In Germania Record delle Energie rinnovabili a quota 40%, di Vincenzo Pollinzi

In Germania Record delle Energie rinnovabili a quota 40%, di Vincenzo Pollinzi

Le energie rinnovabili contribuiscono con una quota crescente al bisogno della fornitura elettrica tedesca. Per la prima volta nel 2018 è stato possibile superare  la soglia del 40 per cento su scala Nazionale.

1a 49578004_2254013401506551_1398119873275494400_n copia

L’energia rinnovabile è l’energia che viene raccolta da risorse rinnovabili, che sono naturalmente reintegrate in una scala temporale umana, come la luce solare, il vento, la pioggia, le maree, le onde ed il calore geotermico.

1aaa 49895417_280371909293928_3875854191003959296_n copia1aa 49728013_1563699737065852_528694995075465216_n copia

Secondo i calcoli dell’Istituto Fraunhofer per i sistemi a energia solare (ISE), le centrali eoliche, solari, biomasse e idroelettriche hanno generato complessivamente circa 219 terawattora (219 miliardi di kilowattora) di elettricità nel 2018, ovvero il 40,3 percento della produzione totale netta di elettricità.

Soprattutto gli impianti solari ed eolici, secondo Fraunhofer ISE, hanno fornito molta più energia elettrica in rete rispetto al 2017,in quanto nel corso dell`anno le fonti rinnovabili avevano una quota totale del 38,2%.

In cambio la produzione di gas e centrali a carbone è diminuita; quelli delle centrali a carbone marrone, tuttavia, difficilmente diminueranno nei tempi prefissati in teoria.

Il governo federale si è prefissato l’obiettivo di aumentare la quota di elettricità verde al 65% entro il 2030. Tuttavia bisogna anche tener presente che questo obiettivo non potrà quasi certamente essere raggiunto con l’attuale politica energetica in vigore. Soprattutto esiste la preoccupazione fondata che sarà  il fotovoltaico a rallentare, anche se la tariffa di immissione delle piante solari, una volta estremamente elevata, è drasticamente diminuita.

49285300_291478258179975_7526530801526112256_n copia

Tuttavia, la produzione di energia solare è aumentata del 16% nel 2018 – secondo le statistiche principalmente a causa dell’estate calda e secca. Nella prima settimana di luglio, ad esempio, i moduli solari hanno fornito i due quinti della produzione totale di elettricità netta tedesca.

I parchi eolici, spesso rallentati in estate, sono in pieno svolgimento in inverno. Nelle prime  settimane di Dicembre  hanno prodotto più del 60 per cento di Energia rinnovabile e per la prima volta nel 2018, hanno contribuito per oltre un quinto al mix elettrico per l’intero anno. Con una produzione di 111 miliardi di chilowattora, l’energia eolica è la seconda fonte di energia elettrica più importante della Germania.

50252871_279082476088879_4081325589653356544_n copia

Il numero uno è ancora carbone marrone con 131 miliardi di terawattora. Sebbene i prezzi dei certificati di emissione di anidride carbonica (CO2) siano aumentati bruscamente nel corso dell’anno, la produzione particolarmente intensiva di CO2 dell’elettricità a carbone marrone è diminuita solo del 2%.

La ragione principale di ciò è che l’elettricità proveniente dalla lignite può essere prodotta in questo paese più a buon mercato rispetto ad altre fonti fossili come il gas naturale. E il più grande fornitore tedesco di energia elettrica a base di lignite, il gigante energetico RWE, si è già coperto per diversi anni con certificati economici a basso costo.Per la propria fornitura, la Germania potrebbe probabilmente gestire il fabrisogno di Energia con un flusso di carbone bruno decisamente inferiore.

Secondo i dati dell’ISE di Fraunhofer,nel 2018 i generatori di elettricità tedeschi hanno esportato oltre 45 miliardi di chilowattora al netto all’estero,difatti le centrali elettriche a lignite nel distretto della Renania si trovano vicino al confine e possono spostare l’elettricità direttamente nei Paesi Bassi tramite linee elettriche.

Si impone quindi la necessità di uscire dal carbone entro il 2030, altrimenti sarà in serio pericolo  il percorso per quanto riguarda il raggiungimento degli obiettivi climatici prefissati.

All’inizio di febbraio, la commissione carbone istituita dal governo federale con rappresentanti di associazioni politiche, imprese industriali e ambientali presenterà il piano generale per l’uscita del carbone entro i limiti stabiliti (2030),poichè come detto è chiaro che una possibile chiusura di tutte le centrali elettriche a lignite e delle miniere a cielo aperto fino al 2030 è considerata altamente improbabile.

Cosa pensano i Tedeschi delle Energie rinnovabili e le problematiche di attuazione

Un sondaggio recentemente pubblicato da Associazione Tedesca di Energia e Acqua dimostra ancora una volta che i cittadini svolgono un ruolo chiave nell’accettazione e nella realizzazione della transizione energetica.

L’impazienza delle persone per la lentezza della transizione energetica è cresciuta rapidamente negli ultimi anni. Nel 2016 erano il 52 per cento dei tedeschi a essere convinti che la transizione energetica stava progredendo in modo non del tutto soddisfacente, quindi 12 punti percentuali in meno rispetto al 2018.

Secondo l’indagine BDEW più recente, questa espansione sta avvenendo troppo lentamente per il 58% degli intervistati. Questi dati fanno risaltare 2 punti percentuali in più rispetto al 2016 e 8 punti percentuali in più rispetto al 2014.Solo l’8% degli intervistati ha affermato che la transizione energetica sta procedendo velocemente.La grande maggioranza delle persone in Germania non ha quindi paura di una dinamica espansione delle energie rinnovabili e le desidera.

Con il loro forte sostegno per la transizione energetica, i tedeschi non sono soli. Secondo un sondaggio Eurobarometro condotto lo scorso autunno, l’89% dei cittadini di tutta l’Unione europea considera obiettivi nazionali per le energie rinnovabili importanti o molto importanti. Tuttavia, con l’imminente riforma della direttiva sulle energie rinnovabili (RED II) a Bruxelles, tali obiettivi nazionali stanno minacciando di perdere la loro forza vincolante nei confronti dell’UE, con tutte le problematiche che sicuramente ne conseguiranno.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...