Mare, impetuosità di acqua e sale,
prendimi sulle tue onde,
non preoccuparti del mio lasciare,
voglio con te navigare,
e godere del tuo rumore,
che altro non è che un canto dolce
dato dalle correnti amiche,
portami con te oltre,
perchè voglio ritornare
ad assaporare la felicità
pulita e naturale,
di quando nelle acque
ho vissuto prima di parlare.
Mare, sublime immensità
di profonde atmosfere bagnate,
prendimi, come mi rapisce
la musica dei tuoi giorni,
e ricoprimi del sale di sapienza
che non mi è stata data
oltre la normale.
Mare e le tue onde 
a fantasticare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine web