Il mio cuore nudo

In punta di spillo

danzando su gocce spaiate

di torrenti rinsecchiti,

balbettando al vuoto le parole

raggomitolate e stropicciate,

ma che ne può sapere

un poeta moderno dal passo

di incantatore di serpenti.

Nel segreto di inchiostro

rappreso dal dolore, ondeggia la beatitudine

dei numeri primi.

Oscilla greve l’inganno del vento,

affoga l’incertezza degli eventi, che

non si limitano alla cornice

dal perpetuo moto della rosa.

Non lasciarti piovere addosso

nel labirinto di legge e giustizia

dove la prima ti fotte e la seconda è

latitante di comodo.

07/07/019

Thomas Amadei

View original post