Ora solare, fra 27 e 28 ottobre lancette indietro di un’ora (forse per l’ultima volta)

L’ora solare entrerà in vigore nella notte fra sabato 27 e domenica 28 ottobre. Alle ore 3.00 le lancette dell’orologio dovranno essere spostate un’ora indietro, alle 2.00. Nella notte fra il 27 e il 28 dormiremo quindi un’ora in più. L’ora solare resterà in vigore fino all’ultimo weekend di marzo 2019, quando farà spazio al ritorno dell’ora legale. Sorgente: Ora solare, fra 27 e 28 ottobre lancette indietro di un’ora (forse per l’ultima volta)

Manovra, lettera di richiamo della Ue allʼItalia: “Inadempienze gravi”. Conte: “Nessun muro contro muro”

Manovra, lettera di richiamo della Ue allʼItalia: “Inadempienze gravi”. Conte: “Nessun muro contro muro”

La commissione chiede chiarimenti sui conti del nostro Paese ma manda pesanti segnali: “Deviazione dal Patto senza precedenti”. Di Maio: “Ultimatum inaccettabile, Bruxelles si è allontanata dalla realtà”

http://www.tgcom24.mediaset.it/

Il progetto di Bilancio presentato dall’Italia sembra configurare una “inadempienza particolarmente grave” rispetto alle regole del Patto Ue. Lo afferma la Commissione europea nella dura lettera inviata all’Italia dopo aver visionato il draft di bilancio per il 2019. Il premier Conte, che si attendeva la missiva, aveva detto: “Risponderemo alle critiche”. Il presidente Mattarella dopo aver incontrato Pierre Moscovici: “Dialogo per trovare un’intesa”.

 

 

 

La Commissione Ue “continua a cercare un dialogo costruttivo con l’Italia” per raggiungere un accordo finale sulla manovra, ma si aspetta una risposta alle perplessità sollevate entro “mezzogiorno di lunedì 22 ottobre” per permettere di arrivare a una decisione formale. Lo si legge nella lettera di Bruxelles, indirizzata al ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

Conte: “Nessun muro contro muro” – “Sono venuto qui per illustrare la manovra economica, non ci sono stati particolari rilievi”. Così il premier Giuseppe Conte ha detto, nel corso della conferenza stampa al termine del consiglio Ue a Bruxelles. “L’Italia deve crescere, l’Italia gode di buona salute e i fondamenti degli italiani sono saldissimi”, ha aggiunto. “Non c’è nessun muro contro muro con Bruxelles” e sul deficit/Pil “non c’è una grossa deviazione”, ha detto ancora Conte. “La manovra ci consente di invertire la rotta e di poter prefigurare una riduzione del debito nel 2020 e nel 2021”, aggiunge il premier.

Moscovici: “Ho solo un piano A, restare insieme nell’Euro” – Il commissario agli Affari economici della Ue, Pierre Moscovici, non sembra aver dubbi: “Non voglio mai fare il poliziotto cattivo, non ho pronto un piano B, ho solo un piano A e il piano A è quello di restare insieme nella zona euro”. “Credo che la spesa pubblica possa stimolare la crescita. Ma devo constatare che le vostre previsioni di crescita non sono realistiche, non corrispondono ad alcuna previsione di qualsiasi organismo internazionale”, ha poi affermato.

Tria: “Si apre dialogo spero di avvicinare posizioni” – “Abbiamo ricevuto la lettera con le osservazioni della commissione. Si apre quello che abbiamo definito un dialogo costruttivo partendo da valutazioni diverse sulla nostra politica economica. Abbiamo constatato queste valutazioni diverse, riteniamo di dovere approfondire le nostre spiegazioni delle ragioni della nostra politica, di far conoscere meglio alla commissione le riforme strutturali che porteremo avanti con la legge di bilancio e quindi di poter avvicinare speriamo le nostre posizioni”. Questo il commento del ministro dell’Economia Giovanni Tria. Continua a leggere “Manovra, lettera di richiamo della Ue allʼItalia: “Inadempienze gravi”. Conte: “Nessun muro contro muro””

Dl fiscale, Conte convoca il Cdm per sabato. Dopo il “no” Salvini ci ripensa e apre: “Se serve ci sarò, basta litigi”

Dl fiscale, Conte convoca il Cdm per sabato. Dopo il “no” Salvini ci ripensa e apre: “Se serve ci sarò, basta litigi”

Il capo del governo media nella maggioranza dopo lo scontro sulla cosiddetta “manina” nel testo del decreto. Luigi Di Maio: no allʼautoriciclaggio, serve un chiarimento. La Lega accoglie: risolviamo

url

http://www.tgcom24.mediaset.it/

Dopo la crisi all’interno della maggioranza per la “manina” nel decreto fiscale, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto per mediare convocando per sabato mattina un nuovo Consiglio dei ministri. Sul testo, contenente la norma sull’autoreciclaggio, era esploso lo scontro Lega-M5s. Matteo Salvini, che in un primo momento aveva affermato che non avrebbe partecipato al Cdm, ha infine accolto gli inviti: “Basta litigi, se serve ci sarò“.

Salvini: “Polemiche aiutano solo gli avversari” – Dopo l’intervento del capo del governo e l’invito di Di Maio a risolvere la querelle sul decreto fiscale, Matteo Salvini, dimostratosi inizialmente irremovibile sull’aggiustamento del testo, ha accolto le richieste: “Le polemiche aiutano solo gli avversari, i burocrati Ue e gli speculatori. Basta litigi, risolviamo i problemi, parlando”. “Io mantengo gli impegni – ha aggiunto il ministro -, gli ultimi che volevo aiutare erano i malfattori”. Prima dell’apertura, il leader della Lega, in campagna elettorale a Bolzano, aveva spiegato che lui al Cdm convocato per sabato non sarebbe andato: “Ho l’appuntamento con la Coldiretti e soprattutto con i miei figli”.

L’intervento di Conte: “Sabato un nuovo Cdm” – Al termine di una giornata convulsa e prima dell’apertura di Salvini il capo del governo Giuseppe Conte aveva indetto “per sabato un Consiglio dei ministri perché porterò il risultato della rilettura” del decreto e “avremo quindi la possibilità di confermare” il testo o, “nel caso dirimere qualche dubbio politico che è sorto”.
Di fronte allo scontro esploso nella maggioranza, Conte aveva spiegato di ritenere una crisi di governo “una prospettiva futuribile, improbabile” e “se ci fosse una crisi” dal caso del dl fiscale “in questa vicenda non dimostreremmo né passione né responsabilità”.

Conte: “Salvini? Il premier sono io e il Cdm lo convoco io” – Quanto alla contrarietà di Salvini di prendere parte a un nuovo Cdm, aveva evidenziato: “Se ci sarà Salvini al Cdm di sabato non lo so, perché c’è anche la campagna elettorale al Nord. Il Cdm si svolgerà, l’ho convocato io. Il premier sono io, decido io che si svolga un Cdm”.

Di Maio: “Serve un chiarimento politico” – A margine dell’assemblea dei lavoratori Bekaert a Figline Valdarno, il vicepremier Luigi Di Maio aveva teso una mano al suo omologo leghista: “Il tema, adesso, è politico ed ha bisogno di un chiarimento politico. Quindi la sede giusta è il Consiglio dei ministri, ma possiamo fare anche un vertice prima”. “Chi crede che sia suonato il requiem per il governo si sbaglia di grosso”, aveva chiarito.

“M5s non salva chi fa autoriciclaggio” – Sulla norma denunciata da Di Maio nell’ultima bozza del dl fiscale, aveva poi evidenziato il “M5s non può votare in Parlamento un testo che preveda scudi fiscali per gli evasori. Io salvo chi è nelle grinfie di Equitalia non chi fa autoriciclaggio e credo che neanche gli elettori della Lega si vogliano impelagare con la difesa degli evasori”.

Lega: “Nessuno in Cdm, se non va Salvini” – Dopo la defezione di Matteo Salvini al Consiglio dei ministri tutta la Lega aveva fatto sapere compatta che “nessuno sarà alla riunione, se non va Salvini”. Ma a seguito dell’apertura del loro leader le cose cambiano.

Il caos era scoppiato mercoledì quando il vicepremier Luigi Di Maio aveva fatto sapere che il testo sulla pace fiscale inserito nella manovra “trasmessa al Quirinale non è quello su cui c’era l’accordo in Cdm”, perché “c’è sia uno scudo fiscale per i capitali all’estero sia la non punibilità per chi evade. È un fatto gravissimo, manina politica o no, depositerò subito un esposto alla Procura della Repubblica”.

Scontro M5s-Lega, Salvini: “Il decreto non si tocca”– Salvini si era detto contrario a un “Cdm-bis” dopo l’ipotesi avanzata dal M5s per mettere una pezza al “pasticcio” del dl fiscale. “Cosa fatta – aveva detto infatti Salvini -. Io quando prendo impegni con Di Maio e i cittadini li mantengo. Quello che abbiamo discusso per ore ed ore in Consiglio dei ministri l’ho trovato scritto”. “Il decreto resta – aveva quindi aggiunto -. Non possiamo approvare un decreto e modificarlo il giorno dopo. Ognuno prenda le sue responsabilità”.

Sulla stessa lunghezza d’onda di Salvini anche Massimo Garavaglia, sottosegretario all’Economia, in quota Lega: “Tutti – aveva spiegato – sapevano le norme del decreto fiscale. Non so nulla di eventuali modifiche”.

Il fronte del M5s – Il M5s da subito era apparso compatto e pronto a dare battaglia per cancellare la parte del testo incriminata. “Lunedì prima del Consiglio dei ministri c’è stato un tavolo politico in cui l’accordo raggiunto prevedeva nessun condono penale e niente scudo fiscale sui capitali esteri. Adesso Garavaglia e la Lega ci dicono che approvano una norma che introduce condoni penali e scudi fiscali per capitali all’estero? Allora c’è un problema politico”, aveva detto infatti la sottosegretaria all’Economia Laura Castelli. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente della Camera, Roberto Fico: “E’ chiaro che al di là di ciò che è successo, questo lo vedrà il Cdm nella propria interlocuzione, sono fermamente contrario a che ci sia questo articolo all’interno del decreto”.

Berlusconi: “Siamo alle comiche, spero governo duri poco” – Sul decreto fisco “siamo alle comiche, è molto doloroso assistere a questo teatrino, questo è un governo innaturale”, aveva commentato il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. “È molto brutta l’immagine che stiamo dando in Europa e in giro per il mondo. Io spero che questa situazione duri poco”, aveva concluso. Continua a leggere “Dl fiscale, Conte convoca il Cdm per sabato. Dopo il “no” Salvini ci ripensa e apre: “Se serve ci sarò, basta litigi””

PSICOLOGIA ANALÍTICA

VOCACIONADOS

ESTRANHOS CONVIDADOS CONHECIDOS

As cenas em preto e branco, em clima intimista, revelam a presença de aspectos psíquicos dos personagens e conflitos que entram como “penetras” na comemoração.

Estranhos convidados conhecidos

Apenas quatro ambientes: sala, cozinha, banheiro e uma pequena área externa. É por esses espaços que circulam os personagens do longa-metragem A festa, dirigido por Sally Potter. O clima teatral e intimista do filme em preto e branco, passado na Inglaterra, comporta desde as primeiras cenas uma leve tensão e sugere a quem assiste a impressão de que os personagens poderiam estar em cima de um palco, a poucos metros de seu rosto. A primeira cena já convida o espectador a se tornar expectador, quando Janet, a protagonista, transtornada, aponta uma arma diretamente para a câmera que representa um recém-chegado (neste momento ainda desconhecido). Mas, para entender o que ocorreu, é preciso acompanhar o que veio antes. Na cozinha, Janet, a dona…

View original post 410 altre parole

GESTÃO E CARREIRA

VOCACIONADOS

FINTECHS: O QUE SÃO E COMO ESTÃO REVOLUCIONANDO O MERCADO FINANCEIRO

 Em um mercado competitivo e globalizado, inovação é a palavra-chave para o sucesso de qualquer empreendimento. Inclusive, para os empreendimentos do segmento financeiro, onde a tecnologia há um bom tempo está revolucionando o setor de serviços.

Fintechs - o que são e como estão revolucionando o mercado financeiro

As fintechs, por exemplo, têm promovido mudanças importantes no setor, ao disputar a clientela com instituições financeiras tradicionais. Todos vivenciamos e somos testemunhas das contínuas transformações por que passam os serviços bancários.

A palavra fintech ainda soa um pouco estranha para uma significa parcela da população brasileira, mas seu conceito e seu efeito já são bastante conhecidos. É sobre isso que trataremos nesse post. Continue a leitura!

O QUE É UMA FINTECH?

Fintechs são startups do setor financeiro que têm todos os seus processos e serviços amparados em ferramentas digitais, com o objetivo de facilitar o acesso dos clientes aos produtos e serviços financeiros e resolver suas demandas de…

View original post 375 altre parole

Due imprenditrici artigiane per un grande progetto, di Lia Tommi

Alessandria: Antonella e Nada, 2 imprenditrici artigiane, sono entrate nella schiera delle donne imprenditrici realizzando il proprio sogno.

Antonella : Antonella Gallo nasce con l’anima artistica in provincia di Cosenza…tanta gavetta alle spalle, ha iniziato a lavorare come cameriera, un lavoro di cui riuscì a fare un punto di forza osservando gli abiti che indossavano i clienti, immaginando loro con la propria creatività. Non ha potuto realizzare il suo sogno di stilista di moda per un papà troppo protettivo e geloso nei suoi confronti. Oggi, grande artista imprenditrice e creatrice di un ambiente alla moda realizzato con il cuore, un ambiente in cui realizzare i sogni dei suoi clienti con i quali si diverte con passione firmando i frutti della sua creatività…ogni volta è un’emozione…disegna torte stilizzate immaginando abiti di alta moda…e non solo…

Nada : Leonarda Nada Nuovo nasce a Canosa di Puglia con un grande sogno…Sin da bambina sognava di diventare una grande icona dell’alta moda, come il grande stilista Valentino Garavani…sognava sognava sognava!!! Ha saputo fare del suo sogno una realtà dopo molti studi ed una lunga gavetta fatta anche di grandi ostacoli dai quali ha tratto punti di forza e grande motivazione sia artistica che intellettuale.Ama disegnare e realizzare pezzi unici a mano con meticolosità, passione e esperienza sartoriale quali essenziali per la sua filosofia aziendale. La sua missione è prendersi cura del cliente in ogni fase di realizzazione.Dentro ogni creazione, una storia….

Due donne di successo. Amore per le torte l’una e per gli abiti unici l’altra, strutturate nell’arte con passione… Hanno combinato lo stile delle torte con l’arte degli abiti unici di ogni genere. Nascono con l’obiettivo di offrire valore attraverso la loro arte. Scelgono di dare vita ad una grande iniziativa benefica per creare un senso alla comunità. Dicono:” Vogliamo rappresentare una forza positiva con grande determinazione ad Alessandria…” : è possibile realizzare qualsiasi progetto si abbia in mente… non c’è nulla di impossibile.

A inizio novembre saranno resi noti i dettagli dell’iniziativa, che, come precisato, avrà scopo benefico.

Campus Giornalistico per giovani “Roberto Morrione”, di Lia Tommi

Ovada: Il 20 e il 21 Ottobre si terrà ad Ovada la settima edizione del Campus Giornalistico per studenti e giovani dedicato a “Roberto Morrione”, organizzato dal Presidio di Libera Antonio Landieri di Ovada, in collaborazione con il Comune di Ovada, l’associazione ME.DEA Contro la violenza alle donne Onlus, l’associazione Par.Civ.Al di Alessandria.
Ospiteranno il Campus all’interno dei propri locali L’Istituto Santa Caterina Madri Pie e Casa di Carità Arti e Mestieri di Ovada.
Il tema scelto quest’anno sarà “ Donne e minori da vittime di violenza a protagonisti del riscatto”.
Interverranno tra gli altri: l’Associazione ME.DEA contro la violenza alle donne Onlus, l’avvocato Enza Rando che fa parte dell’Ufficio legale LIBERA- ufficio di presidenza Libera, la dott.ssa Franca Imbergamo Sostituto Procuratore Antimafia, la dott.ssa Alessandra Cerreti Sostituto procuratore Antimafia e Michela Mancini giornalista e scrittrice.
L’organizzazione e la conduzione delle sessioni di lavoro saranno a cura di Paola Sultana,referente provinciale di Libera Alessandria, Anna Bisio, referente del presidio di Libera Ovada ed a Chiara Garrone ,membro del Presidio di Ovada.
Come ogni anno la partecipazione è riservata agli studenti delle scuole Secondarie Superiori di Ovada e della provincia fino al limite di 50 studenti.

Laboratorio di scrittura creativa a Rivarone, di Lia Tommi

Alessandria: A Rivarone si terrà, a partire dall’8 novembre, un laboratorio di scrittura creativa, tenuto dalla scrittrice e drammaturga Rosetta Bertini, per ri/scoprire l’arte di inventare personaggi e mondi, patrimonio di tutti i bambini, smarrito lungo la strada della maturità. Si proveranno giochi ed esercizi, in un percorso circolare, per mettere in gioco noi e gli altri.
Il percorso inizialmente si svilupperà in dieci incontri che tratteranno i seguenti argomenti:

Risvegliare la fantasia
“Rubare” idee dalla vita quotidiana
Costruire personaggi credibili
Costruire mondi credibili
Reinventare noi stessi

Per partecipare è necessaria l’iscrizione a info@rivaronesi.it
indicando nome, conognome e numero di telefono entro il 31 ottobre.

Le lezioni si svolgeranno presso il Salone dei Ciliegi, via Contrada Grande 31, in Rivarone (AL), il giovedì dalle ore 21 alle ore 23.

Per maggiori informazioni: info@rivaronesi.it
o 346 31 09 704 (Rosetta)

Il corso è gratuito.

Il servizio dipende da come è vestito il cliente

Creando Idee

Si dice che l’abito non fa il monaco, ma non è vero. E accertata l’influenza che i vestiti possono avere agli occhi altrui, salta fuori molto altro: ciò che si indossa può modificare la percezione che si ha di se stessi, al punto che una t-shirt di Superman fa sentire più forti e un camice bianco potenzia i risultati di un test di matematica. Ad affermarlo è una ricerca inglese. Secondo questo studio, infatti, non solo siamo quello che vestiamo, ma diventiamo quello che vestiamo. Per la serie “chi l’avrebbe mai detto”, uno studio scientifico di due ricercatori della California State University ha “scoperto” che il modo di vestire influenza come una persona è valutata dagli altri. I ricercatori hanno proceduto ad un esperimento molto semplice, facendo entrare una donna in svariati negozi di vestiti scelti casualmente in grossi centri commerciali: a volte la donna era vestita in abiti formali…

View original post 75 altre parole

Sinceri o bugiardi, la sera o la mattina

Creando Idee

La mattina si è più sinceri: è più probabile mentire o barare nel pomeriggio o la sera.Due ricercatori della University of Utah hanno scoperto che la “moralità” delle persone cambia a seconda dell’ora della giornata. I ricercatori hanno compiuto una serie di test e giochi che permettevano la possibilità di barare su volontari in diverse ore del giorno, ed è emerso che la mattina dopo un abbondante  colazione la gente è meno propensa a mentire o barare rispetto al pomeriggio. L’ipotesi è che le persone abbiano una quota giornaliera di forza di volontà, un’idea peraltro in linea con altri studi, e quindi con il passare delle ore sembra via via diminuire consapevolezza morale e auto-controllo. Sulla base dei risultati dello studio, dunque, sembra essere opportuno prendere le decisioni specie quelle più importanti di mattina se si vuole che siano più attente all’etica. Oppure, detto in modo diverso, quando ci si…

View original post 18 altre parole

I cibi che ti aiutano a dormire

Creando Idee

Da quando inizia l ‘inverno, la voglia di dormire aumenta, insomma per una ragione o l’altra siamo più propensi a stare sul divano davanti al camino che uscire.. E poi, le cene a tarda ora, gli eccessi di cocktail, vino rosso,bello corposo, i cibi speziati.A parte il “non strafare a tavola“, possiamo cercare di scegliere cibi ricchi di serotonina e melatonina, sostanze che hanno una funzione determinante per un buon sonno. La serotonina dipende dalla disponibilità di un amminoacido, il triptofano, presente in latticini,patate,uova, cereali integrali e frutta.Se siamo in montagna andiamo a nozze: una bella tazza di latte caldo con fiocchi d’avena e dormiremo come pascià. Se vogliamo proprio assicurarci una notte super tranquilla aggiungiamo una banana, ricca di potassio e magnesio, et voilà il gioco è fatto, riposeremo come ghiri.Se invece siamo al mare o in città ottimi anche una tisana o una bella…

View original post 150 altre parole

Corna si o corna no

Creando Idee

Corna sì o corna no? La domanda è quella che si sono posti in Svizzera e, a differenza da quanto si possa immaginare, è riferita alle mucche da carne e da latte. Nello specifico si parla di vacche e capre con le corna o senza. E per sostenere la prima opzione è stato indetto un referendum con l’obiettivo di far sì che non si pratichi la decornazione. L’iniziativa di carattere popolare, che si chiama “Per la dignità degli animali da reddito agricoli iniziativa per vacche con le corna”, vuole fare in modo che vengano messi a disposizione incentivi di carattere economico per quegli allevatori che decidono di non tagliarle. Le ragioni sono numerose: dal dolore che provano gli animali durante questa pratica, alla loro utilità. Infatti le corna servono a comunicare, ma anche a tante altre cose, come scegliere le gerarchie all’interno del gruppo. In genere vengono tagliate per evitare…

View original post 196 altre parole

Gli Angeli di Loreto

lemieemozioniinimmaginieparole

Si racconta che più di settecento anni fa un’immensa luce squarcio la buia notte, al sorgere del sole il mistero fu svelato una casetta tenuta sospesa da bellissimi Angeli, volava nell’aria fino a posarsi sul colle sottostante.

Le persone che si recarono sul luogo videro la casa di Nazareth, quella che Gesù aveva abitato per trent’anni, avvolta da un inteso profumo e un canto melodioso.

Nel 1900 dagli archivi vaticani scaturì che una Nobile donna bizantina di nome Margherita Angeli incaricò nel XIII secolo di salvare i materiali della Santa Casa dalle insidie musulmane per ricostruire a Loreto l’edificio originale, la fece trasportare a Loreto, dove possedeva boschi e terreni.

Importanti ricerche archeologiche furono svolte sia a Loreto sia a Nazareth per capire se quest’edificio era realmente ciò che si pensava.

 A  testimonianza dell’originalità del manufatto sono: i graffiti nelle pietre molto simili a quelli rinvenuti nella Terra Santa e più precisamente…

View original post 33 altre parole

Er grillo zoppo

lemieemozioniinimmaginieparole

Er grillo zoppo

Ormai me reggo su ‘na cianca sola.

diceva un Grillo – Quella che me manca

m’arimase attaccata a la cappiola.

Quanno m’accorsi d’esse priggioniero

col laccio ar piede, in mano a un regazzino,

nun c’ebbi che un pensiero:

de rivolà in giardino.

Er dolore fu granne… ma la stilla

de sangue che sortì da la ferita

brillò ner sole come una favilla.

E forse un giorno Iddio benedirà

ogni goccia de sangue ch’è servita

pe’ scrive la parola Libbertà!-

Trilussa.

View original post