io credo

di Elena Milani

Io credo in Dio,
Padre di tutti,
Che non ha colore
e nemmeno religione.
È il Dio Amore
che tutti ama e giustifica.
Il Dio che attende
senza stancarsi.
Il Dio che privilegia
l”intelligenza del cuore
e si annoia
davanti ai discorsi dei saccenti.
Io credo in Dio,
che riempie fino all’orlo il bicchiere,
che sia grande o piccolo
non importa….
li colma della stessa importanza.
Io credo nel Dio attento
che pur non toccando con mano,
fa centro nell’anima
e, nel bel mezzo di una guerra,
voluta dall’uomo,
coglie un gesto d’amore,
anche e soprattutto,
se inconsapevole.
Io non credo ai miracoli.


Non credo alle fazioni religiose,
alle lobbyes massoniche
con la mitra in testa
o il mitra in pugno.
Io credo che Dio stia dovunque,
anche sul fondo della chiesa,
o nel fumo dell’incenso,
nelle ginocchia di chi prega per gli altri,
nella statuina del presepe,
nel cartone zozzo del cane del barbone,
nel portafoglio del ricco
che usa il denaro
per comprare un macchinario
per l’ospedale.
Il Dio nel tempio
e nella moschea,
il dio senza statue
di chi non offende.

Io credo che Dio non sia razzista,
ma non solo nei confronti dei forestieri,
ma anche con noi,
spesso così cattivi,
anche solo con la lingua
o con la penna.
Io credo nell’intelligenza di Dio,
distante ed inerme…
che ci ha dato fiducia e carta bianca
sia nelle nostre manifestazioni di culto,
che in quelle del credo.
Non credo che guardi in faccia
ai modi di venerarlo,
non credo gli interessi essere venerato.
Chiesa ,moschea o tempio
non fanno differenza.
Io credo in un Dio
chiarissimo ed incomprensibile ,
un Dio che puoi capire davvero
solo se decide di toccarti.

Elena Milani
2016