Memorabilia

La notte non è sonno né tregua

se il lenzuolo pesa sopra il corpo

nudo d’amore primitivo

e disegna i contorni generosi,

sudario sulla pelle, pietra d’ogni sogno.

Ingravidano i pensieri le tue spalle fiaccate

Dal peso d’un macigno che ormai abita i tuoi occhi

E freddano la mano in cerca d’una bocca.

Marmo il tuo cuscino, un tempo caldo di respiri

Mentre fumi il ricordo di lotte appassionate,

Di sorrisi benedetti dal candore della luna.

Cenere nevica di sorrisi e memorie

Volteggi di fumo nell’aria leggera.

View original post