Le scuole con il FAI

Le scuole con il FAI

La Delegazione FAI di Alessandria, fin dalla sua costituzione, ben 9 anni fa, ha sempre cercato di coinvolgere le scuole del territorio. Un ricordo affettuoso va alla Professoressa Lucia Luisella Conca,Delegata scuole, che creò una squadra così forte e compatta.

logo-fai

Anche quest’anno molte sono le scuole coinvolte nelle giornate FAI di Primavera

Sabato 23 e domenica 24 marzo, dalle 10,00 alle 18,00.

Presso la nostra amatissima Cittadella, sempre visitata in occasione delle Giornate Fai di Primavera,  gli alunni delle classi 2^H, 3C^ e 3^D della Scuola Secondaria di I grado “A.Vochieri” e alcune classi dell’Istituto Vinci  accoglieranno e guideranno i visitatori alla scoperta di luoghi ricchi di storia e di fascino ripercorrendo i momenti significativi di questa fortezza veramente unica. Gli Apprendisti Ciceroni, insieme ai loro insegnanti e a Clelia Gastaldi, vice delegata del Fai Scuola, hanno curato la loro preparazione con entusiasmo e grande coinvolgimento attraverso approfondimenti, sopralluoghi e simulazioni,  dimostrando di aver acquisito competenze di cittadinanza attiva.

Misurarsi con argomenti di storia, arte e letteratura medievale rappresenta sicuramente  una notevole prova per i ragazzi della Secondaria di I grado: le classi seconde della “Vivaldi” (IC Galilei) hanno però raccolto la sfida e il 23 e il 24 marzo saranno impegnati alle Sale d’Arte di Via Machiavelli 13 per illustrare ai loro concittadini i quindici affreschi delle  “Stanze di Artù”.

Il ciclo, che narra la celebre storia d’amore fra Ginevra e Lancillotto, è uno degli esempi più antichi di “ Camere Lanzaloti”, sale decorate con le avventure e gli amori dell’eroe medioevale.

Originariamente si trovava nella sala di rappresentanza della Torre Pio V di Frugarolo e fu commissionato alla fine del XIV secolo da Andreino Trotti, condottiero e membro di un’importante famiglia

Rimossi dalla Torre e riportati per quanto possibile al loro originario splendore, gli affreschi sono oggi ospitati nelle Sale d’Arte di via Macchiavelli 13.

I ragazzi si stanno preparando a questa importante occasione di apprendimento affrontando momenti di ricerca e di esplorazione dentro e fuori la scuola sotto la guida dei prof. di Lettere e Arte delle rispettive classi e supportati dai volontari della Delegazione FAI di Alessandria.

Studiare un bene d’arte e illustrarlo ai propri concittadini, integrando le conoscenze teoriche con un’esperienza pratica altamente formativa, permette ai più giovani di conoscere il patrimonio culturale, storico e artistico del proprio territorio e di comprendere quanto sia importante diffonderlo e tutelarlo.

Altra apertura di grande importanza: la Chiesa dell’ex sanatorio Borsalino, opera prima di Ignazio Gardella, per anni lasciata nel dimenticatoio e oggi primo passo di un 2019 all’insegna di Gardella. Saranno i giovani allievi dell’Istituto Fermi a raccontare le particolarità, uniche al mondo di questa costruzione.

I giovani saranno paladini del territorio per due giorni . Un’esperienza di cittadinanza attiva per creare senso di appartenenza e orgoglio, per sentire quanto sia grande il privilegio di condividere i beni alessandrini di inestimabile valore.

Che dire, quindi, viva i giovani ! Il FAI lavora con voi.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...