico della comunicazione del leader leghista è l’artefice del successo social di quello che lui stesso ha definito “Il Capitano”

https://www.ilsole24ore.com

: Chi è Luca Morisi, il guru del web che ha postato la foto di Salvini con il mitra

Scomparso nel lago di Castel Gandolfo: recuperato il corpo dai vigili del fuoco

Le ricerche sono terminate nel pomeriggio di Pasquetta dopo tre giorni

Scomparso nel lago di Castel Gandolfo: recuperato il corpo dai vigili del fuoco

Le ricerche andavano avanti da sabato 20 aprile nelle acque del lago di Castel Gandolfo, ai Castelli Romani. Nel pomeriggio di Pasquetta i Vigili del Fuoco hanno recuperato il corpo. I sommozzatori, dopo aver individuato il cadavere, lo hanno recuperato e trasportato sulla riva del lago per poi affidarlo all’Autorità competente.

Scomparso nel lago di Castel Gandolfo: recuperato il corpo dai vigili del fuoco

Il corpo dovrebbe essere quello di un ragazzo 31enne di Ciampino, scomparso lo scorso 19 aprile la cui vettura è stata trovata la mattina di sabato dagli agenti del Commissariato di Albano in via Spiaggia del Lago con dentro lo zaino con i documenti del giovane.

http://www.romatoday.it/cronaca/corpo-disperso-lago-castel-gandolfo.html

Sorgente: Scomparso nel lago di Castel Gandolfo: recuperato il corpo dai vigili del fuoco

Maltempo, turista francese muore in naufragio in Sardegna davanti alla moglie

La barca a vela era partita da Santa Maria Navarrese e stava cercando riparo in porto. Proprio mentre la barca entrava in porto ha «scuffiato» scaraventando in acqua i due occupanti. Alla scena hanno assistito gli ormeggiatori dello scalo di Porto Corallo che si sono precipitati a soccorrerli. Su posto sono arrivati le motovedette della guardia costiera, i carabinieri, il 118 e i vigili del fuoco. In poco tempo i soccorritori hanno raggiunto la donna salvandola con lei anche il cane in viaggio con la coppia. La guardia costiera dopo avere passato palmo a palmo la costa del Sulcis ha recuperato il corpo incagliato tra gli scogli.

L’imbarcazione, uscita in mare nonostante l’allerta meteo lanciata dalla protezione civile, stava rientrando in porto quando è stata sorpresa dal fortunale. Dopo aver lanciato l’Sos, i soccorsi hanno raggiunto in tempo record la donna, mettendola in salvo.

continua su: Maltempo, turista francese muore in naufragio in Sardegna davanti alla moglie

Momenti di poesia. Corde di chitarra, di Ela Gentile

Momenti di poesia. Corde di chitarra, di Ela Gentile

58375133_10214517409714078_8952004398091862016_n.jpg

Corde di chitarra

Un’altra notte si avvicina,
ascolto una musica lieve
scandita da corde di chitarra,
voce che placa la malinconia,
parole sussurrate all’orecchio
lasciano nel cuore sorrisi
come fossero carezze
che lego con un nastro d’oro
…..e le conservo.
eg

Ognuno al suo posto.

EdnaModeblog

A voi non succede di isolarvi dal resto del mondo, anche solo per pochi secondi, non come un eremita ma come una sorta di asceta che riflette su quanto ha appena sentito dire? Spero di sì, perché a me capita spessissimo, soprattutto quando sono stanca o c’è confusione intorno a me come ad esempio in palestra. Già, vado ad allenarmi… parolone, diciamo che mi prendo cura del mio corpo per un’ora al giorno, sottoponendomi a fatiche estreme e discrete figure di merda. Direi che è più appropriato così, l’italiano è bello perché consente di poter esprimere lo stesso concetto in una marea di modi diversi.

Dicevo, che la mattina vado presto in palestra, così ho tutto il giorno libero per recuperare fiato ed energia, roba che alle 9 sono già in movimento da un po’, poi la compagnia ci mette del suo a farmi divagare perché se il mio livello…

View original post 233 altre parole

Semaforo Vecchio, Monte di Portofino

Camminando con la Eva

Pasqua, h19.00 Scrivo seduta al tuo tavolino, Eva. Scrivo mentre Davide è fuori con zia Rita e zia Paola. Sono andati a giocare a pallacanestro al giardinetto, eccellente attività per santificare la Pasqua.

Pasqua, già.

Una festa che non conosco.

Ma nella vita si incrocia fortunatamente anche chi ha il dono di rendere parola e quindi materia viva i moti che non arrivano a coscienza. Queste parole oggi mi sono care:

Pèsah

Pasqua è voce del verbo ebraico “pèsah”, passare.

Non è festa per residenti, ma per migratori che si affrettano al viaggio. Da non credente vedo le persone di fede così, non impiantate in un centro della loro certezza ma continuamente in movimento sulle piste.

Chi crede e in cerca di un rinnovo quotidiano dell’energia di credere, scruta perciò ogni segno di presenza.

Chi crede, insegue, perseguita il creatore costringendolo a manifestarsi.

Perciò vedo chi crede come uno che…

View original post 822 altre parole

Domenica

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

Ricordo che era aprile e io mi trovavo nella tua macchina, sul sedile del passeggero, mentre tu guidavi. Fuori pioveva e c’era ancora freddo: nessuna traccia della primavera in quel pomeriggio.
Mi eri venuto a prendere come sempre all’aeroporto, in una delle mie fughe del fine settimana, quando lo studio me lo permetteva. Non ero felice, e a dire il vero stavo per piangere, cosa che tu avevi capito subito. Per questo, sapevo benissimo che avevi acceso la radio per cominciare a canticchiare.
Tra una parola sbagliata e l’altra, le macchine che ci superavano a tutta velocità in autostrada e la pioggia che scendeva sempre più minacciosa, io scoppiai a piangere.
“Non so dove sto andando”, ti dissi.
“Stiamo andando a casa tua”, mi rispondesti.
Ti ho guardato come si guarda qualcuno quando non si ha voglia di scherzare, con una faccia tra l’ammaccato e lo stanco, perché ero stanca da…

View original post 765 altre parole

Poiesis

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

Io non credo a una vita senza amore ed è per questo che ho cominciato a scrivere.
Un anno fa, due anni fa, tre anni fa, quindici anni fa, non è vero che non ero innamorata: lo ero!
Lo ero dei personaggi che ho inventato, delle storie che ho immaginato, delle stanze che vi ho descritto.
Vedevo chiaramente ogni cosa, ogni abbraccio, ogni sguardo. Sentivo ogni parola, anche quella non detta, perfino quella che si nasconde tra i sospiri di chi guarda il cielo. 
Ho percepito la presenza nell’assenza, e l’ho concretizzata in occhi scuri e riccioli, tra i fogli bianchi di vecchi diari.
Ho sempre amato, in ogni racconto, un personaggio diverso. Quel personaggio che proveniva da qualche punto remoto dei miei sogni.
Ti ho amato che eri un uomo, ti ho abbracciato che eri tornato ragazzino. Ti ho consolato che eri impaurito, e ho rispettato i tuoi tempi…

View original post 183 altre parole

CIAK, SI GIRA. LORELLA RONCONI E GIANMARCO D’AGOSTINO

Sirena Guerriglia Blog

A Grosseto l’Advaita Film Production per una session del documentario con Lorella Ronconi e la sua incredibile storia.

#riflessionidalletto. Che dire? Notiziona! 📰, un doc sulla vita di Lorella Ronconi. Aaah… ci avreste pensato? 😱 Eppure, @Gianmarco D’Agostino, il regista e produttore, è venuto con troupe e materiali per partire con una sessione. Raga, sono una Star 🌟? Cala la palpebra, Lori: sei vecchiotta, al massimo stella cadente 😂. Tre 3⃣ giorni di sessioni per capire e conoscerci meglio. #Emozionante ma faticoso fisicamente, tanto, sono sincera. Ora riposare e riprendere la salute, con calma. Peoples, aiutatemi a sognare.
🌸 Il mio grazie speciale a Sara Landi ♥️ 😎 🤗 la giornalista che ha fatto l’articolo, mi ha aiutata tantissimo per il comunicato, supportando le mie mani e la mia voce. Grazie Sara 💯 💞, grazie ai #media locali che mi coccolano sempre e alla comunità della mia terra #Grosseto, gente…

View original post 32 altre parole