IL POETA PARLA AL TELEFONO COL SUO AMORE, di Federico Garcia Lorca

Donatella Barbieri

Poesia di Federico Garcia Lorca

54436940_335978613930925_8276059047728250880_n.jpg

IL POETA PARLA AL TELEFONO COL SUO AMORE

Nella cabina, dolce,
la tua voce irrigava
la duna del mio petto.
Per il sud dei miei
piedi, primavera e
al nord della mia
fronte, fior di felce.
Pino di luce nello
spazio stretto,
canto di rugiada,
né semente, e per
la prima volta il
pianto prese
ghirlande di
speranza per
suo tetto.Dolce e lontana
voce a me
versata, dolce
e lontana voce
assaporata.
Lontana e
dolce voce
affievolita.
Lontana
come oscura
cerva in pena.
Dolce come
un singhiozzo
fra la neve.
Lontana e dolce
dentro la mia carne.

@ Barbieri Donatella
12.3.2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...